Disuassefazione benzodiazepine

Vie di sintesi e di emisintesi
Rispondi
lollazepam
Messaggi: 17
Iscritto il: mer set 28, 2022 8:36 pm

Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da lollazepam » lun lug 03, 2023 4:33 pm

Ciao, è da anni che sono dipendente da lorazepam a un dossaggio piuttosto alto. Qualcuno sa darmi dei consigli / sostanze che possano aiutarmi a toglierlo? Sono molto stressato in questo periodo per vari eventi familiari ma sento che sta arrivando il tempo che dovrei toglierlo anche perché solo da un anno a questa parte sento che non mi fanno più nulla (per anni e anni invece forse avevo una depressione ansiosa e il lorazepam mi dava sempre una certa euforia, adesso nulla, lo prendo per abitudine psicologica). E poi, è davvero così orribile smettere le benzo o sono tutte cavolate quelle che scrivono su Internet? (Ho il sospetto che lo siano e non hanno fatto altro che alimentare la mia paura a smettere).
Spero di trovare qualcuno che mi dia qualche informazione che sia di aiuto. Grazie.


Avatar utente
ildruido
Messaggi: 936
Iscritto il: mar ago 10, 2021 3:46 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da ildruido » lun lug 03, 2023 4:57 pm

lollazepam ha scritto:
lun lug 03, 2023 4:33 pm
Ciao, è da anni che sono dipendente da lorazepam a un dossaggio piuttosto alto. Qualcuno sa darmi dei consigli / sostanze che possano aiutarmi a toglierlo? Sono molto stressato in questo periodo per vari eventi familiari ma sento che sta arrivando il tempo che dovrei toglierlo anche perché solo da un anno a questa parte sento che non mi fanno più nulla (per anni e anni invece forse avevo una depressione ansiosa e il lorazepam mi dava sempre una certa euforia, adesso nulla, lo prendo per abitudine psicologica). E poi, è davvero così orribile smettere le benzo o sono tutte cavolate quelle che scrivono su Internet? (Ho il sospetto che lo siano e non hanno fatto altro che alimentare la mia paura a smettere).
Spero di trovare qualcuno che mi dia qualche informazione che sia di aiuto. Grazie.
Mi suona molto strano che le benzo ti diano 'euforia' e di sicuro non è una sostanza adatta per alleviare la depressione al contrario; le dovresti prendere solo e soltanto in caso di evento ansioso acuto e per non più di qualche settimana al massimo. Sono sostanze pericolose e come ti sei già accorto danno una forte dipendenza psicologica e fisica.
Premesso che per scalare dovresti chiedere ad un medico psichiatra che ti può spiegare meglio come scalare e con cosa sostituire, io ho avuto ottimi risultati con olio di CBD ma devi cercare un olio che abbia una % decente di sostanza io su internet riesco a trovare 40%, ma ho visto che esistono anche paste con 70-80% che sono comode se ne fai uso e vuoi risparmiare, purtroppo sti prodotti costano molto. Cmq la mia strategia è stata di diminuire progressivamente le gocce di minias e inserire gradualmente gocce di CBD ma io lo prendo solo ed esclusivamente per dormire
Togli quella merda il prima possibile :evil: :evil:
The Spice extends life
The Spice expands consciousness
The Spice is vital for space travel

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 3495
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da asklepios » lun lug 03, 2023 7:39 pm

lollazepam ha scritto:
lun lug 03, 2023 4:33 pm
Ciao, è da anni che sono dipendente da lorazepam a un dossaggio piuttosto alto. Qualcuno sa darmi dei consigli / sostanze che possano aiutarmi a toglierlo? Sono molto stressato in questo periodo per vari eventi familiari ma sento che sta arrivando il tempo che dovrei toglierlo anche perché solo da un anno a questa parte sento che non mi fanno più nulla (per anni e anni invece forse avevo una depressione ansiosa e il lorazepam mi dava sempre una certa euforia, adesso nulla, lo prendo per abitudine psicologica). E poi, è davvero così orribile smettere le benzo o sono tutte cavolate quelle che scrivono su Internet? (Ho il sospetto che lo siano e non hanno fatto altro che alimentare la mia paura a smettere).
Spero di trovare qualcuno che mi dia qualche informazione che sia di aiuto. Grazie.
Dipende dal grado della tua dipendenza. Se assumi più volte al giorno potrebbe essere ideale passare a una benzo a lunga durata di azione (tipicamente diazepam) e scalare gradualmente con quella. In ogni caso parlane con il tuo medico, è più facile se ti segue qualcuno che non fare da sé. Puoi anche scalare direttamente il lorazepam, ma potrebbe essere più difficile così.
è davvero così orribile smettere le benzo o sono tutte cavolate quelle che scrivono su Internet?
Premettendo che non parlo per esperienza, secondo me bisogna distinguere tra dipendenza fisica e psicologica. La dipendenza fisica è facile da eliminare e lo si può fare in maniera del tutto indolore, come per la maggior parte delle sostanze che causano dipendenza fisica. La dipendenza psicologica è quella più difficile da gestire, e il tuo successo dipenderà esclusivamente dalla tua capacità di vincere contro quest'ultima. Dal punto di vista puramente fisico, l'unica cosa "orribile" delle benzo è se le togli completamente dall'oggi al domani, in quanto l'astinenza oltre ad essere estremamente sgradevole può essere fatale nei casi più gravi. Nel momento in cui riesci a vincere la dipendenza psicologica, scalare gradualmente è la cosa più intelligente da fare.

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 1280
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da Tirar Puede Matar » mar lug 04, 2023 3:27 pm

asklepios ha scritto:
lun lug 03, 2023 7:39 pm
Dipende dal grado della tua dipendenza. Se assumi più volte al giorno potrebbe essere ideale passare a una benzo a lunga durata di azione (tipicamente diazepam) e scalare gradualmente con quella. In ogni caso parlane con il tuo medico, è più facile se ti segue qualcuno che non fare da sé. Puoi anche scalare direttamente il lorazepam, ma potrebbe essere più difficile così.
è davvero così orribile smettere le benzo o sono tutte cavolate quelle che scrivono su Internet?
Premettendo che non parlo per esperienza, secondo me bisogna distinguere tra dipendenza fisica e psicologica. La dipendenza fisica è facile da eliminare e lo si può fare in maniera del tutto indolore, come per la maggior parte delle sostanze che causano dipendenza fisica. La dipendenza psicologica è quella più difficile da gestire, e il tuo successo dipenderà esclusivamente dalla tua capacità di vincere contro quest'ultima. Dal punto di vista puramente fisico, l'unica cosa "orribile" delle benzo è se le togli completamente dall'oggi al domani, in quanto l'astinenza oltre ad essere estremamente sgradevole può essere fatale nei casi più gravi. Nel momento in cui riesci a vincere la dipendenza psicologica, scalare gradualmente è la cosa più intelligente da fare.
Concordo pienamente.
Aggiungo solo una cosa: in alcuni casi con le benzodiazepine si raggiungono dosaggi cosi elevati, che lo scalaggio diventa impossibile, perché ci vorrebbero anni. A differenza dagli oppiacei infatti,che possono essere scalati mediamente con una riduzione del 10% della dose a settimana, le benzo vanno scalate molto molto lentamente, sull'ordine di un paio di gocce a settimana, con delle pause in mezzo.
Va da sè che chi si beve 5 boccette di minias al giorno (casi reali), non possa materialmente più scalare. In questi casi l'unica via di uscita è quella di andare in cliniche specializzate (convenzionate con l'ASL, quindi gratuite), che provvederanno a iniettare del flumazenil insieme ad altri farmaci, che permetterà al soggetto di liberarsi dalla dipendenza di benzodiazepine anche ad altissimi dosaggi. Naturalmente poi vi è da lavorare moltissimo sulla componente psicologica, e sarà tutt'altro che una passeggiata uscirne, perché come ha detto giustamente Asklepios, il vero problema è SEMPRE la dipendenza psicologica, non quella fisica.

AD ogni modo, che dosaggio quotidiano assumi tu?
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

lollazepam
Messaggi: 17
Iscritto il: mer set 28, 2022 8:36 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da lollazepam » sab lug 15, 2023 9:26 am

Io prendo cinque Tavor al giorno da 2,5 mg da tantissimi anni (quando ero all'Università ero arrivato a una scatola intera al giorno e anche più, superando anche gli esami con ottimi voti sotto l'effetto di 22 compresse di Tavor da 2,5 mg, ma allora ero uno zombie a livello sociale). Vi dico subito che funziono benissimo, anche molto meglio di tanti altri miei coetanei che conosco (molto meglio, sono anni che faccio palestra, ho letto milioni di libri e sto continuando pure a studiare, non ha intaccato la mia memoria, almeno in parte, con quella brevissima, sotto l'effetto noto qualcosa ogni tanto). So che da cinque Tavor potrei passare velocemente anche a tre al giorno che in pratica sarebbe più o meno la dose massima consentita per le patologie. Ultimamente mi sembra solo impossibile poter lasciare il Tavor perché sono io che devo aiutare mio padre a casa perché lui ha iniziato ad avere problemi di demenza senile e siccome devo fare (forse ho sempre fatto) tutto io smettere o togliere qualcosa in uno stato di stress elevato mi è molto molto difficile. Le uniche volte che sono riuscito a scalare e quasi togliere completamente infatti è sempre stato in clinica, non ho mai avuto problemi in uno posto tranquillo con altre persone, è come una vacanza... ma adesso le cose stanno diventando più dure, tra lavoro e mio padre devo trovare un periodo adatto e riuscire ad andare da qualche parte (sto pensando questo). La mia paura è che con l'avanzare degli anni possano in realtà causarmi problemi (anche se vi assicuro sono il più sveglio di tutti nel posto in cui vivo, non so di cosa si facciano gli altri...).
La cosa strana è che fine ad almeno un anno fa sentivo ancora tantissimo come un effetto ancora euforico, probabilmente era dovuto alla tiroide che stava lavorando troppo allora, da quando ho rimesso la tiroide apposto è come se il Tavor fosse diventata acqua fresca (o quasi). Potrebbe essere che ho sempre preso il Tavor perché avevo una tiroide iperattiva che mi creava in continuazione ansia? Chi può dirlo?
Vi ringrazio se mi leggete (ho provato il Phenibut, mi da un po' di spinta alla motivazione e alla socialità in generale ma non ho mai sviluppato dipendenza, col Tavor credo sia tutta una questione psicologica adesso, bevo un sacco di caffé, ultimamente uso il Gabapentin per stemperare un po' di ansia che mi prende il pomeriggio, ma funziona solo per un paio di giorni).

L'idea era quella di andare in un centro a Verona dove usano un protocollo col flumazenil e in una settimana sei libero dalla tolleranza sviluppata e libero di scalare o togliere. Ma vivo molto lontano, però la vedo come un'ottima alternativa.

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 1280
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da Tirar Puede Matar » mar lug 18, 2023 4:13 pm

lollazepam ha scritto:
sab lug 15, 2023 9:26 am
L'idea era quella di andare in un centro a Verona dove usano un protocollo col flumazenil e in una settimana sei libero dalla tolleranza sviluppata e libero di scalare o togliere. Ma vivo molto lontano, però la vedo come un'ottima alternativa.
Tanto devi starci dentro come minimo 40 giorni, quindi vicino o lontano non fa molta differenza.
La differenza la fa se vuoi veramente toglierti la dipendenza o meno.
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

lollazepam
Messaggi: 17
Iscritto il: mer set 28, 2022 8:36 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da lollazepam » dom ago 06, 2023 9:00 am

Credo che dovrò iniziare da solo. Non posso lasciare mio padre da solo, devo lavorare e fare un corso che dura quasi un anno dove non posso fare assenze.

Avatar utente
Dee0
Messaggi: 69
Iscritto il: mar mar 03, 2020 10:35 am

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da Dee0 » mar giu 11, 2024 2:10 pm

Tirar Puede Matar ha scritto:
mar lug 18, 2023 4:13 pm
lollazepam ha scritto:
sab lug 15, 2023 9:26 am
L'idea era quella di andare in un centro a Verona dove usano un protocollo col flumazenil e in una settimana sei libero dalla tolleranza sviluppata e libero di scalare o togliere. Ma vivo molto lontano, però la vedo come un'ottima alternativa.
Tanto devi starci dentro come minimo 40 giorni, quindi vicino o lontano non fa molta differenza.
La differenza la fa se vuoi veramente toglierti la dipendenza o meno.
Non prendetela come una provocazione, è una domanda di genuina curiosità: cosa succede se a un livello di assunzione tale come quello descritto, si smette di assumere benzodiazepine senza scalare? Solo crisi d’astinenza o si rischia la morte x il trauma al corpo?
Guarda caso chi fa la guerra alle droghe non le ha mai provate

Avatar utente
antropologo
Messaggi: 158
Iscritto il: gio dic 03, 2020 5:53 pm

Re: Disuassefazione benzodiazepine

Messaggio da antropologo » sab giu 15, 2024 4:42 pm

Dee0 ha scritto:
mar giu 11, 2024 2:10 pm
Non prendetela come una provocazione, è una domanda di genuina curiosità: cosa succede se a un livello di assunzione tale come quello descritto, si smette di assumere benzodiazepine senza scalare? Solo crisi d’astinenza o si rischia la morte x il trauma al corpo?
Così a naso la morte non direi e se anche si rischiasse una seria crisi d'astinenza credo che comunque la cosa migliore sia uno shock rispetto ad un lento e graduale cambiamento

Rispondi