Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 379
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Benway » mer feb 27, 2019 7:13 pm

President Bolsonaro 'declares war' on Brazil's indigenous peoples - Survival responds ( January 3, 2019 )
link: https://www.survivalinternational.org/n ... QRdeIo9NOw

Per chi non ha voglia di sbattersi a tradurre...

Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile - risponde Survival

Jair Bolsonaro ha iniziato la sua presidenza nel peggior modo possibile per le popolazioni indigene del Brasile. Assumersi la responsabilità della demarcazione della terra indigena lontano dal FUNAI, il dipartimento per gli affari indiani, e darlo al ministero dell'Agricoltura è praticamente una dichiarazione di guerra aperta contro i popoli tribali del Brasile.

Tereza Cristina, il nuovo capo del ministero, si è a lungo opposta ai diritti tribali della terra e ha sostenuto l'espansione dell'agricoltura nei territori indigeni. Questo è un assalto ai diritti, alle vite e ai mezzi di sussistenza dei primi popoli brasiliani - se le loro terre non sono protette, subiscono il genocidio e intere tribù incontattate potrebbero essere spazzate via.

Questo assalto ai primi popoli del Brasile attacca il cuore e l'anima della nazione brasiliana.

Anche il furto di territori indigeni pone le basi per la catastrofe ambientale. I popoli tribali sono i migliori conservazionisti e guardiani del mondo naturale e le prove dimostrano che gestiscono il loro ambiente e la loro fauna selvatica meglio di chiunque altro.

Gli indigeni stanno già resistendo. Le tribù Aruak, Baniwa e Apurinã hanno detto: "Non vogliamo essere spazzati via dalle azioni di questo governo. Le nostre terre svolgono un ruolo vitale nel mantenimento della biodiversità. Siamo persone, esseri umani, abbiamo sangue come te, signor Presidente, siamo nati, cresciamo ... e poi moriamo sulla nostra terra sacra, come qualsiasi altra persona sulla Terra. Siamo pronti per il dialogo, ma siamo anche pronti a difenderci".

Sonia Guajajara, un leader indigeno e candidato alla vicepresidenza nelle elezioni del 2018, ha dichiarato: "Resisteremo: se saremo le prime persone ad essere attaccate, saremo anche i primi a reagire".

L'APIB, l'Associazione delle popolazioni indigene del Brasile, afferma: "Abbiamo il diritto di esistere. Non ci ritireremo. Denunceremo questo governo in tutto il mondo".

Il direttore di Survival Stephen Corry ha dichiarato oggi: "Survival International è solidale con i popoli indigeni del Brasile da 50 anni - per la loro sopravvivenza, per la protezione dei territori più biodiversi del Brasile, per la salute del nostro pianeta e per tutta l'umanità. Continueremo a fare campagne appassionatamente per le loro vite e le loro terre per essere pienamente rispettate e difese".

Condividi questa notizia

https://www.visionecurativa.it/

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » gio feb 28, 2019 12:00 am

A mio parere fa bene, gli autoctoni dell'Amazzonia vivono ancora nell'età della pietra, devono evolversi, E poi L'Amazzonia è ricca nel sottosuolo.

Avatar utente
Time
Messaggi: 316
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Time » gio feb 28, 2019 3:29 am

Spero tu stia scherzando.
La tua affermazione è profondamente illiberale e distruttiva.

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » gio feb 28, 2019 4:11 am

Time ha scritto:
gio feb 28, 2019 3:29 am
Spero tu stia scherzando.
La tua affermazione è profondamente illiberale e distruttiva.
Distruttiva?? Non credo. Sarebbe meglio per loro vivere in delle infrastrutture invece di dormire in mezzo alla giungla tra insetti e mille pericoli. E poi scusa, L'Amazzonia mica è di loro proprietà, non mi pare abbiamo firmato un contratto con il governo brasiliano quindi questo può espropriare la terra agli indios se lo ritiene opportuno. È sempre Brasile non terra di nessuno!

Avatar utente
Time
Messaggi: 316
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Time » gio feb 28, 2019 4:35 pm

Do per scontato che affermando che l'Amazzonia è ricca nel sottosuolo tu appoggi l'inizio di attività mineraria.
Per questo distruttiva.

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » gio feb 28, 2019 5:45 pm

Time ha scritto:
gio feb 28, 2019 4:35 pm
Do per scontato che affermando che l'Amazzonia è ricca nel sottosuolo tu appoggi l'inizio di attività mineraria.
Per questo distruttiva.
Il Brasile è martoriato da problemi economici, milioni di brasiliani riversano in condizione di povertà assoluta. Se costruire miniere in Amazzonia può creare molti posti di lavoro allora ben venga! Per me la cosa migliore sarebbe fare come negli usa dove una piccola parte delle terre appartengono ai nativi sottoforma di riserve.

Avatar utente
Time
Messaggi: 316
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Time » gio feb 28, 2019 9:17 pm

Bisogna guardare alle conseguenze delle scelte, secondo me una delle prime è la sostenibilità ambientale.
Stai proponendo una soluzione impulsiva, senza guardare al futuro.
Tralascio il discorso sui nativi.

Elum
Messaggi: 36
Iscritto il: gio mag 31, 2018 3:07 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Elum » gio feb 28, 2019 10:09 pm

già c'è la deforestazione che sta facendo sparire uno dei polmoni verdi del pianeta oltre a far morire un sacco di specie animali, costruiamo pure delle miniere tanto da distruggere ancora un patrimonio inestimabile, già che ci sei radi al suolo tutto, cementifica e costruisci parcheggi e centri commerciali cosi possono usufruire delle tue importanti infrastrutture. In piu secondo te sterminare un popolo e cacciarlo dalla sua terra o costeingerlo a vivere in riserve è una cosa buona....sono senza parole.....
Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente frutto della mia immaginazione

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » gio feb 28, 2019 11:24 pm

Elum ha scritto:
gio feb 28, 2019 10:09 pm
già c'è la deforestazione che sta facendo sparire uno dei polmoni verdi del pianeta oltre a far morire un sacco di specie animali, costruiamo pure delle miniere tanto da distruggere ancora un patrimonio inestimabile, già che ci sei radi al suolo tutto, cementifica e costruisci parcheggi e centri commerciali cosi possono usufruire delle tue importanti infrastrutture. In piu secondo te sterminare un popolo e cacciarlo dalla sua terra o costeingerlo a vivere in riserve è una cosa buona....sono senza parole.....


Bhe qualcuno primo o poi lo farà.. c'è troppa ricchezza nel sottosuolo amazzonico. Non è una bella cosa, ma se serve per aiutare economicamente il paese e la popolazione allora perché non farlo? Ma te lo sai quanto è grande L'Amazzonia? È grande quasi quanto l'Europa, se una parte la si usa per l'agricoltura come vuole fare Bolsonaro di certo non sarà la fine del mondo.

Elum
Messaggi: 36
Iscritto il: gio mag 31, 2018 3:07 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Elum » gio feb 28, 2019 11:34 pm

ma aiutare chi??? le multinazionali? di certo non gli indigeni o gente come me e te
Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente frutto della mia immaginazione

Urran_
Messaggi: 19
Iscritto il: lun nov 12, 2018 11:56 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Urran_ » gio feb 28, 2019 11:46 pm

Già di sicuro l'industria mineraria gestita da multinazionali non penso possa influire pesantemente sulla popolazione.
Il problema non sta nell'immediato, la salvaguardia del patrimonio è per le generazioni future, che si ritroverebbero con una qualità di vita pessima a causa dell'avarizia

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » ven mar 01, 2019 12:41 am

Urran_ ha scritto:
gio feb 28, 2019 11:46 pm
Già di sicuro l'industria mineraria gestita da multinazionali non penso possa influire pesantemente sulla popolazione.
Il problema non sta nell'immediato, la salvaguardia del patrimonio è per le generazioni future, che si ritroverebbero con una qualità di vita pessima a causa dell'avarizia
Prima o poi sempre lo faranno, la popolazione sta crescendo a dismisura quindi non sorprenderebbe se disboscano foreste per metterci la gente.

Sem
Messaggi: 520
Iscritto il: mer set 14, 2016 11:51 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Sem » ven mar 01, 2019 10:15 am

Distruggere gli ecosistemi è controproducente per l'uomo, di fatto se lo si è fatto e lo si continua a fare è perchè ci sono degli interessi economici, oviamente solo di pochi soggetti.
Se si desidera documentarsi su ciò basta studiare un pò di Ecologia, nello specifico i Servizi Ecosistemici.
Gli indigeni hanno già certe conoscenze senza aver mai studiato sui libri ma semplicemante osservando e lavorando con la Natura, infatti hanno una cultura e uno stile di vita sostenibili sul lungo periodo, al contrario di noi "evoluti" che ci stiamo autodistruggendo alla grande :mrgreen:
Finchè giudichi non sarai mai libero

"La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe.
Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine,
credette di possedere l'intera verità."
Mevlana Rumi, Sec. XIII

Avatar utente
TommyTwenty
Messaggi: 54
Iscritto il: lun mag 07, 2018 3:19 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da TommyTwenty » ven mar 01, 2019 1:05 pm

Steven ha scritto:
gio feb 28, 2019 4:11 am
Distruttiva?? Non credo. Sarebbe meglio per loro vivere in delle infrastrutture invece di dormire in mezzo alla giungla tra insetti e mille pericoli. E poi scusa, L'Amazzonia mica è di loro proprietà, non mi pare abbiamo firmato un contratto con il governo brasiliano quindi questo può espropriare la terra agli indios se lo ritiene opportuno. È sempre Brasile non terra di nessuno!
La terra non è proprietà proprio di nessuno, neanche del governo Brasiliano. Le carte di cui parli sono solo carte, scritte per fare il bene di qualcuno e il male di qualcun altro. Quelli lì ci vivono, è casa loro, e ci possono vivere come gli pare, età della pietra o no.
Riguardo le scelte economiche sui minerali del sottosuolo, è ormai un dato di fatto che la perdita futura (ma anche immediata) data dal disboscamento sia estremamente più grande di qualsiasi guadagno economico.
Il Brasile è la decima potenza mondiale, è un paese che possiede grande ricchezza, eppure tanta gente vive nella più assoluta povertà. Forse, più che scavare risorse danneggiando l'ambiente e arricchendo i già abbastanza ricchi, sarebbe il caso di operare una più equa redistribuzione delle risorse già presenti.
Oggi è l'ultimo giorno di Febbraio, fuori c'è il sole e ci sono 16 gradi. Non è normale, dobbiamo cambiare rotta.
Forse vivremmo meglio se fossimo tutti un po' meno "civilizzati" (chiamala civiltà!) e se ci accontentassimo di quello che già abbiamo.
Il problema delle nascite si risolve con il controllo delle nascite, non cercando risorse che non esistono.

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » ven mar 01, 2019 3:40 pm

TommyTwenty ha scritto:
ven mar 01, 2019 1:05 pm
Steven ha scritto:
gio feb 28, 2019 4:11 am
Distruttiva?? Non credo. Sarebbe meglio per loro vivere in delle infrastrutture invece di dormire in mezzo alla giungla tra insetti e mille pericoli. E poi scusa, L'Amazzonia mica è di loro proprietà, non mi pare abbiamo firmato un contratto con il governo brasiliano quindi questo può espropriare la terra agli indios se lo ritiene opportuno. È sempre Brasile non terra di nessuno!
La terra non è proprietà proprio di nessuno, neanche del governo Brasiliano. Le carte di cui parli sono solo carte, scritte per fare il bene di qualcuno e il male di qualcun altro. Quelli lì ci vivono, è casa loro, e ci possono vivere come gli pare, età della pietra o no.
Riguardo le scelte economiche sui minerali del sottosuolo, è ormai un dato di fatto che la perdita futura (ma anche immediata) data dal disboscamento sia estremamente più grande di qualsiasi guadagno economico.
Il Brasile è la decima potenza mondiale, è un paese che possiede grande ricchezza, eppure tanta gente vive nella più assoluta povertà. Forse, più che scavare risorse danneggiando l'ambiente e arricchendo i già abbastanza ricchi, sarebbe il caso di operare una più equa redistribuzione delle risorse già presenti.
Oggi è l'ultimo giorno di Febbraio, fuori c'è il sole e ci sono 16 gradi. Non è normale, dobbiamo cambiare rotta.
Forse vivremmo meglio se fossimo tutti un po' meno "civilizzati" (chiamala civiltà!) e se ci accontentassimo di quello che già abbiamo.
Il problema delle nascite si risolve con il controllo delle nascite, non cercando risorse che non esistono.
Non ci credo... mi sono imbattuto in un forum di comunisti! ... tornando a noi prima di tutto se si vuole far fronte ai cambiamenti climatici basterebbe usare energie rinnovabili, che gli stati non usano non so perché! Di certo non basterebbe non disboscare le foreste pluviali, non credo possa servire a molto. L'Amazzonia un'enorme regione grande quanto l'Europa, sai quanti "abitanti" ha (solo gruppi indigeni)?? Circa un milione. Non ti sembra troppo disuguale questo, che così pochi indigeni posseggono una vastissima area? Per me non è giusto, sarebbe opportuno costruire città e metterci persone già troppo ammassate nelle grandi metropoli brasiliane.
L'Amazzonia appartiene al governo brasiliano non ai nativi! Esso Non deve dare conto a nessuno, sarebbe libero di cacciarli al calci in culo se ne ha genio.

Avatar utente
Time
Messaggi: 316
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Time » ven mar 01, 2019 7:04 pm

@Elum, @Sem, le grandi aziende hanno interesse ad innovare ed aumentare l'utilizzo di risorse perché hanno a chi vendere, clienti che sono molti ed esigenti.
Queste aziende ne beneficiano economicamente, ma noi, intesi come società, siamo responsabili di questo in maniera indiretta.

In generale, dobbiamo analizzare le conseguenze delle nostre azioni, non serve ricorrere al complottismo.

@TommyTwenty, condivido i tuoi discorsi sulla salvaguardia ambientale, redistribuzione, controllo delle nascite.

@Steven, ci sono discussioni sulla politica, si può continuare là, ma non generalizzare a tutti una tua supposizione fatta su un utente.
Lo sfruttamento della maggior parte delle energie rinnovabili richiede grandi investimenti economici e condizioni adatte del luogo.
L'enorme biomassa vegetale serve a mitigare le variazioni di certi gas atmosferici, ci sono percorsi di studio a riguardo.
Non sminuire lo studio di persone dedite con un tuo semplice parere personale.
Per quanto riguarda il trattamento dei nativi, trovo le tue affermazioni aberranti, ma non intendo discuterne.

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » ven mar 01, 2019 7:08 pm

Time ha scritto:
ven mar 01, 2019 7:04 pm

@Steven, ci sono discussioni sulla politica, si può continuare là, ma non generalizzare a tutti una tua supposizione fatta su un utente.
Lo sfruttamento della maggior parte delle energie rinnovabili richiede grandi investimenti economici e condizioni adatte del luogo.
L'enorme biomassa vegetale serve a mitigare le variazioni di certi gas atmosferici, ci sono percorsi di studio a riguardo.
Non sminuire lo studio di persone dedite con un tuo semplice parere personale.
Per quanto riguarda il trattamento dei nativi, trovo le tue affermazioni aberranti, ma non intendo discuterne.
È solo un parere personale, per favore non linciatemi

Steven
Messaggi: 33
Iscritto il: lun dic 24, 2018 11:27 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Steven » ven mar 01, 2019 7:10 pm

Qui si sta parlando di persone non di animali allo stato brado in via d'estinzione. Sono persone come tutte le altre e da tali devono essere trattate. Magari non vogliono lasciare la giungla perché non conoscono altro ma dubito che stare nella giungla sia meglio che vivere in una casa.

Elum
Messaggi: 36
Iscritto il: gio mag 31, 2018 3:07 am

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da Elum » ven mar 01, 2019 9:35 pm

le grandi aziende hanno interesse ad innovare ed aumentare l'utilizzo di risorse perché hanno a chi vendere, clienti che sono molti ed esigenti
esatto lo dici tu stesso, pochi privati che intascano soldi deturpando il pianeta, io mi dissocio da tutto cio, nom è una conseguenza indiretta della società ma una decisione presa da pochi per tutti. Ci ganno credere che siamo in troppi, che non ci sono abbastanza risorse ma, in realtà non è cosi. Hai mai lavorato in un settore alimentare? non puoi capire quanto cibo viene buttato (e parlo di tonnellate) perche scade o non rispetta parametri estetici, l' importante è produrre come se non ci fosse un domani. Sono sicuro che queste zone dedicate all agricoltura ci sia di mezzo la monsanto, o comunque si faranno piantagioni di soia ogm come hanno fatto in oriente, introducendo una specie infestante solo perche un pugno di persone ci vede un guadagno. Non sono complottista ma solo realista.
Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente frutto della mia immaginazione

Avatar utente
era
Messaggi: 1118
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Il presidente Bolsonaro "dichiara guerra" ai popoli indigeni del Brasile

Messaggio da era » ven mar 01, 2019 10:12 pm

Steven ha scritto:
ven mar 01, 2019 3:40 pm
Non ci credo... mi sono imbattuto in un forum di comunisti! ...
Il comunismo non esiste più, è stato rinnegato a pieno titolo, bisogna essere aggiornati.
tornando a noi prima di tutto se si vuole far fronte ai cambiamenti climatici basterebbe usare energie rinnovabili,
Perchè sono nocive quanto quelle vecchie e portano a malattie imprevedibili - vedi forme di cancro e altro.
Non ti sembra troppo disuguale questo, che così pochi indigeni posseggono una vastissima area?
E' un bosco che non và danneggiato, se loro abitano lì da sempre, è casa loro. Se i governi rompono, magari sarebbe meglio che se la filassero e attendessero i resoconti in arrivo.
Per me non è giusto, sarebbe opportuno costruire città e metterci persone già troppo ammassate nelle grandi metropoli brasiliane.
A questo punto hanno ragione quelli che propongono di inviare le persone sulla luna, dove si potrebbe costruire a non finire :asd:
L'Amazzonia appartiene al governo brasiliano non ai nativi! Esso Non deve dare conto a nessuno, sarebbe libero di cacciarli al calci in culo se ne ha genio.
Come l'Italia appartiene ai cittadini, come da legge; così l'Amazzonia appartiene ai Brasiliani e i Brasiliani potrebbero cacciare a calci il governo. Ormai siamo in un'era dove potremmo soppiantare i politici con i computer, molto più regolari, utilizzando una rete interna, quindi non intaccabile e soprattutto, i computer costerebbero quasi niente e la popolazione ne gioverebbe.
Il pianeta è inquinato con il carbionio radioattivo in eccesso da quello naturale per 3500 anni più del dovuto, i campi elettrici stanno rovinando la salute delle persone e provocano disfunzioni nella fauna e nella flora, per non parlare della radioattività....
Estranea pure la politica dal dialogo, che non centra, se non per il fatto che se un governo fà qualcosa, non lo fà da solo. Prima o poi toccherebbe anche a noi, vedi che succede in Europa? Ragionando come tu dici, potremmo tranquillamente alloggiare in loculi :lol:
Non ho tempo.

Rispondi