Associazione Studi Sciamanici

Avatar utente
Spanda
Messaggi: 3
Iscritto il: ven nov 02, 2018 5:47 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Spanda » dom nov 04, 2018 2:34 pm

Interessante!
Sopratutto l'idea di creare una specie di circolo privato, uno spazio protetto dove ritrovarsi e praticare insieme.
Leggevo da qualche parte che in America fanno proprio cosi; si ritrovano regolarmente ogni tot di mesi per bere ayahuasca in piccoli gruppi di amici. Visti gli alti costi delle cerimonie, sarebbe la maniera per fare un percorso serio con l'aya senza spendere cifre folli.
Inoltre praticamente tutte le associazioni che offrono cerimonie in Europa utilizzano "facilitatori", mai sciamani. Quindi non vedo perchè non potremmo farlo fra noi.

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
Meruem
Messaggi: 21
Iscritto il: mer ago 08, 2018 10:14 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Meruem » gio apr 11, 2019 6:02 am

Io sono di torino.

Eventualmente ho agganci in centro e sud america per curanderi (veri) e magari se ne può parlare, andare a fare qualche mese di studio con un maestro.


Raga io direi di organizzare un meeting dalle parti di milano, conoscersi e parlarne, male che vada abbiamo fato un ritrovo di un WE
////////////////////////
Ex Omni, Nihil
\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\
Om Namah Sivaya
////////////////////////

Avatar utente
Lagreen
Messaggi: 2
Iscritto il: gio mag 09, 2019 7:49 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Lagreen » dom mag 12, 2019 6:29 pm

Con non poca apprensione (che poi si dissipò) ebbi la prima esperienza di Aya 5 anni fa circa. Iniziai proprio con l'associazione internazionale che oggi propone anche altri rimedi amazzonici.
Forse inutile dire che dietro (ma nemmeno tanto "dietro"), c'è una schiacciante macchina per far soldi. Molte cose millantate... come l'elaborazione della sessione notturna che avviene il mattino dopo, che non è ad opera di specialisti ma di persone che hanno un'infarinatura di psicologia o cultura generale su temi olistico-spirituali.
In ogni caso feci diversi ritiri che ai tempi economicamente ho potuto sostenere. Poi ho partecipato ad incontri privati e sciamanici dalle mie parti (lazio) ed un paio all'estero. Ho conosciuto la jurema (mimosahuaska) che per più di un anno ho cucinato di mia mano ed assunto. Successivamente ho organizzato cerimonie mie con la partecipazione anche di miei clienti-amici; ero coadiuvata dal mio partner con il quale ora non c'è storia ;-)
Sono dentro gli studi e la pratica sciamanica da circa 15 anni, mentre la spiritualità in particolar modo con riferimento all'Alchimia Spirituale oltre che a vari altri indirizzi di pensiero, mi appartiene da sempre ed oggi fa anche parte del mio lavoro: sono una donna e non una ragazza ;-)
Così tra non molto mi accingerò a sperimentare il San Pedro secondo la mia cucina ;-) e che è l'unico dal quale in passato ho ricevuto la "visione". Aya e Jurema le ho perlopiù "sentite", anche ai massimi livelli, ma non "viste".
Quando potrò tornerò anche a preparare Aya e Mimosa.

Tutto questo per dire che se questo topic è ancora attivo io sono interessata a condividere ed anche a dare vita a spunti allargati dove creare la condizione per far fruire la medicina a chi è interessato. ;-)

P.S. Quoto l'idea dell'associazione a carattere "mistico-farmaceutico" suggerita da era.

Avatar utente
era
Messaggi: 529
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da era » dom mag 12, 2019 9:51 pm

Lagreen ha scritto:
dom mag 12, 2019 6:29 pm
... in particolar modo con riferimento all'Alchimia Spirituale oltre che a vari altri indirizzi di pensiero,
Interessante, che glossario viene utilizzato per tale pratica? (Lo chiedo perché adoro l'alchimia elementare)
P.S. Quoto l'idea dell'associazione a carattere "mistico-farmaceutico" suggerita da era.
Per quotare puoi utilizzare i comandi "quote".
Secondo me è fondamentale riscoprire l'utilizzo terapeutico secondo le pratiche legate all'instaurare un contatto con l'entità che ci fornisce i principi cercati. Fossimo nella società che molti desiderano, si parlerebbe di conoscenza, di concetto della realtà...

Biancaneve

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Biancaneve » gio giu 20, 2019 2:08 pm

Sono dubbiosa perché la legislazione in Italia non è chiarissima e, per ora, l'uso di ayahuasca è consentito, o meglio non è vietato, per uso rituale/religioso.
Ciò significa che resta alto il rischio di avere grane con la giustizia. Ho visto che anche nella famosa Chiesa ci vanno cautissimi, fin troppo.

Non mi fido nemmeno di pseudo sciamani importati alla bell'e meglio.

E spostarsi in Sud America continuamente è un costo troppo oneroso per la maggioranza.

Io sono dell'idea di creare una STORIA qui in Italia, facendosi aiutare proprio dalla Madre.
Ciò sarà sicuramente più lungo e complicato ma si potrebbero costruire delle reti sociali e spirituali molto solide tra di noi.

A questo proposito Madre Aya mi ha suggerito le "città rifugio " durante una sessione di Santo Daime.

Io ci sono se ne volete parlare.

Pace.

Sem
Messaggi: 348
Iscritto il: mer set 14, 2016 11:51 am

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Sem » ven giu 21, 2019 11:22 pm

Biancaneve ha scritto:
gio giu 20, 2019 2:08 pm
Io sono dell'idea di creare una STORIA qui in Italia, facendosi aiutare proprio dalla Madre.
Ciò sarà sicuramente più lungo e complicato ma si potrebbero costruire delle reti sociali e spirituali molto solide tra di noi.
;)

Ti andrebbe di dirci di più su queste città rifugio?
Finchè giudichi non sarai mai libero

"La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe.
Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine,
credette di possedere l'intera verità."
Mevlana Rumi, Sec. XIII

Biancaneve

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Biancaneve » ven giu 21, 2019 11:37 pm

È difficile riassumere in poche parole però cercherò di farlo senza risultare troppo noiosa.

Nelle mie peregrinazioni, con e senza Aya, ho visto diversi fatti che accadranno nel mondo e che lo sconvolgeranno. Ho visto che questi cambiamenti porteranno molta distruzione e sofferenza ma solo per chi non sarà preparato e non si saprà adattare.

Chi avrà compiuto invece un cammino di distacco dagli attaccamenti terreni avrà vita più semplice perché, così leggero, sarà maggiormente connesso alle realtà superiori che agevoleranno la transizione dell'umanità verso una società più libera, pacifica ed evoluta.
Ho visto dei centri energetici formati da coppie integrate, levitiche, difendere la vita. Queste saranno le città rifugio, sono nominate anche nella Bibbia.

Sem
Messaggi: 348
Iscritto il: mer set 14, 2016 11:51 am

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Sem » sab giu 22, 2019 12:03 pm

Si ora capisco bene ciò che dici.
Grazie per il chiarimento.
Finchè giudichi non sarai mai libero

"La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe.
Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine,
credette di possedere l'intera verità."
Mevlana Rumi, Sec. XIII

Avatar utente
Invernomuto
Messaggi: 576
Iscritto il: lun lug 17, 2017 6:02 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Invernomuto » sab giu 22, 2019 12:08 pm

che bello vedere che questo mio vecchio post ha suscitato interesse, purtroppo sarò sincero, quello che piu' mi ferma dal registrare un associazione di questo tipo è che voglio evitare attenziono indesiderate, coltivo erba e estraggo dmt, devo necessariamente volare sotto i radar, comunque son di milano, ci si può organizzare magari per fare qualche assunzione in compagnia

Biancaneve

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Biancaneve » sab giu 22, 2019 12:55 pm

Invernomuto ha scritto:
sab giu 22, 2019 12:08 pm
che bello vedere che questo mio vecchio post ha suscitato interesse, purtroppo sarò sincero, quello che piu' mi ferma dal registrare un associazione di questo tipo è che voglio evitare attenziono indesiderate, coltivo erba e estraggo dmt, devo necessariamente volare sotto i radar, comunque son di milano, ci si può organizzare magari per fare qualche assunzione in compagnia
Per ora l'assunzione in compagnia non mi interessa, un caffè e due chiacchiere, al massimo.

Invece mi interessa fortemente lo sviluppo futuro di queste tematiche che, in parte, vedo.
Per esempio ho visto chiaramente che se non ci si allineerà al dialogo interreligioso che ha visto istituire nel 93 un parlamento mondiale, l'uso di certe sostanze verrà sempre più perseguito.
Perciò io cavalcherei la linea di pensiero dell'etica mondiale, almeno per un lungo periodo.

Sarebbe da ragionarci.

Avatar utente
Invernomuto
Messaggi: 576
Iscritto il: lun lug 17, 2017 6:02 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Invernomuto » sab giu 22, 2019 1:03 pm

@Biancaneve si, tempo fa feci questo post viewtopic.php?f=16&t=5603 dove mi chiedevo proprio fino a che punto la libertà religiosa e di autocura può tutelarci, temo sempre che qualche genio si svegli con la voglia di aggiornare tabelle

Biancaneve

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Biancaneve » sab giu 22, 2019 1:38 pm

Il punto è che occorre essere OLISTICI per abbracciare anche le punte più estremiste di religioni che, sottobosco, dilagano.
E nessuno lo fa perché la paura blocca, chiude.

L'ho visto personalmente, anche al Daime: luce e fumigazioni per scacciare altrui DEMONI non accorgendosi MINIMAMENTE di quelli insediatisi stabilmente all'interno della Chiesa.

Occorre quindi abbracciare anche i demoni, le parti più oscure ed in ombra dell'essere umano se si vuol cavalcare la tigre o la Bestia, che dir si voglia.

Perciò non ci sarà CHIESA che tenga, tra poco, a meno che non abbia una formula omnicomprensiva.
Per questo le città rifugio davano asilo anche agli assassini.

Avatar utente
CloneXY
Moderatori
Messaggi: 1068
Iscritto il: dom set 13, 2015 12:25 pm

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da CloneXY » sab giu 22, 2019 6:59 pm

Buonasera a tutti, mi inserisco nel discorso per esporre qualche mia riflessione, in caso accetto volentieri critiche.
Non ho mai provato l'aya (ma ho in mente di prepararmi una anahuaska da tempo), solo abbastanza dmt, changa, 5-meo-dmt, funghi e altre triptamine e sono le mie sostanze preferite in assoluto. Ho iniziato a sperimentare che ero ancora minorenne e neanche tanto informato, ora sono passati 10 anni. Non ho mai approfondito davvero le culture sciamaniche o precolombiane, mai letto Castaneda (lo so, lo so...) se non una biografia su di lui, poi ho letto un po' di beat generation, burroughs, thompson... Un po' di Huxley, Hoffman, qualche Samorini e un bel po' di altra roba che non riguarda gli psichedelici. A parte aneddoti vari ed eventuali letti in giro il grosso della mia cultura psichedelica si ferma qui. Questa lunga premessa giusto per rendere l'idea che il mio approccio alla psichedelia non ha avuto riferimenti particolarmente solidi, ma l'ho vissuta molto a modo mio, ovviamente con una impostazione di pensiero da occidentale che ha fatto studi classici e posso dire di aver raggiunto qualche "achievement" a livello personale di cui mi ritengo abbastanza soddisfatto...
Ora, dal momento che anche l'aya di per se non sia una medicina usata da millenni come molti pensano, ma solo da qualche secolo (le prime addirittura con ricette parecchio diverse, dove ad esempio non c'era traccia di dmt ma nicotina a palate) e con rituali che mi è parso di capire cambino abbastanza in base ai luoghi e ai curandero, una cultura che ha dunque alle spalle una tradizione che potrebbe essere abbastanza giovane e grezza (non per forza sbagliata)... Insomma non credete che certe impostazioni di pensiero possano diventare limitanti? Specie per gente che di base ha linguaggi, ideali, simboli, stili di vita e qualt'altro molto diversi (e non per forza sbagliati, ma non mi piacciono i paragoni).
L'idea dell'associazione culturale è molto carina, ma non credete che potrebbero saltare fuori cose ben più interessanti se si partisse proprio da zero per poi "evolversi" nella direzione che la medicina stessa ci indichi? Ad esempio partire le prime volte con raduni dove ci si conosce e si consuma assieme, per poi cercare di trarne qualche idea da condividere, per poi costruire una cultura del gruppo che nascerebbe spontaneamente da questi "esperimenti".
Detto ciò se si creasse davvero l'associazione mi farebbe tanto piacere, ma difficilmente parteciperei dal momento che abito su un'isola e più vado avanti e più accumulo impegni.
Fatemi sapere se sono riuscito a rendere l'idea
λάϑε βιώσας
https://t.me/DrogaNews

Biancaneve

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Biancaneve » sab giu 22, 2019 7:53 pm

Sì l'hai resa benissimo e sono d'accordissimo.
Le limitazioni le ho viste personalmente, assurdi dogmi, riti, simboli perfettamente inutili.

Non si tratta di non rispettare una cultura, affatto, si tratta, secondo me, di adattare un MEZZO ad un percorso soggettivo e personalissimo.
E ad un percorso SOCIALE che si sta prospettando e che sta muovendo in fretta le sue gambe!

Invece il MEZZO viene idolatrato e difeso come un Dio diventando unico SCOPO.

Non so se capisci... si percepisce chiaramente anche parlando con certi fattoni del Daime che dopo 20 anni sono ancora fermi lì, alle immagini colorate, incapaci di fare un vero salto di qualità nonostante rispettino tutti i divieti e le regole di sta minchia!
Scusate l'eufemismo!

Non vedono niente, nemmeno il loro personalissimo futuro e, se lo vedono, non lo comprendono.
Io sono rimasta sconvolta.

Questo perché non c'è vera apertura, perché si difende la fattanza, la dipendenza e NON la CRESCITA che ti mette continuamente in discussione!

Così anche la simbologia ha un unico senso, dogmatico e prettamente cattolico.

Io ho esplorato anche il mondo satanista, musica, simboligia, profezie... ho avuto un'esperienza bellissima senza Aya, solo con un canto dell'Ordine dei Nove Angoli ed ho personalmente conosciuto satanisti davvero in gamba e cattolici di merda.

Perciò le etichette mi fanno schifo.

Se il sole sorge sui giusti come sugli ingiusti, anche l'Aya dovrebbe essere un'esperienza aperta a chiunque, perché tutto può arricchire.

Biancaneve

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Biancaneve » sab giu 22, 2019 7:57 pm

Aggiungo solo una cosa, io sono sicura che non sarà sempre legale l'Aya nemmeno in ambito religioso a meno che non si cavalchi l'onda di ciò che sta per arrivare!

Per questo, personalmente, pensavo di regolamentare una eventuale aggregazione prima del tracollo.
Però ci si può arrivare insieme, nel tempo.

Avatar utente
Nabucodonosor
Messaggi: 32
Iscritto il: sab set 22, 2018 3:26 am

Re: Associazione Studi Sciamanici

Messaggio da Nabucodonosor » ven set 13, 2019 1:48 am

Questo argomento mi interessa tanto. Vorrei dire la mia: al momento l ´ayahuasca é un bel business. É una cosa davvero triste, se pensiamo alla purezza in sé della Medicina... Tutti quelli che dicono di essere sciamani, si riempieno la bocca di parole piú grosse di loro... nessuno si eleva a sciamano, curandero....sono gli altri che devono considerarti tale......queste persone hanno solo capito come sfruttare il fascino generale sollevato dal trend di quella classe benestante occidentale che al giorno d ´oggi vuole sapere e provare tutto, sicché arrivano queste persone che il solo fatto di avere il passaporto o il dna centro-sud americano e la parlata dell´impero spagnolo gli fa credere di poter ABUSARE della parola sciamano e riempire di frottole la testa degli avventori..... questi personaggi, millantatori e vanagloriosi, fanno veri e propri tour in giro per l´europa a caccia di anime che paghino profumatamente, perché infatti loro questi PSEUDO rituali li vanno a fare solo li, non se ne fanno nulla loro dei pesos, dei bolivar, dei real, loro vogliono i beneamati EURO, DOLLARI, POUND.....e li da loro poi non avrebbero credito ALCUNO perché se andassero professando le loro cialtronerie nella selva verrebbero lapidati.......
Sicché ragazzi miei mi sento di dire diffidiamo di questi buffoni, i veri sciamani sono altrove e non organizzano sedute colletive da "mettine dentro quanti piú possibile", non si fanno pagare o almeno non cosi profumatamente e non prendono aerei per venire da noi....
tutto ció per dire che: mi farebbe piacere vedere questo progetto decollare per due motivi:
Primo - non c´é bisogno di qualche sciamano che ci mostri la strada, semplicemente perché non ce ne sono per come la vedo io, non avrei nulla da imparare da simili farlocchi a caccia di soldi facili con cambio favorevole. I veri possessori di conoscenze NON si fanno pagare e condividono il loro sapere e lo mettono a favore del prossimo
Secondo - un progetto come quello del post sarebbe una piccolissima cosa, ma comunque qualcosa di alternativo ai tanti impostori che agiscono indisturbati bestemmiando in nome della Medicina. io sinceramente piuttosto che far andare una povera anima in pasto a quei vendifumo ciarlatani ci rimetterei io i soldi e lo inviterei a mie spese a farsi una cerimonia quantomeno con purezza di intenzioni e accortezza......
Scusatemi se mi sono dilungato ma é un argomento che trovo delicato, volevo dire la mia. Se mai se ne dovesse fare qualcosa, io ci sarei. Piú che motivato a investire le mie conoscenze e le mie energie a favore di qualcosa cosi

Rispondi