Qui comincia il mio grande viaggio.

Siate educati e presentatevi o, se venite da psychonaut, ripresentatevi qui
Rispondi
dra794
Messaggi: 5
Iscritto il: sab giu 15, 2019 12:41 am

Qui comincia il mio grande viaggio.

Messaggio da dra794 » sab giu 15, 2019 1:04 am

Qui comincia il mio grande viaggio. Sono David, 25 anni, di Roma.
Non dico di avere la vita peggiore del mondo, ma sicuramente rispetto alla media dei miei coetanei ne ho passate tante, tante davvero. E molte ne sto passando.
Da qualche anno soffro di strani sintomi, che gli inglesi chiamano "Brain Fog". Premetto che sono nato con un QI molto alto, dunque i sintomi riportati sotto sono una cosa totalmente anomala per me.
Essenzialmente parliamo di:

- Confusione mentale
- Scarsa memoria e concentrazione
- Scarsa energia mentale (che si riflette poi in un senso di stanchezza fisica)
- Senso perenne di stordimento

Il tutto, 24/7. Le analisi non hanno riscontrato nulla di patologico. I medici hanno dunque pensato potesse trattarsi di depressione, cosa che inizialmente credevo anche io. Ora, per molti motivi, non ci credo più. Nonostante cerchino di convincermi che sono depresso, io so di non esserlo. Faccio sport, studio la materia che mi piace all'università, ho una splendida ragazza, vado a cena fuori al ristorante, ho qualche amico, ho degli hobby.. Insomma: porto avanti tutte le mie attività giornaliere senza alcuno dei sintomi che il tipico depresso avrebbe.
Personalmente, credo di avere un qualche squilibrio neurochimico nel cervello che mi causa una perenne forma, seppur leggera, di depersonalizzazione/derealizzazione. Son solo ipotesi, sto ancora indagando.

Tutto questo per dirvi cosa? E perchè sono qui?

Sono qui perchè sto seguendo degli studi sulla Psylocibina che affermano che essa possa fare un vero e proprio "reset" del cervello. Ho sentito l'esperienza di un amico brasiliano con i miei stessi sintomi che dopo un trip è "rinato" e, dopo 28 anni di brain fog, è di nuovo felice come quando era un bambino. Mi fido di lui, non mi racconterebbe mai frottole.

Cercherò dunque informazioni su questo sito, valuterò le vostre esperienze e valuterò se provare questa esperienza.

Ho letto di ottimi risultati con il "microdosing", mentre qualcun altro suggerisce "la botta secca", un bel trip deciso e via.
Da dove posso iniziare per raccogliere informazioni sulle tipologie di funghi, su dove reperirli, sulle esperienze, e così via?

Grazie di cuore a tutti, un forte abbraccio!

P.S. = ATTENZIONE. A COSTO DI SEMBRARE ANTIPATICO DEVO AGGIUNGERE QUEST'ULTIMA NOTA. PREGO DI COMMENTARE SOLO CHI SA REALMENTE DI CHE COSA STA PARLANDO. ASTENERSI PERSONE CHE PRENDONO A RIFERIMENTO "SOLO LA PROPRIA ESPERIENZA" DANDOLA COME REALTà ASSOLUTA, PERSONE CHE PARLANO PER SENTITO DIRE, PERSONE CHE VOGLIONO CONVINCERMI CHE SONO SOLO DEPRESSO E CHE CON DUE CANNE E UN PAIO DI SEDUTE DALLO PSICOTERAPEUTA MI PASSA TUTTO (Mi son fatto ben più di due canne ed ho consultato fatto già ben più di due sedute.. zero risultati)... INSOMMA, ASTENERSI "CHIACCHIERONI", IN OGNI SENSO. GRAZIE E SCUSATE LA PRECISAZIONE.

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: Qui comincia il mio grande viaggio.

Messaggio da Ærials » sab giu 15, 2019 1:43 am

Non aggiungerò nulla alla discussione di per sè, ma voglio dire che non sei solo, purtroppo soffro esattamente degli stessi sintomi da anni, al punto che ho abbandonato la scuola, ed ormai faccio fatica a fare qualsiasi cosa che riguardi imparare, avere idee, ecc..
L'unica cosa che mi sveglia un pò rendendomi attivo è suonare e cantare, ma purtroppo manco anche di motivazione, energia e creatività per scrivere proprio canzoni mie. Ho cercato ovunque, ho parlato con un sacco di persone, ho provato di tutto, ma nulla è servito. A breve proverò il mio primo psichedelico in assoluto, tartufi allucinogeni, e spero anche io come te che questi possano essere la mia salvezza. Non si può vivere così, soprattutto se stai cercando di costruirti una carriera da musicista, artista, o altri mestieri estremamente basati sullo stato psicologico. Non riesci a fare nulla, non riesci a concentrarti, non riesci ad avere idee, fare connessioni, anche solo giocare a D&D è faticoso. Saranno effettivamente 5 o più anni, ed in più ho la sensazione di essere in un sogno.

Comunque, aggiornerò sui risultati dopo il trip

dra794
Messaggi: 5
Iscritto il: sab giu 15, 2019 12:41 am

Re: Qui comincia il mio grande viaggio.

Messaggio da dra794 » sab giu 15, 2019 3:01 pm

Amico mio, so bene ciò che stai provando. Ho in mente di fare una enciclopedia e raccogliere "i sintomi" per cercare di risolvere la malattia. Ti andrebbe di scambiare quattro chiacchiere su Telegram? (è totalmente anonimo). Il mio nickname lì è: David794 . Sono davvero interessato a sapere che risultati hai dal trip, potrebbe cambiare anche la mia vita. Grazie mille e tienimi aggiornato!

P.S. = Mille auguri per il tuo lavoro di artista!

Avatar utente
Fohat
Messaggi: 159
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Re: Qui comincia il mio grande viaggio.

Messaggio da Fohat » ven giu 21, 2019 5:04 pm

ciao david, benvenuto!
devo dire che mi sono riconosciuto in questa cosa che dici
Faccio sport, studio la materia che mi piace all'università, ho una splendida ragazza, vado a cena fuori al ristorante, ho qualche amico, ho degli hobby.. Insomma: porto avanti tutte le mie attività giornaliere senza alcuno dei sintomi che il tipico depresso avrebbe.
di avere una vita normale e anche soddisfacente sul piano oggettivo, perché non si ha nessun sintomo forte tanto da frenarci. però essere molto molto spesso, rispetto ai coetanei, "depressi" e anche un po' depersonalizzati. LEGGERMENTE, come dici, ma abbastanza da stare anche male a volte, magari chiusi in casa in loop di pensieri tali da far venire una fitta alla testa.

detto ciò però non ti do consigli in merito perché non so cosa possa essere e non sono qualificato a farlo. (ora inizia la parte che non dovrei scrivere visto il tuo chiarissimo Post Scriptum, perdonami, ma dirti solo "mangiati/non mangiarti i funghi" senza introduzione mi pareva bruttino)
io, personalmente, ho sempre rifiutato l'idea del "disturbo" mentale di qualche tipo, da riconoscere, etichettare e risolvere. sono convinto che un disturbo sia tale solo se effettivamente... disturba. "non avere i sintomi tipici del depresso e portare avanti una vita normale" per me significa semplicemente che ho la caratteristica di essere profondo, e questa sensibilità fa sviluppare tutta una serie di pensieri e percezioni anche non del tutto mentali che portano vari "scombussolamenti". forse questa caratteristica è un handocap alla vita, ma più passa il tempo e più vedo come gli altri abbiano alla fine problemi diversi ma non meno difficili, e che alla fine ogni essere vivente è un aborto di creazione, nel senso che "cede" in qualche sua parte, e porta in sé le imperfezioni e i difetti che segnano il suo essere mortale, il suo destino di decadenza.

probabilmente ho divagato. in ogni caso ora posso dirti che, microdosing o botta secca, gli psichedelici, specialmente funghi, dmt, lsd e insomma quelli "standard", sono strumenti molto utili e potenti. ma io sconsiglio di vederli come medicine, nel senso di qualcosa che ti dà un "reset".
lo dico perché uno poi si illude fi risolvere e non succede. è vero che possono resettarti, ma non è solo quello, e in realtà cambiano tutto e non cambiano nulla.
non cambiano come sei fatto, capisci? cambiano la tua storia per sempre, ma non te.
ti schiariscono la vista su ogni cosa, ti aprono porte a profondità che non conoscevi, ti rendono più facile,dopo, capire. e tante altre cose che non sono bem comunicabili. però è un percorso. sono maestri, non medicine. devi lottare, impegnarti, amare la tua storia come necessità, perché è l'unica cosa che hai, che sei... rimani sempre, anzi ti immergi ancora più totalmente, nel flusso della vita, con le sue dinamiche. non fai un viaggio FUORI dal mondo dove trovi la soluzione ai tuoi problemi, poi torni e fai le tue cose di sempre. i due mondi sono comunicanti, sono lo stesso mondo, sono uno l'approfondimento simbolico dell'altro.

quindi: se fai microdosing non rischi nulla a livello di traumi, dunque puoi vedere un po' tu come fare. però se non capisci il funzionamento degli psichedelici secondo me non ne riesci a ottenere granché.
per capirlo è più facile andarci di dosi piene, però ricordati che se non lo capisci da solo... te lo insegnano loro a suon di bastonate :lol: e se non eri pronto alla batosta puoi rimanerne traumatizzato. si guarisce dal trauma? io direi di sì, sicuramente, ma per farlo devi capire. siamo sempre lì...

il mio consiglio finale è: non scegliere microdosi o dosi piene. parti da dosi molto basse (poco più delle microdosi) e sali piano piano fino a dosi anche alte. prenditi tempo, non azzardare. poi fai anche microdosing, ma ricordati che se è facile da gestire anche nella vita di tutti i giorni senza dedicargli tempo, è anche difficile da far fruttare se non comprendi la natura della sostanza.
fai un po' di tutto insomma, e non fare nulla senza un approccio umile, senza speranze o prestese, e prudente.

spero di non essere stato antipatico io :p e di averti aiutato come inizio. buon PERCORSO, appunto,

Fohat.
tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

Danielarturo
Messaggi: 47
Iscritto il: sab mar 09, 2019 7:58 pm

Re: Qui comincia il mio grande viaggio.

Messaggio da Danielarturo » sab giu 22, 2019 6:10 pm

Wow @Fohat che bel post. Tutte informazioni giuste e sincere. Condivido ogni parola. Saluti.

dra794
Messaggi: 5
Iscritto il: sab giu 15, 2019 12:41 am

Re: Qui comincia il mio grande viaggio.

Messaggio da dra794 » gio lug 04, 2019 6:32 pm

Concordo con danielarturo.. grazie davvero amico . Gran bel post, grazie del tempo che hai impiegato e dei preziosi consigli!!!!

Rispondi