La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Rispondi
Avatar utente
EinSchonerTag
Messaggi: 145
Iscritto il: mer apr 13, 2016 10:04 pm

La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da EinSchonerTag » mer mag 18, 2016 10:48 pm

E' mio desiderio che questa esperienza scritta su psychonaut sia presente anche qui, molti l'avranno gia letta ma penso ci sia qualcuno a cui possa interessare, risale a settembre 2014. Se agli Admin non va bene per qualche motivo che mi facciano sapere io non ho nessun problema. Copio e incollo qui di seguito, grazie.

Un ciao a tutti mi sono da poco iscritto qui e sento il dovere di condividere con voi la mia prima esperienza con l'LSD, avvenuta piu di una settimana fa. Dubito che qualsiasi persona che mi conosce sia in grado di concepire quello che sto per dirvi, anzi sono sicuro che si allarmerebbero tutti all'ennesima potenza. Pensate che sono arrivato molto vicino a far saltare fuori tutto...ma non so se qualcuno lassu' o la mia forza di volonta' nonostante tutto mi ha aiutato a superare il momento.Vi spiego, dunque nella mia vita le esperienze con "le sostanze" sono state molto poche ma quelle che ricordo piu belle le ho passate con l'MDMA a ballare quando ero molto piu giovane. Nel tempo quelle esperienze sono rimaste in un cassetto nella mia mente che ogni tanto aprivo quando avevo voglia di evadere dallo stress e pensavo sempre che mi sarebbe piaciuto riviverle. Ma con l'andare avanti negli anni, lavoro, impegni e amici che cambiano non ho piu' avuto la possibilita' di avvicinarmi a quelle esperienze.Ultimamente mi e' tornata viva l'idea di provare esperienze simili soprattutto di tipo psichedelico, anche perche' fino a poco tempo fa non avevo idea cosa fosse effettivamente una esperienza di quel tipo.Ho trovato fondamentalmente il sistema di procurarmi tutto il necessario e un sabato ho colto l'occasione.Ero sicuro di passare sabato e domenica da solo in casa, la mia compagna era fuori per il week end.Avevo una decina di blotter di LSD, teoricamente da 100-125, alle 14:30 circa prendo il primo.Premetto che non avevo la minima idea a cosa andavo incontro. Pensavo di provare sensazioni simili al MDMA con effetti visivi diciamo. Mi ero documentato, ma sicuramente non abbastanza. Lascio passare circa 50 min e non noto alcun effetto. Credendo che la dose di un blotter fosse poca perche' avevo il dubbio che invece di essere 120-125 a blotter fossero complessivamente tutti e 10 insieme quella quantita' decido di prenderne un altro alle 15:30. Intanto ascoltavo le mie musiche trance preferite e mi assicuravo che nessuno da fuori mi vedeva in casa. Piano piano noto che qualcosa sta cambiando in me. Noto che certe cose in casa mi colpiscono visivamente come non e' mai successo. Incomincio a sentire dei cambiamenti anche nel mio corpo. Mi sembra che i muscoli delle gambe si contraggono da soli. Inizio a sentirmi "svarionato". Intanto la musica continua ad andare. In poco tempo mi sembra di sentire tutto il corpo rigido. La visione e' distorta, le mie mani lasciano la scia nell'aria mentre le muovo. Nel frattempo mi accorgo che forse i 2 blotter erano troppo forti per me. Mi sdraio sul divano. Ma nulla mi fa presagire a quello che provero' a breve. La mia ragazza mi messaggia al cellulare. Ricordo che il cellulare mi sembrava "molle" e distorto, e' davvero difficile descrivere quelle sensazioni. Io le rispondo, con molta fatica perche' la tastiera del telefono era davvero difficile da distinguere e soprattutto schiacciare le lettere giuste. Le scrivo un messaggio tranquillizzante che e' tutto ok. Poi mi chiama. Le rispondo. Il telefono appoggiato all'orecchio mi sembrava piegarsi da talmente era molle. Piu lo tenevo li piu prendeva forma del mio viso. Mi sembrava avere una voce strana al telefono, la mia intendo, e mi accorgevo che le frasi di risposta alla mia ragazza erano "insolite". Ma non in senso negativo, anzi molto scherzose. Intanto visivamente le cose erano molto distorte, ma non sono riuscito diciamo a sfruttare bene il momento, perche' quella strana sensazione in tutto il corpo mi faceva sentire come se non stavo bene e mi sono coricato sul divano ascoltando musica. Poi ragazzi ad un certo punto e' successo l'inaspettato, l'incredibile, qualcosa che non avrei mai immaginato. Sono scomparso. Il mio io era partito per un viaggio veramente. Per circa 60-70 minuti non ero piu li. Tutto era un vortice. La sensazione nel mio corpo era indescrivibile. Sentivo un vortice di sensazioni incredibile. Ogni muscolo che muovevo era come se sentivo ogni fibra del muscolo muoversi. Un vortice. La mia coscienza non c'era piu. Notavo pero' che tutto il peso sullo stomaco accumulato dallo stress dei giorni passati era sparito. E dentro di me dicevo " E se non torno piu'?"...poi dicevo " massiii dai non torniamo piu"...ma la mia attenzione al mondo esterno non c'era. Andavo avanti e indietro in casa. Prima di questa cosa ricordo che mi sono vestito perche' dicevo che se mi trovavano in qualche condizione strana almeno ero vestito bene. Ogni tanto guardavo la serratura della porta di casa se si apriva perche' il tempo era una cosa che ormai non conoscevo piu e avevo paura che tornasse la mia ragazza improvvisamente. Ricordo che sentivo il rumore delle chiavi che giravano...anche se dentro non vi erano chiavi. Cio che vedevo era talmente paradossale e distorto che non mi concentravo su cio che mi si metteva davanti. Una cosa che non avrei mai immaginato. Non mi interessava piu nulla. Pensavo che tutti gli interessi della mia vita non avevano piu senso, non mi interessavano. La cosa un po mi faceva paura, ma un po mi piaceva e continuavo a dire "massiii dai sara' come sara'". Ad un certo punto la mia coscenza e' tornata, mi rendevo conto di cio che mi succedeva e ho urlato esclamando a pugni chiusi "siiiiiii sono tornaaatooooo cazzzoooo!!!!io torno sempre seeeeee" ed ero contento. Ma il vortice del trip proseguiva. I momenti dentro il trip e fuori dal trip si alternavano. Il vortice lo sentivo partire dalla punta dei piedi e salire fino in testa. Quando saliva mi estraniavo dalla realta'. La sensazione era davvero incredibile e col senno di poi bellissima. Controllavo sempre di idratarmi, bevevo a collo dalla bottiglia, essa si deformava e assumeva un colore blu intenso insieme all'acqua che bevevo. Cio che vedevo era tra il fantastico e l'impressionante, perche' non ero pronto a cio che mi aspettava. Nei momenti di pseudo lucidita' sono riuscito a far registrare un video col cellu di lunga durata. Quando il vortice arrivava alla mia mente mi sentivo in pace, uno strato piu profondo di me parlava con quello piu superficiale sembravano due persone distinte, quello piu profondo diceva di stare calmo, di non preoccuparsi troppo delle cose e degli altri e di godersi la vita. Gli diceva di non diventare matto, che non conviene e che e' tutto a posto e di non continuare a pensare alle cose che ci si stressa e stop. Quelle parole erano davvero comfortevoli, come se mi stesse a parlare mio padre che non c'e' piu. Ma ero io che parlavo, la parte piu profonda di me. Ricordo che gli occhiali da vista mi davano fastidio e li avevo tolti...ma ci vedevo "bene". Capivo che se mi concentravo su una cosa da fare riuscivo a rallentare il vortice. Se mi sedevo e mi rilassavo ripartivo. I colori delle luci erano fenomenali. Ogni luce aveva mille sfumature cangianti. I suoni erano ben distinti gli uni dagli altri. Ma nulla mi dava fastidio, li accettavo. Ricordo che la musica proseguiva nella casa...ma non ero particolarmente attento ad essa. Ricordo proprio che il vortice mi faceva passare da uno stato talmente elevato e fuori dalla realta' tanto da non avere quasi la percezione del proprio corpo, a quello invece di rendersi conto di avere un fisico distinto, per poi ripartire come in loop. Quanto sentivo il mio fisico era " stancante" rispetto al momento dove il tutto era concentrato nella mia mente, nel pieno del trip. Ad un certo punto la mia ragazza mi chiama al telefono. Non posso non risponderle, si preoccuperebbe. Le rispondo. La sua voce era come una telefonata di un angelo ad un condannato all'inferno. Era chiara, limpida, piena di amore, ed io ero pieno d'amore per lei. Le mie risposte erano sempre strane ma scherzose e la rassicuravo di divertirsi che era tutto a posto. Intanto il giorno passava. Mi accorgevo che fuori il sole calava.Ma la mia mente era piu attiva che mai. Andavo un po avanti e indietro stesso percorso in casa. Controllavo se tutto era a posto e davo un'occhio all'orologio. Il vortice sentivo che progressivamente, ma molto lentamente diminuiva. Lo sentivo distintamente partire dai piedi , passando tutti i muscoli delle gambe, fino al petto e fino in testa. Ho provato a sforzarmi di mangiare, aprivo il frigor, ma non sentivo la fame, non ne avevo bisogno. Ma mi sforzai. Ingoiare e masticare era una cosa stranissima. Avro' bevuto almeno 5 bottiglie d'acqua e pisciato innumerevoli volte. Solo per non rimanere disidratato. Scendeva la notte, non avevo sonno. Ormai ascoltavo il vortice che saliva e scendeva. Dalle 14:30 di sabato ormai erano passate tante ore. Guardavo la tv e mi fermavo molte volte a ossevare "intrippandomi" come si dice le varie immagini. I colori del tv erano piu belli e vivi che mai. Ricordo che avevo caldo. Ho acceso il clima. Ma l'aria puzzava di pesce. Ma non era vero ovviamente. Mi sono avvicinato al clima per annusare meglio, il clima mi sembrava un cesso sporco di verde. E l'aria che usciva mi appannava la vista. Guardavo le inferriate e si deformavano, ma non mi spaventavo, sapevo che era il trip. Ormai la notte era passata, il sole sorgeva, i colori alla finestra erano bellissimi. Ormai visivamente erano i colori ad essere diversi ma belli. Non ho dormito. Pensavo che avevo ancora tempo per "normalizzarmi" prima che la mia ragazza tornava. Mi guardavo le pupille frequentemente allo specchio ed erano dilatate, contavo le ore dall'assunzione dei blotter, e ormai si avvicinavano le 12, e lei in teoria sarebbe tornata per le 14 di domenica circa. Il panico. Non mi sentivo normale. Il vortice anche se lento c'era ancora, non passava. Facevo sessioni a continuare a camminare in cerchio a pensare come risolvere la situazione. Un panico mai provato. Capivo che se non mi sforzavo a calmarmi il panico mi poteva sovrastare. Era iniziata una lotta nella mia testa. Mi ripetevo "stai calmo, lascialo passare, stai calmo che passa". Ormai era pomeriggio , fortunatamente la mia ragazza ha ritardato la partenza. Ormai erano passate le 24 ore dall'assunzione e il vortice, lento, e il panico non passavano. Nel pomeriggio inoltrato per calmarmi ho preso dello xanax. Faceva poco. Allora ne ho preso ancora. 3 o 4 volte. Panico. Non sapevo che fare. Pensavo di dirle tutto....ma non potevo...chissa' cosa succedeva. Pensavo di farmi portare al pronto soccorso. Ma lottavo. Stai calmo. Stai calmo ripetevo in loop. Mai provato panico simile. Pensavo alla mia famiglia e alla mia ragazza cosa avrebbero pensato di me. Stai calmo. Sudavo. Mancava poco che chiamavo io il 118. E mi dicevo che avevo fatto una cazzata incredibile. Dovevo rilassarmi. Mi sono messo a letto. Alle 21 della domenica ormai erano ben oltre le 24 ore, senza mai dormire. La mia ragazza era in ritardo per fortuna. Poi magicamente....mi addormentai. Incredibilmente la mia mente aveva vinto. Ero calmo e dormivo.Il giorno dopo dovevo lavorare. Mi alzo con lei accanto. Il vortice non c'e' piu. E' rimasta una strana sensazione. Se mi fermo a fissare qualcosa, mi sento "vuoto" nel senso positivo, in pace. Percepisco il mio cervello che si agita a pensare....e capisco quando si "ferma". Fisicamente sono un pelo agitato e sudo quando lo capisco. Ma sono molto sollevato. Nessun peso sullo stomaco. Vedo la vita con altri occhi e con piu calma. Capisco che l'esperienza e' stata molto positiva nonostante il panico che ho vinto. Quelle sensazioni di "pace" mi durano ancora 4 giorni. Si alternano a momenti di ansia perche' ho paura che l'esperienza mi abbia segnato negativamente, ma col senno di poi e' stata molto positiva, pericolosa ma positiva. Mai e poi mai avrei potuto immaginare una esperienza simile.Ricordo anche che i miei movimenti avevano una calma e una lentezza mai avuta e la cosa mi piaceva molto. Ora quelle cose purtroppo sono un ricordo, anche se cerco sempre di stare piu calmo di prima.Credo che se avessi avuto un sitter avrei goduto al meglio tutto e avrei sperimentato meglio con le sinestesie e con i vari sensi. Ho scoperto che LSD in questione era il "needlepoint LSD". Meno male che non mi e' venuto in mente di uscire di casa!!! Ora quando vedo qualche immagine psichedelica capisco molto di piu il suo senso di prima!!!Grazie a tutti quelli che leggeranno la mia esperienza!!!

Grazie ancora a tutti!!!
We ask you to reevaluate the purpose of your life. To redefine the forces that rule you. To resurrect the codes of consciousness stored in your being. It is time for you to reclaim your knowledge as a creator through thought...

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
BlindFaith
Messaggi: 1494
Iscritto il: mar set 15, 2015 9:22 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da BlindFaith » gio mag 19, 2016 10:15 am

"Prima di questa cosa ricordo che mi sono vestito perche' dicevo che se mi trovavano in qualche condizione strana almeno ero vestito bene."

Hahahaha comico...classiche pare da trip, pure il fatto di ripetere le azioni, pure le continue pisciate, pure il pensiero che stia entrando qualcuno e pure la sgradevole sensazione fisica di 'rush'.

Grazie di averla riportata non l'avevo letta su psychonaut!! :)
"Pronto, Barbarella! Sei una tipica terricola femmina??" (cit. SuBuRbAsS)

"You don't possess me, don't impress me, just upset my mind. Can't instruct me or conduct me, just use up my time."
(King Crimson)

Avatar utente
EinSchonerTag
Messaggi: 145
Iscritto il: mer apr 13, 2016 10:04 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da EinSchonerTag » ven mag 20, 2016 10:09 am

Grazie a te Blind per averla letta ;-)
We ask you to reevaluate the purpose of your life. To redefine the forces that rule you. To resurrect the codes of consciousness stored in your being. It is time for you to reclaim your knowledge as a creator through thought...

Avatar utente
Inìgo
Messaggi: 323
Iscritto il: lun dic 21, 2015 9:44 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da Inìgo » ven mag 20, 2016 10:24 am

Bella esperienza, hai fatto bene a copiarla anche qua! Ma una domanda: le "needlepoint" non sono le micropunte in inglese? All'inizio però si parla di blotter... sono due cose diverse o mi confondo?

Avatar utente
BlindFaith
Messaggi: 1494
Iscritto il: mar set 15, 2015 9:22 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da BlindFaith » ven mag 20, 2016 10:40 am

In effetti anch'io sapevo fossero due cose diverse.. Anche se non ho mai capito/cercato di capire cosa sia una micropunta..
"Pronto, Barbarella! Sei una tipica terricola femmina??" (cit. SuBuRbAsS)

"You don't possess me, don't impress me, just upset my mind. Can't instruct me or conduct me, just use up my time."
(King Crimson)

Avatar utente
CloneXY
Messaggi: 1073
Iscritto il: dom set 13, 2015 12:25 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da CloneXY » ven mag 20, 2016 1:31 pm

Io le micro punte le immagino così http://media.crimeblog.it/m/mic/micropuntelsd.jpg
Comunque complimenti per l'esperienza, affrontare un trip così intenso e duraturo da soli a casa può mettere chiunque a dura prova, ma hai comunque saputo gestirlo bene!
Il report è scritto benissimo, dovresti metterlo anche sulla wiki!
λάϑε βιώσας
https://t.me/DrogaNews

Avatar utente
EinSchonerTag
Messaggi: 145
Iscritto il: mer apr 13, 2016 10:04 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da EinSchonerTag » ven mag 20, 2016 1:57 pm

Grazie a tutti per i complimenti, per me nessun problema per metterlo nella wiki, appena ho tempo studiero' come metterla.
Dunque il needlepoint LSD secondo le mie ricerche e' una "qualita" di LSD molto alta, pura e molto forte in teoria, almeno e' anche quello che mi e' stato detto dal venditore tedesco, ma io non lo sapevo e forse e' anche per quello che l'esperienza e' stata molto intensa.
We ask you to reevaluate the purpose of your life. To redefine the forces that rule you. To resurrect the codes of consciousness stored in your being. It is time for you to reclaim your knowledge as a creator through thought...

Avatar utente
Inìgo
Messaggi: 323
Iscritto il: lun dic 21, 2015 9:44 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da Inìgo » ven mag 20, 2016 5:12 pm

CloneXY ha scritto:Io le micro punte le immagino così http://media.crimeblog.it/m/mic/micropuntelsd.jpg
Sono tipo gelatine imbevute no? Sono più forti dei blotter perchè contengono più principio attivo, credo sull'ordine delle 500-600 ug, ma la sostanza è sempre la stessa.
EinSchonerTag ha scritto: Dunque il needlepoint LSD secondo le mie ricerche e' una "qualita" di LSD molto alta, pura e molto forte in teoria
Non penso esista una cosa del genere, LSD è sempre LSD, ciò che cambia è il quantitativo vaporizzato sul blotter. Se i tuoi cartoni erano caricati a 100-125 ug e ne hai presi due credo sia normale tu abbia avuto un effetto così intenso.

Avatar utente
CloneXY
Messaggi: 1073
Iscritto il: dom set 13, 2015 12:25 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da CloneXY » ven mag 20, 2016 5:29 pm

Io sapevo che fosse come dice il Montoya. LSD-25 è quello, non ci dovrebbero essere distinzioni di qualità come per la ganja, ma cartoncini/punte/gelatine/liquidi più o meno concentrati. Poi per esempio Kristle Cole racconta che quando visse nella grande fabbrica di LSD del Kansas venivano prodotti "diversi tipi di lsd" come ad esempio il White Fluff, assieme a diverse altre droghe di cui alcune ancora sconosciute... Chissà magari si trattava di altri derivati della lisergamide, e parenti stretti dell'LSD-25 tipo LSZ, ALD-52 ecc
Per chi non conoscesse la storia di cui parlo: https://www.vice.com/it/video/getting-high-on-krystle
λάϑε βιώσας
https://t.me/DrogaNews

Avatar utente
EinSchonerTag
Messaggi: 145
Iscritto il: mer apr 13, 2016 10:04 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da EinSchonerTag » ven mag 20, 2016 7:16 pm

Che vi devo dire...basta cercare su google,su bluelight e su reddit se ne parla...in ogni caso non mi interessa, l'importante e' che fosse un buon LSD :-)...e lo e' stato ;-)
We ask you to reevaluate the purpose of your life. To redefine the forces that rule you. To resurrect the codes of consciousness stored in your being. It is time for you to reclaim your knowledge as a creator through thought...

Avatar utente
astraldream
Messaggi: 1383
Iscritto il: gio set 17, 2015 11:16 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da astraldream » sab mag 21, 2016 1:45 am

Bellissima ,quanto complicata, prima volta....
Ma 24 ore di trip ? O.o teoricamente non dovrebbe mai sforare le 12....sicuro non fosse un DOx?
L'idea di "sacro" è così limitante...così poco libera da dogmi...da essere poco sacra...la cosa più sacra dovrebbe essere la libertà non i dogmi...

Avatar utente
EinSchonerTag
Messaggi: 145
Iscritto il: mer apr 13, 2016 10:04 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da EinSchonerTag » sab mag 21, 2016 11:19 am

Grazie astral, diciamo che il trip effettivo posso dire che dalla salita delle 16 circa di sabato sara' durato fino alla mattina di domenica con i momenti dentro e fuori dal trip, poi nel mio caso e' la discesa di tutti gli effetti ad essere stata molto lenta, ma credo dipenda anche dalla mia elevatissima sensibilita' e probabile troppo dosaggio per il mio corpo.
We ask you to reevaluate the purpose of your life. To redefine the forces that rule you. To resurrect the codes of consciousness stored in your being. It is time for you to reclaim your knowledge as a creator through thought...

Avatar utente
LSAsղackƅar
Messaggi: 589
Iscritto il: lun feb 08, 2016 9:18 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da LSAsղackƅar » dom mag 22, 2016 9:54 pm

Complimenti!!! Dormire o fingere di dormire in questi momenti può essere la salvezza :asd:
Se sai di non essere in pericolo sotto il punto di vista della salute fisica il 118 non serve, aspetta che scenda, perchè scenderà...

Avatar utente
LaFouine
Messaggi: 393
Iscritto il: sab ott 10, 2015 7:12 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da LaFouine » mer mag 25, 2016 4:34 am

Vorreste andare nel suo stato senza prendere nulla?e controllare quando uscire e entrare?c'è un modo semplice e legale
kaixo :mrgreen:

Avatar utente
Plasma
Messaggi: 49
Iscritto il: mar ott 06, 2015 11:16 am

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da Plasma » ven mag 27, 2016 4:43 pm

Quando si parla di LSD needlepoint si fa riferimento ad un cristallo di LSD di elevata purezza ,superiore al 98%,quindi con un body load del tutto assente ed in grado di provocare intense OEV ,CEV e "confusione mentale" anche con dosaggi "bassi" come il tuo. In pratica e' l'LSD con lo stesso grado di purezza che provo hofmann. Come qualità e' la creme de la creme. Più aumentano le impurezze e più avverti il body load.

Una piccola precisazione sul re-dosing. Nel momento in cui assumi il primo trip hai una finestra di circa 30-45 minuti in cui eventuali re dosing non perderanno potenza per via della tolleranza.Dopo questo lasso di tempo ogni ri dosaggio e' uno spreco di sostanza perche' hai già la tolleranza instaurata.
"I governi hanno questa brutta abitudine di proibire con la forza tutto ciò che loro considerano droga.Arriveranno a vietare anche l'Amore"

Avatar utente
Plasma
Messaggi: 49
Iscritto il: mar ott 06, 2015 11:16 am

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da Plasma » lun mag 30, 2016 8:08 pm

Quando si parla di LSD needlepoint si fa riferimento ad un cristallo di LSD di elevata purezza ,superiore al 98%,quindi con un body load del tutto assente ed in grado di provocare intense OEV ,CEV e "confusione mentale" anche con dosaggi "bassi" come il tuo. In pratica e' l'LSD con lo stesso grado di purezza che provo hofmann. Come qualità e' la creme de la creme. Più aumentano le impurezze e più avverti il body load.

Una piccola precisazione sul re-dosing. Nel momento in cui assumi il primo trip hai una finestra di circa 30-45 minuti in cui eventuali re dosing non perderanno potenza per via della tolleranza.Dopo questo lasso di tempo ogni ri dosaggio e' uno spreco di sostanza perche' hai già la tolleranza instaurata.
Inoltre attento a ridosare LSD perche' magari se nella prima mezz'ora non avverti niente e assumi un secondo blotter quando l'effetto salirà,l'esperienza potrà essere molto difficile a causa del dosaggio elevato.A volte la salita può essere lunga e dipende da numerosi fattori. Rimani a diugiuno per 6-12 ore e agevolerai al massimo la salita e eviterai anche un po di body load.
"I governi hanno questa brutta abitudine di proibire con la forza tutto ciò che loro considerano droga.Arriveranno a vietare anche l'Amore"

chry987
Messaggi: 11
Iscritto il: mar mag 03, 2016 5:31 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da chry987 » mar giu 28, 2016 2:58 pm

Prima esperienza con una sostanza del genere da solo?
Credo che chiunque avrebbe avuto delle difficoltà, l'hai gestita direi in maniera magistrale :-)
Quando arriva a quella fantastica nota, dove il coniglio si stacca la testa con un morso.. voglio che tu getti quello schifo di radio nella vasca, con me, dentro!

Avatar utente
EinSchonerTag
Messaggi: 145
Iscritto il: mer apr 13, 2016 10:04 pm

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da EinSchonerTag » mar giu 28, 2016 8:00 pm

Grazie mille amico mio!!! ;-)
We ask you to reevaluate the purpose of your life. To redefine the forces that rule you. To resurrect the codes of consciousness stored in your being. It is time for you to reclaim your knowledge as a creator through thought...

Avatar utente
legambedibukowski
Messaggi: 142
Iscritto il: mar ott 16, 2018 8:39 am

Re: La mia prima eccessivamente intensa esperienza con needlepoint LSD

Messaggio da legambedibukowski » gio dic 27, 2018 12:57 am

EinSchonerTag ha scritto:
mer mag 18, 2016 10:48 pm
Avevo una decina di blotter di LSD, teoricamente da 100-125, alle 14:30 circa prendo il primo.Premetto che non avevo la minima idea a cosa andavo incontro. Pensavo di provare sensazioni simili al MDMA con effetti visivi diciamo. Mi ero documentato, ma sicuramente non abbastanza. Lascio passare circa 50 min e non noto alcun effetto. Credendo che la dose di un blotter fosse poca perche' avevo il dubbio che invece di essere 120-125 a blotter fossero complessivamente tutti e 10 insieme quella quantita' decido di prenderne un altro alle 15:30.
ma la vera domanda è...gli altri 8 blotter?? :lol:
che è un gioco
non è un gioco

Rispondi