Prime Esperienze Psichedeliche (?)

Ciò che riguarda la psichedelia ma non trova posto nelle altre sezioni.
Avatar utente
Robin-00
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 27, 2018 8:28 am

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da Robin-00 » mar ago 21, 2018 8:23 pm

Fohat ha scritto:
mar ago 21, 2018 3:47 pm
in teoria dovresti fumarne poca ma sappi che le prime volte ne perdi molta perché non sai come fumarla bene. Io l'ho fumata solo una volta, ma avevo già esperienza con LSD, e mi sentivo pronto. Ho messo 40mg nella 'machine' e ho avuto un'esperienza visualmente molto intensa e comunque bellissima, soddisfacente. Però niente breakthrough e breve.
Io credo se ne sia persa molta, se ben fumata sarebbe dovuta bastare la metà credo.

Ti consiglio di procurartene molta. Magari spendi un po' ma ... cavolo, non ne vale forse la pena??
Procurati tipo 100mg. Poi trovi il modo di fumarla. La 'machine' è solo uno dei tanti. Regolandoti in base a quanto credi se ne perderà, inizia con poco e a seconda dell'effetto aumenta con prudenza. Sii sempre calmo, rilassato e pronto a provare qualsiasi cosa. Fatti sempre un esame di coscienza per capire se lo sei, per il resto non c'è molto da temere.
Parti tipo da 15mg e sali di 10 in 10 se non senti nulla o quasi. Procuratene in modo da fare minimo 3 prove a dosaggi progressivamente superiori. Direi che di soldi se ne butta via per cose ben più futili.
Problemi di quantitá non ne avrò, piú o meno ne avrò 500mg

Grazie per i consigli comunque :lode:
Nessuno ha diritto di giudicare chi e cosa è giusto o sbagliato.
Tutto è relativo

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
Robin-00
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 27, 2018 8:28 am

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da Robin-00 » mar ago 21, 2018 8:31 pm

Invernomuto ha scritto:
mar ago 21, 2018 6:15 pm
da un certo punto di vista il dmt va benissimo per provare il mondo degli allucinogeni la prima volta, perchè ti puoi regolare e non sei obbligato ai lunghi tempi di effetto rispetto al mangiare lsd, ascolta un consiglio per non sprecarne, fai una changa, sei non hai le betacarboline si chiama enchanted leaf, quà sul forum trovi tutte le info, magari la fai leggera al 20%, usi un erba che ti piace facile da reperire tipo la menta e te la rolli in un cannone, fumi con calma insieme ad amici nella natura e via
Non saprei dove procurarmi della changa e poi avevo letto che l'effetto era piú potente a causa dei MAO-inibitori quindi non so se andrebbe bene era il mio primissimo trip...
Nessuno ha diritto di giudicare chi e cosa è giusto o sbagliato.
Tutto è relativo

Avatar utente
tsunami666
Messaggi: 752
Iscritto il: mer set 30, 2015 10:20 am

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da tsunami666 » mer ago 22, 2018 8:40 am

Sarò ipocrita ma la "leggenda" narra che dovrebbe essere LEI a trovare noi o sbaglio?
Di alzarmi non ne ho voglia,
oggi non combatto con nessuno...

Avatar utente
grub
Messaggi: 434
Iscritto il: gio giu 28, 2018 2:10 am

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da grub » mer ago 22, 2018 9:32 am

Beh ma l'ha fatto. Ha trovato uno che gliela procura. Cosa che a me non capiterebbe. Mai dire mai poi, ma la vedo difficile dove abito.
Alla fine, il viaggio psichedelico ce lo scegliamo più di quanto immaginiamo. Non siamo in balia di ciò che vediamo, è il subconscio più profondo, sono i nostri desideri inespressi che reclamano di uscire fuori da una breccia che noi stessi abbiamo aperto

Avatar utente
Invernomuto
Messaggi: 641
Iscritto il: lun lug 17, 2017 6:02 pm

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da Invernomuto » mer ago 22, 2018 9:43 am

infatti ti consiglio di non usare le beta carboline almeno per l' inizio, ti fai una enchanted leaf con la menta, almeno è piu facile da maneggiare e consumare rispetto al dmt puro

Avatar utente
~Møgørøs•
Messaggi: 1326
Iscritto il: mar ago 09, 2016 8:13 am

Re: Prime Esperienze Psichedeliche (?)

Messaggio da ~Møgørøs• » mer ago 22, 2018 2:02 pm

EDIT : UNISCO AL TOPIC GIÀ ESISTENTE
•~•~•

Avatar utente
Robin-00
Messaggi: 15
Iscritto il: mer giu 27, 2018 8:28 am

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da Robin-00 » gio ago 23, 2018 11:23 pm

grub ha scritto:
mer ago 22, 2018 9:32 am
Cosa che a me non capiterebbe. Mai dire mai poi, ma la vedo difficile dove abito.
Se ti interessa molto puoi provare un estrazione... :sfatto:
Non mi ricordo come si facesse ma ti basta cercare su internet.
Poi comunque anche io pensavo questo ma da un giorno all'altro mi si è presentata questa occasione. :asd:
Nessuno ha diritto di giudicare chi e cosa è giusto o sbagliato.
Tutto è relativo

Avatar utente
grub
Messaggi: 434
Iscritto il: gio giu 28, 2018 2:10 am

Re: Primo Psichedelico

Messaggio da grub » ven ago 24, 2018 1:10 am

Robin-00 ha scritto:
gio ago 23, 2018 11:23 pm
grub ha scritto:
mer ago 22, 2018 9:32 am
Cosa che a me non capiterebbe. Mai dire mai poi, ma la vedo difficile dove abito.
Se ti interessa molto puoi provare un estrazione... :sfatto:
Non mi ricordo come si facesse ma ti basta cercare su internet.
Poi comunque anche io pensavo questo ma da un giorno all'altro mi si è presentata questa occasione. :asd:
ecco esatto, io aspetto che capiti, come mi hanno consigliato in molti. Mi piacerebbe che queste molecole spirituali entrassero nella mia vita al momento giusto. Non vorrei forzare la mano. Aspetterò. Un giorno se proprio vedo che non si muove nulla, allora avrò modo di farmi le mie estrazioni. Ma fino ad allora ci sono parecchi territori da esplorare con le dovute tempistiche
Alla fine, il viaggio psichedelico ce lo scegliamo più di quanto immaginiamo. Non siamo in balia di ciò che vediamo, è il subconscio più profondo, sono i nostri desideri inespressi che reclamano di uscire fuori da una breccia che noi stessi abbiamo aperto

Avatar utente
etilosauro
Messaggi: 191
Iscritto il: gio set 06, 2018 11:53 pm

Con cosa iniziare?

Messaggio da etilosauro » sab set 08, 2018 5:07 pm

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 20 anni peso circa 70kg 1.80m ed ho intenzione di provare altro. In passato ho sofferto di ansia e depressione, sono ancora in psicoterapia per risolvere le ultime cose ma il peggio è passato. Ho provato l'erba/fumo ma onestamente è uno spreco di soldi, l'unico effetto che percepisco e nausea e ipotensione (ne ho provate di vari tipi per anni).
Ora però ho intenzione di passare ad altro ma non saprei con cosa incominciare che realmente faccia effetto, che dia soddisfazione nell'aver speso soldi ma neanche così pericoloso (come avete potuto intuire sono un neofita). Ho provato gli Hawaiin Baby Woodrose ma niente, è stato un flop, solo colori un po' più vividi accompagnati da vomito e nausea e i giorni successivi le prime esperienze (atroci) di derealizzazione e depersonalizzazione.
Avete altre idee? Grazie :) <3
Freealldrugs

Avatar utente
candy flipper
Messaggi: 10
Iscritto il: mar set 04, 2018 7:51 am

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da candy flipper » sab set 08, 2018 6:05 pm

Ciao etilosauro!
Ti consiglio di provare l’LSD, è una delle droghe più sicure e interessanti che esista.
Se non sai come procurartelo, c’è la possibilità di ricorrere all’1P-LSD che non mi risulta essere nella tabella del ministero e quindi è perfettamente legale e venduto sulla rete, l’unica differenza che ho notato è che è un po’ più leggero, tipo 500 μg di 1P-LSD mi sono sembrati avere gli stessi effetti di 400 μg di LSD, a occhio.
Potresti partire con 100 μg che dovrebbero essere facilmente gestibili anche a contatto con altre persone senza doversi preoccupare di poter sembrare “strani”.
Generalmente a dosaggi così bassi non si hanno effetti particolarmente spettacolari, a me dopo un’oretta circa mi capita di iniziare a vedere tutto più contrastato, colori più vividi, suoni più profondi, il tatto acuito, avere interesse per ogni cosa e voglia di analizzare tutto, sentirmi pieno di energie e avverto dei brividini lungo la schiena che mi fanno capire che sta cominciando il bello, ma non ti aspettare distorsioni o allucinazioni visive tipiche di questa sostanza.
Tieni presente che gli effetti principali durano parecchie ore (per me non meno di 12, 14 ore) e con intensità variabile, crescono e calano come la marea e dopo ti sarà difficile riuscire a dormire. Trovati un ambiente sicuro e stimolante, per esempio io amo prenderlo in una spiaggia tranquilla col mare, il sole, le navi all’orizzonte, la sabbia, gli alberi, le nuvole, ecc.
Ti consiglio di prendere dei punti di riferimento spaziali e temporali, può capitare per esempio che ti sembri che siano passati 45’ quando in realtà ne sono trascorsi solo 5’ per darti un’idea, avere un orologio a portata di mano può essere molto utile.
La cosa che mi piace di più è il senso di pace e serenità che l’acido ti lascia.
Aborro pratiche come il microdosing, che considero figlie di un approccio utilitaristico e tutti quei discorsi ad esso legati su una maggiore efficenza e produttività, per me 600 μg sono il minimo sindacale, io quando provo qualcosa di nuovo preferisco partire bello forte, ma come inizio ti consiglio di non andare oltre i 200 μg.
Tieni presente che non dovresti sentire nessun odore o gusto aldilà di quello della cellulosa se lo prendi con un blotter. Se ha gusti o colori strani lascia perdere.

Avatar utente
Fractal Cloud
Messaggi: 127
Iscritto il: mar mag 31, 2016 8:46 am

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da Fractal Cloud » sab set 08, 2018 6:20 pm

Mah al di là di tutte le altre considerazioni sui dosaggi (opinabili), a me non pare un'ideona suggerire LSD a uno che ha avuto "atroci esperienze di derealizzazione e depersonalizzazione" con LSA...io gli consiglierei di leggersi un po' tutte le esperienze del forum e anche molto oltre (ad esempio, erowid, e qualche libro), e farsi una sua idea, delle potenzialità così come dei rischi.
Ogni persona che incontri combatte una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile.

Avatar utente
candy flipper
Messaggi: 10
Iscritto il: mar set 04, 2018 7:51 am

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da candy flipper » sab set 08, 2018 6:43 pm

Penso che il problema sia dovuto agli altri alcaloidi che si assumono con l’LSA, però lo ho sempre trovato molto diverso dall’LSD, che non mi ha mai causato nausea o mal di testa e mi ha dato un’euforia e una voglia di fare cose positive oltre ad effetti visivi molto più interessati di quelli ottenuti dai vari semi.

Avatar utente
Fohat
Messaggi: 280
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da Fohat » sab set 08, 2018 8:20 pm

LSD è ottimo per iniziare a mio parere perché facilmente dosabile, non ha quasi effetti fisici ed è comunque una delle sostanze meno dannose esistenti. anzi, al di là dei possibili traumi successivi a brutte esperienze (depersonalizzazione ecc) si può dire che danni non ne fa.
però non partirei certo consigliando "100ug, non più di 200ug"!
100 per la maggior parte delle persone è una dose troppo forte per una prima esperienza in sicurezza.

si parte da 25ug, visto che siamo qui a fare riduzione del danno, e si vede come si reagisce. con 25 non si corrono rischi in nessun caso. poi se l'effetto è quasi assente si passa a 50, che può già regalare esperienze interessanti a molte persone. si sale di 25 in 25 finché non si ottiene un effetto interessante ma gestibile (solitamente succede a 50,75 o 100) una volta capita la nostra sensibilità si ripete l'esperienza a quella dose e a quelle inferiori a preferenza, e solo dopo aver esplorato un po' si può salire oltre.

Prima di tutto ciò ci si prepara leggendo sulla sostanza dosi, durata, effetti, trip report positivi, trip report negativi... (non trascurare questi ultimi perché prima o poi ci si ha a che fare tutti e non è una cosa 'negativa')

Ci si procura del buon LSD da fonte sicura o 1P-LSD autonomamente dato che ad oggi non è tabellato e gli effetti per un novizio sono indistinguibili. Ci se ne procura a sufficienza senza fare i tirchi visto che non costa nulla, così si ha abbastanza materiale per sperimentare con calma. le prime volte un classico è prenderne poco e poi calarsi una dose troppo alta perché "non bastava per fare prima qualche esperimento con meno".

pazienza, dedizione e via.

ps: se si ha intenzione di salire in fretta coi dosaggi è utile anche un trip sitter.
"Non esiste un'esperienza psichedelica, ma esiste ciò che noi integriamo di essa."
Tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

Avatar utente
Fohat
Messaggi: 280
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da Fohat » sab set 08, 2018 8:28 pm

in ogni caso non è ben chiaro cosa cerchi. se Hawaian Baby Woodrose ti ha addirittura dato esperienze atroci di derealizzazione vuol dire che il suo effetto lo ha fatto, sei tu che non lo hai riconosciuto per tale (motivo per cui puoi aver sperimentato queste cose negative).
gli psichedelici non sono giocattoli per avere le allucinazioni (che poi propriamente non sono nemmeno allucinazioni), sono potenti strumenti introspettivi, e il fattore ludico nel loro utilizzo esiste ma è secondario.
Se stai cercando "qualcosa che valga i soldi spesi" nel senso che mi sembra di capire (magari sbaglio, spero) non stai cercando psichedelici, ma forse MDMA e affini maggiormente dannosi ma certo più sicuri a livello psicologico. qualcosa per divertirsi e basta.
ma in questo caso non sarò certo io a consigliartelo ;)
"Non esiste un'esperienza psichedelica, ma esiste ciò che noi integriamo di essa."
Tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

Avatar utente
candy flipper
Messaggi: 10
Iscritto il: mar set 04, 2018 7:51 am

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da candy flipper » sab set 08, 2018 9:17 pm

Avevo consigliato 100 μg perché se ne prendo 25 μg non li sento proprio e 50 μg praticamente non mi accorgo nemmeno di averli assunti.
Comunque etilosauro, come hanno scritto Fractal Cloud e Fohat, documentati il più possibile.
Stai attento alla tolleranza, che sale molto rapidamente, in modo da evitare sprechi econservalo al riparo da luce e calore cercando di maneggiarlo il meno possibile. Ricordati anche di evitare di assumerlo con sostanze che possano degradarlo diminuendone la potenza.
Se poi cerchi qualcosa di un po’ diverso, una volta che hai una certa padronanza col l’LSD e hai preso esclusivamente quello in svariate occasioni, potresti provare ad aggiungere altre sostanze.
Per esempio a volte mi piace fumare 2 g di cannabis (Gorilla Glue #4) a tre quarti d’ora dall’assunzione dell'acido, altri due dopo un’ora e mezza e prendere 250 mg di MDMA dopo due ore e mezza in modo che mi salga con la prima ondata più forte, la quale mi arriva solitamente in tre ore circa.
Verso l’ottava o nona ora magari mi bevo una lager da 33 ml, che mi dà l’impressione di ritardare e attenuare l’effetto dell’acido, così lo prolungo ancora un po’ ma in maniera un po’ meno impegnativa e scende più dolcemente.

Avatar utente
era
Messaggi: 1161
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da era » sab set 08, 2018 9:31 pm

Fohat ha scritto:
sab set 08, 2018 8:28 pm
(che poi propriamente non sono nemmeno allucinazioni),
Interessante. Ci sarebbe una definizione?
Non ho tempo.

Avatar utente
Fohat
Messaggi: 280
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da Fohat » dom set 09, 2018 12:38 am

era ha scritto:
sab set 08, 2018 9:31 pm
Fohat ha scritto:
sab set 08, 2018 8:28 pm
(che poi propriamente non sono nemmeno allucinazioni),
Interessante. Ci sarebbe una definizione?
Beh se non sbaglio si tratta perlopiù di dispercezioni. Poi ovviamente c'è molta variabilità, ci sono visioni, visuali, distorsioni... sulla definizione uno potrebbe dibattere ore ed ore, io ne avrò sicuramente una mia non proprio ortodossa per ogni tipo, ma ha poca importanza, importa il concetto reale.
Allucinazioni in ogni caso dovrebbero essere proprio visioni di cose che non ci sono inserite nel contesto normale. Un po' quelle cose da delirogeni o da alte dosi di mdma.
"Non esiste un'esperienza psichedelica, ma esiste ciò che noi integriamo di essa."
Tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

Avatar utente
etilosauro
Messaggi: 191
Iscritto il: gio set 06, 2018 11:53 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da etilosauro » dom set 09, 2018 1:45 am

Fohat ha scritto:
sab set 08, 2018 8:28 pm
Se stai cercando "qualcosa che valga i soldi spesi" nel senso che mi sembra di capire (magari sbaglio, spero) non stai cercando psichedelici, ma forse MDMA e affini maggiormente dannosi ma certo più sicuri a livello psicologico. qualcosa per divertirsi e basta.
ma in questo caso non sarò certo io a consigliartelo ;)
Si, in effetti cerco qualcosa a livello di MDMA o coca (mai provate) avevo pensato al kratom ma pur documentandomi credo sia la sostanza/pianta più difficile da usare. Ci son troppe varietà e troppe venature.
Con gli psichedelici mi è stato suggerito in passato di usare microdosing di funghetti e tartufi, invece ora scopro che va bene anche il microdosing di LSD, i meglio, 1PLSD che so anche dove procurarmelo legalmente su internet.
Vedrò, non appena sarò sicuro. L'ultima esperienza con gli psichedelici mi ha distrutto, sono rinato. In parte è stata una bella esperienza perché ho resettato molti dei miei problemi ma dall'altra, beh, è stato terrificante. Niente allucinazioni, ma vedere me allo specchio e non sentirmi "io" o vedere i miei familiari e non sentire alcun legame con loro per diversi giorni, non lo potevo reggere
Freealldrugs

Avatar utente
French Toast
Messaggi: 44
Iscritto il: mer ago 22, 2018 1:12 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da French Toast » dom set 09, 2018 11:19 am

Fohat ha scritto:
dom set 09, 2018 12:38 am
era ha scritto:
sab set 08, 2018 9:31 pm
Fohat ha scritto:
sab set 08, 2018 8:28 pm
(che poi propriamente non sono nemmeno allucinazioni),
Interessante. Ci sarebbe una definizione?
Beh se non sbaglio si tratta perlopiù di dispercezioni. Poi ovviamente c'è molta variabilità, ci sono visioni, visuali, distorsioni... sulla definizione uno potrebbe dibattere ore ed ore, io ne avrò sicuramente una mia non proprio ortodossa per ogni tipo, ma ha poca importanza, importa il concetto reale.
Allucinazioni in ogni caso dovrebbero essere proprio visioni di cose che non ci sono inserite nel contesto normale. Un po' quelle cose da delirogeni o da alte dosi di mdma.
Riguardo la tua ultima frase, Dennis Mc Kenna, fratello di Terence, nel libro "The Brotherhood of the screaming abyss" (che consiglio), riporta quella che secondo me è una bella spiegazione:
"In my lectures these days, I tell my students that Datura is a true hallucinogen but not a psychedelic, whereas psychedelics like psilocybin are true psychedelics but not hallucinogens. [...] True psychedelics like LSD, DMT, psilocybin and mescaline all have in common that they are 5HT2a agonists. They induce profound visual distorsions and hypnagogic images behind the eyelids but rarely induce true hallucinations, which psychologists define as seeing something that is not there but that one is unable to tell that is not there. On psychedelics, one may see things that are not there but generally knows these things are not real. The tropane alkaloids from Datura and other nightshades act quite differently. [...] They don't cause pretty patterns behind the eyelids nor do they induce the feeling of ecstasy or oceanic boundlessness that is a typical aspect of the mystical, trascendent state that makes psychedelics so interesting. But they do induce true hallucinations meaning that one sees things that appear to be real but aren't."
If you ain't got no sauce, then you lost. But you can also get lost in the sauce.

Avatar utente
Fohat
Messaggi: 280
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Re: Con cosa iniziare?

Messaggio da Fohat » dom set 09, 2018 7:28 pm

esattamente. grazie French Toast (:
"Non esiste un'esperienza psichedelica, ma esiste ciò che noi integriamo di essa."
Tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

Rispondi