depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » dom mag 05, 2019 7:37 pm

Da tempo sento di essere al limite, e di essere bloccato in un loop, e inizio a pensare che forse l'unica cosa posso fare sia buttarmi nel vuoto, fare un trip forte e affrontare qualsiasi cosa possa succedere, good or bad trip che sia.
Quali sono le vostre opinioni?

https://www.visionecurativa.it/

Regene
Moderatori
Messaggi: 938
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Regene » dom mag 05, 2019 8:55 pm

Secondo me è una domanda interessante ma dubito che qualcuno, sicuramente non io, si voglia assumere la responsabilità di consigliarti un'esperienza rischiosa come un trip se psicologicamente non sei al massimo.
Detto questo, io probabilmente lo farei nella tua sitazione; ma questo non è assolutamente un'esortazione a farlo: io sono un esperto nel fare cazzate :asd: .
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » dom mag 05, 2019 8:58 pm

capisci che se mi è passato per la testa non sono da meno hahaha

Avatar utente
etilosauro
Messaggi: 191
Iscritto il: gio set 06, 2018 11:53 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da etilosauro » dom mag 05, 2019 9:13 pm

Ærials ha scritto:
dom mag 05, 2019 8:58 pm
capisci che se mi è passato per la testa non sono da meno hahaha
Fossi nella tua stessa situazione, proverei una bella pianta che porti ad un trip senza visual, un viaggio interiore. Io lo provai con LSA ma da quel che ho capito, è uno schifo. Mi han consigliato in molti l'ALD-52 ma io parlo per me, non ti sto consigliando nulla
Freealldrugs

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » dom mag 05, 2019 9:34 pm

io pensavo di usare i funghi, con cui posso sicuramente avere l'effetto introspettivo che cerco

extreme
Messaggi: 118
Iscritto il: gio apr 14, 2016 2:11 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da extreme » dom mag 05, 2019 9:35 pm

prima di provare leggi un buon libro, informati, studia.
Poi prendi la tua decisione.

io sono uscito da una depressione (niente di esagerato) con una psicologa, tempo dopo mi sono interessato alla psicologia, alla meditazione e al buddhismo (in piccola parte); ho approfondito la conoscenza di me stesso; ho imparato ad amarmi;ho alleggerito la mia vita distruggendo le barriere mentali che la società(inclusi i genitori) mi aveva messo attorno alla mente; mi sono posto interrogativi al quale poi sono riuscito a dare risposta...etc etc..sono andato a fondo su molti aspetti della mia vita.
Dopo qualche anno, molto cautamente, ho cominciato a sfruttare gli psichedelici per raggiungere livelli di concentrazione meditativa, presenza mentale e chiarezza generale piû elevati.
Prendere due o tre cartoni/funghetti e sperare che tutti i problemi si risolvano automaticamente è una “stupidata”. C’è del lavoro da fare.

p.s ogni tanto consiglio “Tutta un’altra vita” o “Mi merito di meglio” di Lucia Giovannini. Fanno decisamente riflettere.

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » dom mag 05, 2019 9:38 pm

no, davvero, nulla può aiutarmi. Nessuna persona ci è riuscita, ed uno psicologo non è da meno, e non credere siano parole di qualcuno di presuntuoso o convinto, fidati se ti dico che mi conosco e so dove mi trovo, e so i rischi di un trip, per quel che posso comprenderne dagli altri.

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » dom mag 05, 2019 9:39 pm

ho bisogno di una terapia d'urto, o va o non va, non c'è altro che possa fare nulla, nessuna combinazione di parole e frasi.

extreme
Messaggi: 118
Iscritto il: gio apr 14, 2016 2:11 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da extreme » dom mag 05, 2019 9:56 pm

non mi resta che augurarti di trovare ciò che “cerchi”. Ayahuasca

saluti

Avatar utente
etilosauro
Messaggi: 191
Iscritto il: gio set 06, 2018 11:53 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da etilosauro » lun mag 06, 2019 12:38 pm

Ærials ha scritto:
dom mag 05, 2019 9:39 pm
ho bisogno di una terapia d'urto, o va o non va, non c'è altro che possa fare nulla, nessuna combinazione di parole e frasi.
I feel u bro, il passare da una psicologa ad un'altra non mi è servito a niente, forse hanno avuto senso dopo aver provato i lisergici che mi han cambiato letteralmente la vita. Molti su questo forum (e non) si trovano d'accordo con me quando dico che gli psichedelisci "resettano" la mente. Quest'esperienza l'ho provata ancor prima di leggere "LSD il mio bambino difficile" dove parla di lisergici per usi psichiatrici, ancora più efficaci degli antidepressivi commerciali, quindi non è stato un effetto placebo. Per come la penso, possono essere la svolta, io sono uscito da un periodo veramente brutto con queste sostanze.
Si, anche io li ho presi come terapia d'urto o va o non va e, a dire il vero, non ero neanche tanto convinto della loro efficacia e invece... cerca qualche sostanza che ti faccia fare viaggi introspettivi non cercare visual o altro (se il tuo scopo è uscire dalla depressione). C'è una cosa che devo dirti però, se non hai mai provato psichedelici, c'è una fase di transizione abbastanza importante, molto intensa, non farti prendere dal panico, una volta che passata, io sono guarito.
Freealldrugs

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » lun mag 06, 2019 2:27 pm

per questo pensavo ai funghi (o ai tartufi, per cui ho chiesto in assunzione funghi la differenza tra di essi)
Le visuals le vorrei perchè ho anche enormi problemi con la creatività, sono totalmente bloccato e non riesco a pensare nulla che non sia di altre persone, quindi se riuscissi anche ad avere ispirazione sarebbe fare bingo

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » lun mag 06, 2019 2:41 pm

e sinceramente ho paura di prendere tartufi perchè sono sicuro non sarà forte quanto mi aspetto, funghi non se ne vendono da me, e ayahuasca non so dove prenderla e come funzioni e se sia una buona idea, dmt in cristalli non penso si venda nemmeno quella da me. LSD so che è un pò più da cazzeggio quindi penso di lasciarlo ad un'altra volta.

Avatar utente
Inìgo
Messaggi: 308
Iscritto il: lun dic 21, 2015 9:44 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Inìgo » lun mag 06, 2019 2:43 pm

Quoto Extreme al 100%, non esiste droga che magicamente risolva i tuo problemi, possono essere strumenti, anche validissimi, ma hanno comunque bisogno di un tuo stato mentale stabile e positivo per poter far "germinare" qualcosa.
Capisco in parte la tua idea, l'idea di ricercare volontariamente la pazzia (perchè di questo si tratterebbe non prendiamoci in giro) per sfuggire ad una quotidianità mediocre e sempre uguale a se stessa è passata per la mente anche a me, e forse anche a più persone di quante sarebbero disposte ad ammettere.
Parlando di questo argomento mi ricordo un mio prof, anni fa, che riprese la fantasia (comune a molti) di impazzire appunto per sfuggire alla tristezza. Ebbene ci disse, se sei triste ed impazzisci non sarai altro che un pazzo triste, nulla di più. Parafrasando, i demoni che ti porti dentro rimarranno con te finchè non riuscirai ad affrontarli e vincerli.

Poi secondo me c'è da fare un'ulteriore distinzione: hai mai assunto psichedelici o allucinogeni o sarebbe la tua prima volta? E' tanto che non ne assumi o sei un consumatore abituale? Se già hai fatto esperienze (e se sopratutto sei abituato a farne) la "terapia d'urto" perde gran parte della sua efficacia, perchè evidentemente i loop in cui sei coinvolto riescono a mantenersi nonostante gli psichedelici. Aumentare la dose ti esporrebbe solo ad un più alto rischio di bad trip. Se invece fosse la prima volta non c'è bisogno di esagerare, parti basso come fanno tutti e vedi come va.
Quindi consiglio ufficiale: non farlo. Cerca un aiuto professionale piuttosto, non per forza psichiatrico se non gradisci i farmaci (che a volte sono comunque l'unica alternativa).

Parlando in linea del tutto teorica però mi chiedo, se uno volesse davvero fare una cosa del genere, perchè usare psichedelici (che portano quasi sempre una componente molto ansiosa e in generale trip più impegnativi) e non dei dissociativi, es. Ketamina. Diversi studi hanno ormai dimostrato che la Ketamina può risolvere casi di depressione resistente ad altri farmaci, e anche ad alte dosi penso sia davvero difficile (se non impossibile) avere esperienze sconvolgenti o traumatizzanti.
Ovviamente un sitter sobrio è d'obbligo, meglio se con conoscenze mediche/infermieristiche. Poi calcola bene i dosaggi, e testa qualsiasi sostanza che immetti nel tuo organismo, soprattutto se ad alte dosi (i kit credo siano facilmente reperibili su internet).
Ti auguro il meglio!

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » lun mag 06, 2019 2:45 pm

Inìgo ha scritto:
lun mag 06, 2019 2:43 pm
Capisco in parte la tua idea, l'idea di ricercare volontariamente la pazzia (perchè di questo si tratterebbe non prendiamoci in giro) per sfuggire ad una quotidianità mediocre e sempre uguale a se stessa è passata per la mente anche a me, e forse anche a più persone di quante sarebbero disposte ad ammettere.
Mi dispiace sembrare rude ma non hai capito minimamente la mia idea, non è assolutamente una forma di escapismo
Comunque si, è la mia prima volta, e appunto per questo non voglio andarci leggero altrimenti sarebbe un controsenso

alechiave
Messaggi: 34
Iscritto il: ven apr 26, 2019 3:32 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da alechiave » lun mag 06, 2019 2:55 pm

Quello che farei io? Tendata nella natura + lsd , li capirai tutto.

extreme
Messaggi: 118
Iscritto il: gio apr 14, 2016 2:11 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da extreme » lun mag 06, 2019 8:48 pm

OT: più volte si sta passando il messaggio che la psicologia sia inutile...per me è un errore gigantesco. Il problema è che la gente ci va pensando che sia la psicologa a risolvergli i problemi (come assumere psichedelici pensando possano di colpo risolvere tutto) senza il minimo sforzo da parte nostra...i problemi dobbiamo risolverli NOI lavorando duramente, una persona esterna può solo mostrarci la via facendoci ragionare, non può prendere scelte al nostro posto o dirci sempre cosa fare...che poi ci voglia "fortuna" per trovare la persona giusta è un altro discorso, ma qui sul forum mi è capitato anche di leggere "la psicologa non è servita niente, passava metà seduta scrivendo messaggini alla figlia"...ma cambiarla subito?????

Regene
Moderatori
Messaggi: 938
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Regene » lun mag 06, 2019 10:27 pm

mi sono subito espresso in maniera piuttosto critica riguardo all'idea di una terapia d'urto; leggere le varie risposte mi ha fatto pensare e oggi ho discusso con un mio amico su una questione molto simile, ho rivisto la mia opinione.
penso che la cosa possa funzionare a patto che non sia fine a se stessa, mi spiego meglio: un'esperienza, anche forte, con un qualsiasi psichedelico da sola non potrà avere un impatto importante e duratura sulla tua vita. Per questa ragione penso che sia più interessante usarla per rompere il loop e sfruttare il "momentum" per iniziare un percorso più tradizionale come ad esempio delle sedute da uno psicologo. Questo dovrebbe aiutarti non solo a lavorare sui tuoi problemi, inoltre le esperienze potrebbero essere esse stesse oggetto di psicanalisi ed elementi fondanti del tuo viaggio.
Da ciò che ho scritto si può facilmente intuire il mio disprezzo per le scelte binarie: in questo caso non deve per forza essere o lo psicologo o gli allucinogeni.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Blackie_ L
Messaggi: 86
Iscritto il: dom gen 13, 2019 7:21 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Blackie_ L » lun mag 06, 2019 11:46 pm

Ærials ha scritto:
dom mag 05, 2019 7:37 pm
Da tempo sento di essere al limite, e di essere bloccato in un loop, e inizio a pensare che forse l'unica cosa posso fare sia buttarmi nel vuoto, fare un trip forte e affrontare qualsiasi cosa possa succedere, good or bad trip che sia.
Quali sono le vostre opinioni?
Credimi nella tua stessa identica situazione a 24 anni...Una solitudine estrema dettata da anni fa in cui mi ammalai di depressione e dismorfofobia..ne uscii,ritrovai me stesso,ho tentato in tutti i modi di riprendermi con le unghie e con i denti la mia vita,nuovi amici,un lavoro,una ragazza sulle prime funzionava ma la pressione sociale instaurata e fare sempre riferimento al mio passato e se non ho ottenuto nulla di concreto,duraturo e stabile in questi due anni di rinascita,un motivo ci stará,mio padre che se ne sbatte il cazzo,mia madre che finge di volermi bene ma in maniera ironica rimarca sempre i miei errori passati,dei fratelli che più quello che non mi cagano che quello che mi cagano,ed é da qualche mese che inizio ad avere momenti in cui mi chiedo quale sia il mio destino e perché abbia dovuto incamerare tutta questa sofferenza bloccandomi in un loop di pensieri che non fa altro che aggravare la mia situazione,perché i giorni passano,non ottieni nulla e per gli altri tu sei quello che non ha ottenuto nulla,fanculo se hai dimostrato delle qualità alle persone,tante belle paroline da baci perugina sul fatto che le persone si vogliono bene per un qualcosa di "spirituale" ma poi puntualmente devi dimostrare sempre che hai la macchina ,un lavoro,la figa,qui e li perché quello e il "lasciapassare" per avere un po' di affetto da qualcuno,sulle prime magari notano qualcosa di buono in te ma puntualmente il giochino va infrangersi sempre sugli stessi binari materialistici...Anche io son tentato dall ayahuasca,ho preso b.caapi e chakruna che son 5 mesi,ma in ste condizioni sociali estreme non ne ho il coraggio...mi basterebbe che mi si dia una chance MA VERA,senza giudizi sul mio passato per ripartire ma mi sembra veramente di essere io contro l universo intero...mi basterebbe anche trovare una cazzo di persona con cui farlo,oramai ho capito come son fatto,ma mi terrorizza il fatto di rimanerci a vita nel silenzio e l impassibilità di tutti...

Avatar utente
Ærials
Messaggi: 119
Iscritto il: lun apr 11, 2016 12:54 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Ærials » mar mag 07, 2019 2:52 pm

Blackie_ L ha scritto:
lun mag 06, 2019 11:46 pm
Credimi nella tua stessa identica situazione a 24 anni...Una solitudine estrema dettata da anni fa in cui mi ammalai di depressione e dismorfofobia.. [...] mi basterebbe che mi si dia una chance MA VERA,senza giudizi sul mio passato per ripartire ma mi sembra veramente di essere io contro l universo intero...mi basterebbe anche trovare una cazzo di persona con cui farlo,oramai ho capito come son fatto,ma mi terrorizza il fatto di rimanerci a vita nel silenzio e l impassibilità di tutti...
In realtà le nostre situazioni sono piuttosto opposte, la tua è dettata dalla tua situazione sociale, la mia è dettata da la mia situazione mentale e incapacità nel poter compiere i miei obbiettivi. Certo, ho problemi con gli altri, non ho amici stretti, non ho un ragazzo o una ragazza, ho ansia sociale e robe così, ma il mio problema principale sono me stesso. Non mi vado bene, non sono abbastanza, non sono l'artista che vorrei essere, non sono dell'aspetto che vorrei essere, non sono del carattere che vorrei essere. Sono sbagliato per me. E' doloroso non riuscire a produrre nulla di concreto, nessuna musica che rifletta davvero quel che sento, niente di mio, originale, ma solo pensare a canzoni degli altri, avere forte paranoia sulle persone a cui tengo (e che ho perso comunque), non riuscire più a ritrovare quella voglia di creare senza fregarmene che avevo da bambino e invece avere fortissimi complessi su ogni singola cosa. Ho bisogno di distaccarmi dalla mia coscenza e cercare di resettare tutto, nella speranza che possa essere un inizio di uno sblocco, se possibile. Tanto, se non c'modo di sbloccarmi, e quindi semplicemente sono io ad essere una persona così mediocre, per me sarebbe comunque finita, tanto vale buttarmi e pressare il tasto reset.

Blackie_ L
Messaggi: 86
Iscritto il: dom gen 13, 2019 7:21 am

Re: depressione, ansia, blocchi, e psichedelici

Messaggio da Blackie_ L » mar mag 07, 2019 6:34 pm

Ærials ha scritto:
mar mag 07, 2019 2:52 pm
Blackie_ L ha scritto:
lun mag 06, 2019 11:46 pm
Credimi nella tua stessa identica situazione a 24 anni...Una solitudine estrema dettata da anni fa in cui mi ammalai di depressione e dismorfofobia.. [...] mi basterebbe che mi si dia una chance MA VERA,senza giudizi sul mio passato per ripartire ma mi sembra veramente di essere io contro l universo intero...mi basterebbe anche trovare una cazzo di persona con cui farlo,oramai ho capito come son fatto,ma mi terrorizza il fatto di rimanerci a vita nel silenzio e l impassibilità di tutti...
In realtà le nostre situazioni sono piuttosto opposte, la tua è dettata dalla tua situazione sociale, la mia è dettata da la mia situazione mentale e incapacità nel poter compiere i miei obbiettivi. Certo, ho problemi con gli altri, non ho amici stretti, non ho un ragazzo o una ragazza, ho ansia sociale e robe così, ma il mio problema principale sono me stesso. Non mi vado bene, non sono abbastanza, non sono l'artista che vorrei essere, non sono dell'aspetto che vorrei essere, non sono del carattere che vorrei essere. Sono sbagliato per me. E' doloroso non riuscire a produrre nulla di concreto, nessuna musica che rifletta davvero quel che sento, niente di mio, originale, ma solo pensare a canzoni degli altri, avere forte paranoia sulle persone a cui tengo (e che ho perso comunque), non riuscire più a ritrovare quella voglia di creare senza fregarmene che avevo da bambino e invece avere fortissimi complessi su ogni singola cosa. Ho bisogno di distaccarmi dalla mia coscenza e cercare di resettare tutto, nella speranza che possa essere un inizio di uno sblocco, se possibile. Tanto, se non c'modo di sbloccarmi, e quindi semplicemente sono io ad essere una persona così mediocre, per me sarebbe comunque finita, tanto vale buttarmi e pressare il tasto reset.
Ma tu come ci sei arrivato a tutto questo?Io ti ho fatto una semplice sintesi di quel che mi ha portato a questo che dici tu,credimi provo le stesse e identiche sensazioni,ma é chiaro che poi ognuno hai il proprio percorso e il proprio vissuto,che siano una famiglia di merda, amicizie sbagliate o altro che ti hanno portato a questi senso di solitudine e di conseguenza impotenza...

Rispondi