Essiccatura

Coltivazione e conservazione di funghi e tartufi
Rispondi
lizardKing
Messaggi: 54
Iscritto il: ven gen 08, 2016 9:26 pm

Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da lizardKing » sab gen 09, 2016 5:15 pm

Ciao ragazzi,
ho notato che, sotto la sezione coltivazione, non vengono citati metodi di essiccazione o, comunque metodi che permettano di conservare i prodotti.

Ho letto su vari siti/forum che il migliore metodo resta essiccazione+freezer, ma esiste anche la possibilità di usare miele. Il fatto è che non viene descritto il metodo chiaro e tondo per ottenere una buona essicazione senza perdere in qualità... nè tantomeno, per quanto riguarda con il miele, quale sia la metodologia corretta.
Quindi la domanda è: quacuno di voi ha un metodo specifico per essiccare e conservare?

Se sono io a non aver notato thread a riguardo, mi scuso e provvederò a eliminare questo e seguire quelli corretti.

buona serata ragazzi!


Avatar utente
BadScooter
Messaggi: 102
Iscritto il: sab ott 03, 2015 7:14 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da BadScooter » sab gen 09, 2016 5:39 pm

Ehehe tranquillo non c'è ancora un topic su questo :asd: . Comunque guarda qua https://www.shroomery.org/5265/What-are ... -mushrooms questo metodo secondo me va molto bene. Io utilizzo dei sali deumidificanti di quelli che trovi in qualsiasi supermercato o ferramente, preferibilmente senza odore, e in pochi giorni sono secchi. L'importante quando tratti con i funghi è tenerli sempre lontano dal caldo e dalla luce, quindi metti la scatola sotto il letto o in un armadio. Sono pronti quando diventano tipo crackers e li spezzi che scrocchiano. Per conservarli una volta secchi, altrimenti li butti, vanno benissimo in un barattolo in freezer, a me sono durati mesi e mesi. Ancora meglio se riesci a fare dei barattoli sotto vuoto o delle buste sottovuoto.
Can you feel the spirits in the night?

lizardKing
Messaggi: 54
Iscritto il: ven gen 08, 2016 9:26 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da lizardKing » sab gen 09, 2016 6:11 pm

grazie grazie grazie badScooter, sempre sul pezzo! :)

Avatar utente
BadScooter
Messaggi: 102
Iscritto il: sab ott 03, 2015 7:14 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da BadScooter » dom gen 10, 2016 1:40 am

lizardKing ha scritto:grazie grazie grazie badScooter, sempre sul pezzo! :)

Yo :pidu:
Can you feel the spirits in the night?

Avatar utente
sam
Messaggi: 141
Iscritto il: gio dic 24, 2015 10:33 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da sam » ven feb 12, 2016 7:53 am

In realtà c'è molta gente che li tiene semplicemente in un posto fresco e asciutto con, eventualmente, una bustina di deumidificante, una volta essiccati a dovere. E, secondo me, il miglior metodo di essiccazione è quello di usare un essiccatore elettrico alla massima potenza. Non è il calore che distrugge i principi attivi, ma l'ossidazione. Ergo: essiccare in 24 ore è decisamente meglio che in 48. Il freezer poi è per lunghissime conservazioni, tipo oltre i due anni. Non guasta ma secondo me è superfluo a meno che non si producano 10 chili da conservarsi per i prossimi 100 anni

Avatar utente
sonny92
Messaggi: 20
Iscritto il: lun dic 07, 2015 6:53 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da sonny92 » ven feb 12, 2016 10:51 am

Se hai voglia di perdere un pò di tempo puoi provare con i sali di epsom, in questo modo sei te a creare il tuo dessicante! Ti lascio una guida! http://www.zamnesia.it/content/285-come ... ghi-magici

Avatar utente
spiritualconnection
Messaggi: 351
Iscritto il: mer nov 25, 2015 4:35 am

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da spiritualconnection » ven feb 12, 2016 6:54 pm

Setaccio da farina in legno e vaschetta di alluminio tonda sotto in cui depositare l'assorbi umidità che si vende in ferramenta a 2€ a sacchetto ( credo sia semplice silica ). Ne metti un pochino ovviamente non tutto sul fondo.
Poi ventola da PC che soffia sopra il materiale da essiccare ( la parte superiore ) e puoi alimentare anche con una batteria 12v e dura per GIORNI.

Per ulteriore grado di essiccazione usa un fornetto ventilato per 15 minuti al minimo della potenza in teglia di alluminio semi coperta. Così non li bruci e sono belli croccanti.
---
We are fractal extensions of the transcendent consciousness. We collectively create an infinite spectrum of symphonies, of vibration for the purpose of experience. We are the Universe perceiving itself, and thus creating itself
Ryan Boyd

Avatar utente
sam
Messaggi: 141
Iscritto il: gio dic 24, 2015 10:33 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da sam » sab feb 13, 2016 7:41 am

Oppure compri un essiccatore, e in 12/24 ore sono pronti. Con il forno spendi molto di più, un essiccatore si trova anche a 30 euro o giù di lì. Soprattutto se hai molto da seccare, i sali disseccanti sono improponibili. Che poi quelli dovrebbero essere usati in un contenitore ermetico per funzionare, non prima di un paio di giorni sopra una ventola. Altrimenti non vengono perfettamente disidratati. E poi comunque tre o quattro giorni all'aria aperta vuol dire parecchia ossidazione e quindi perdita di potenza

Abeja G.
Messaggi: 1260
Iscritto il: mer ott 14, 2015 2:42 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da Abeja G. » sab feb 13, 2016 4:31 pm

c'e' sempre l'opzione del riso
i funghi poggiati su del riso, poi per il contenitore, ognuno avra' il suo..

Avatar utente
sam
Messaggi: 141
Iscritto il: gio dic 24, 2015 10:33 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da sam » dom feb 14, 2016 10:51 am

Abeja G. ha scritto:c'e' sempre l'opzione del riso
i funghi poggiati su del riso, poi per il contenitore, ognuno avra' il suo..
Il riso non è sufficiente per raggiungere lo 0% di acqua. Non lo è neanche il sale che è molto più disidratante.

Abeja G.
Messaggi: 1260
Iscritto il: mer ott 14, 2015 2:42 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da Abeja G. » dom feb 14, 2016 3:15 pm

come facevano gli antichi insomma... riso e ventola = )

Avatar utente
spiritualconnection
Messaggi: 351
Iscritto il: mer nov 25, 2015 4:35 am

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da spiritualconnection » mer feb 24, 2016 3:39 pm

Effettivamente risulta anche a me che la psilocibina\psilocina inizi il suo processo di disgregazione raggiunti i 200° circa. Quindi siamo ancora preda di vecchie credenze secondo cui bastava un po' di calore per far perdere potenza agli amici bluastri.

L'opzione fornetto ventilato a potenza minima ( 60\100° ) va più che bene. In un paio di ore avremo risultati croccanti e duraturi.
---
We are fractal extensions of the transcendent consciousness. We collectively create an infinite spectrum of symphonies, of vibration for the purpose of experience. We are the Universe perceiving itself, and thus creating itself
Ryan Boyd

lizardKing
Messaggi: 54
Iscritto il: ven gen 08, 2016 9:26 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da lizardKing » lun mar 07, 2016 11:22 am

Grazie grazie mille a tutti! per questioni di cash e spazi opterò per tupperware ermetico con sali dessicanti..

domanda: una volta essicati per bene, vanno messi in freezer oppure possono essere tenuti in un barattolo in un luogo asciutto e buio? non perdono in potenza?

Avatar utente
Gengiskan
Messaggi: 142
Iscritto il: sab nov 07, 2015 3:15 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da Gengiskan » lun mar 07, 2016 12:28 pm

Io uso un ventilatore con aria calda che non supera 30 gradi, una volta secchi barattolo con silca in bustina separata,penso che se sono belli secchi,il riso va bene per conservarli in barattolo.oppure una volta secchi bustinaermetica poi barattolo ben chiuso e congelatore

lizardKing
Messaggi: 54
Iscritto il: ven gen 08, 2016 9:26 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da lizardKing » lun mar 07, 2016 1:11 pm

Ok, grazie!

lizardKing
Messaggi: 54
Iscritto il: ven gen 08, 2016 9:26 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da lizardKing » mer mar 09, 2016 11:14 am

Se però il raccolto non fosse così enorme, e pensassi di consumare nel giro di un mesetto dall'essicazione, cosa mi conviene fare? sempre e comunque freezer?

Avatar utente
BlindFaith
Messaggi: 1494
Iscritto il: mar set 15, 2015 9:22 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da BlindFaith » gio mar 10, 2016 2:50 pm

Non ha senso, se li consumi nel giro di un mese, ma anche due mesi.
poi sinceramente non capisco perché sbattersi così tanto per essiccare dei funghetti..non so voi ma a me pare sufficiente lasciarli all'aria...senza sali deumidificanti riso legumi ventole e cazziammazzi.
"Pronto, Barbarella! Sei una tipica terricola femmina??" (cit. SuBuRbAsS)

"You don't possess me, don't impress me, just upset my mind. Can't instruct me or conduct me, just use up my time."
(King Crimson)

Avatar utente
sam
Messaggi: 141
Iscritto il: gio dic 24, 2015 10:33 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da sam » mer mar 16, 2016 9:04 am

Ci si sbatte così tanto perché una corretta essiccazione è essenziale per preservare potenza e gusto. I funghi essiccati alla cazzo non saranno mai completamente essiccati e quindi ossideranno perdendo potenza e diventando orribili al gusto. Congelare dopo l'essiccazione è necessario solo per conservare per più di uno o due anni. Ovviamente io parlo di funghi correttamente essiccati. La temperatura non è un problema, io li essicco a 70 gradi in poche ore e sono sempre perfetti, potenti come freschi

Avatar utente
sam
Messaggi: 141
Iscritto il: gio dic 24, 2015 10:33 pm

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da sam » mer mar 16, 2016 9:04 am

Questo se parliamo di cubensis. Ovviamente dei semilanceata si seccano bene su un foglio di giornale, perché sono estremamente più sottili

Avatar utente
spiritualconnection
Messaggi: 351
Iscritto il: mer nov 25, 2015 4:35 am

Re: Metodi per essiccazione di funghi

Messaggio da spiritualconnection » gio mar 17, 2016 6:12 pm

Nell'altro topic riguardo la conservazione ho postato una domanda tecnica ...

E se spruzzassimo del limone poco prima del processo di disidratazione ?
Ne ridurremmo l'ossidazione o sbaglio ?
---
We are fractal extensions of the transcendent consciousness. We collectively create an infinite spectrum of symphonies, of vibration for the purpose of experience. We are the Universe perceiving itself, and thus creating itself
Ryan Boyd

Rispondi