Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Coltivazione e conservazione di funghi e tartufi
Avatar utente
asklepios
Messaggi: 1792
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da asklepios » mar dic 22, 2020 1:53 am

Ti riporto qua i due link che ti avevo mandato perché non ho voglia di riandare a cercare il post:
https://www.shroomery.org/forums/showfl ... r/25925194
https://www.shroomery.org/forums/showfl ... r/25987049

Se noti i funghi non crescono all'interno di monotub ma in dei vassoi. Nel secondo link vedi proprio la pirofila in vetro che si usa per fare le patate al forno. Per la questione della contaminazione potresti usare una grow tent o cercare di sigillare per quanto possibile la tua serra, ma resto della mia convinzione che sia un problema di spawn. Come hai preparato lo spawn? Come lo hai inoculato? Se continui ad avere contaminazione pur avendo inoculato con colture pulite su agar cereali sterilizzate a pressione e tempo ottimale, potresti provare a pastorizzare il substrato di bulk, ma dubito che sia lì il problema.

Appunto sui vassoi, tieni presente che nella foto i funghi sono Panaeolus Cyanescens, e generalmente da quel che ho potuto leggere gli Psilocybe preferiscono un substrato più profondo, quindi la pirofila potrebbe non essere l'ideale. Io è da un po' che vorrei cimentarmi nei Panaeolus, ho già del micelio pronto da usare su agar, ma mi manca il setup. Comunque non capisco cosa intendi con colonizzazione completa superficiale, manda delle foto. Ammetto di non aver mai prestato troppa attenzione alla temperatura non potendola controllare più di tanto, ma 25 mi sembra comunque una buona temperatura, forse anche meglio di 22.


Avatar utente
antropologo
Messaggi: 19
Iscritto il: gio dic 03, 2020 5:53 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da antropologo » mer dic 23, 2020 12:03 am

stalker976 ha scritto:
dom dic 20, 2020 10:14 pm
Ho usato il tappetino più di un mese fa pensando che fosse la soluzione. Ho messo il tappetino, sopra dei canovacci e sopra il monotub colonizzato. 0 funghi, ho notato che comunque il tappetino ha scaldato troppo il box. Il tappetino non mi è mai piaciuto, troppo easy per essere vero.
Quindi il problema con questi tappetini consiste solamente nel fatto che riscaldano troppo e senza controllo?


Avatar utente
stalker976
Messaggi: 68
Iscritto il: lun ott 12, 2015 11:46 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da stalker976 » gio dic 24, 2020 11:19 am

antropologo ha scritto:
mer dic 23, 2020 12:03 am
Quindi il problema con questi tappetini consiste solamente nel fatto che riscaldano troppo e senza controllo?
Con il cavo riscaldante ho un ottimo feeling, col tappetino no, nn sono mai riuscito ad averlo, però, come vedi leggendo questo forum, nn ho esperienza dei mesi invernali, sto cercando di farmela.
Il tappetino l'ho trovato troppo poco riscaldante se vuoi riscaldare l'ambiente anche micro come può essere una serra.
E troppo riscaldante se lo devi mettere a contatto; voglio dire, se in casa hai una temperatura invernale di 20 gradi massimo e coi cubensis devi partire almeno da 21 (su Shroomery ho sempre letto di non andare sotto i 70 gradi farenheit) nn è che basta mettergli sotto un qualcosa che riscalda che risolvi il problema, almeno fino a ora per me è stato così. Nn li freghi così facilmente, insomma.
Poi magari per le piccole vaschette come quelle che vendono gli smartshop va benissimo, boh...

Come s'è detto finora, soluzioni sicuramente migliori sono:
- aumenti la temperatura della casa (o della stanza), giorno e notte, spendendo parecchio in riscaldamento
- serra o miniserra e controllo temperatura, umidità, circolo aria

Il tappetino sto pensando di usarlo sotto la sedia in ufficio o sotto il sedile in auto... :asd:

Avatar utente
stalker976
Messaggi: 68
Iscritto il: lun ott 12, 2015 11:46 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da stalker976 » gio dic 24, 2020 11:41 am

asklepios ha scritto:
mar dic 22, 2020 1:53 am
Ti riporto qua i due link che ti avevo mandato perché non ho voglia di riandare a cercare il post:
https://www.shroomery.org/forums/showfl ... r/25925194
https://www.shroomery.org/forums/showfl ... r/25987049

Se noti i funghi non crescono all'interno di monotub ma in dei vassoi. Nel secondo link vedi proprio la pirofila in vetro che si usa per fare le patate al forno. Per la questione della contaminazione potresti usare una grow tent o cercare di sigillare per quanto possibile la tua serra, ma resto della mia convinzione che sia un problema di spawn. Come hai preparato lo spawn? Come lo hai inoculato? Se continui ad avere contaminazione pur avendo inoculato con colture pulite su agar cereali sterilizzate a pressione e tempo ottimale, potresti provare a pastorizzare il substrato di bulk, ma dubito che sia lì il problema.

Appunto sui vassoi, tieni presente che nella foto i funghi sono Panaeolus Cyanescens, e generalmente da quel che ho potuto leggere gli Psilocybe preferiscono un substrato più profondo, quindi la pirofila potrebbe non essere l'ideale. Io è da un po' che vorrei cimentarmi nei Panaeolus, ho già del micelio pronto da usare su agar, ma mi manca il setup. Comunque non capisco cosa intendi con colonizzazione completa superficiale, manda delle foto. Ammetto di non aver mai prestato troppa attenzione alla temperatura non potendola controllare più di tanto, ma 25 mi sembra comunque una buona temperatura, forse anche meglio di 22.
In effetti i vassoi mi paiono una buona idea! Mi hai dato altri input da provare...
Sono andato avanti con quanto conoscevo, il monotub, ma in una miniserra meglio dargli più aria, perchè no, anzi.

Allego una foto della miniserra:
Immagine

Nn mi pare male, no? Come dimensioni...

E una dell'interno del tub:
Immagine

Il buco nel mezzo è quello che si riempe sempre di muffa ogni giorno, oramai penso sia tutto da buttare.
Vedi com'è tutto riempito di micelio in superfice, mi sembra affogato come tub e nn penso sia una buona cosa per la fruttificazione.
Quando l'ho messo a fruttificare era solo il 15% a occhio, quindi se s'è riempito così temo che nn sia mai uscito dall'incubazione...

Riguardo allo spawn nn lavoro con l'agar, nn sono a questo livello, ma ho sempre utilizzato spore prese da precedenti coltivazioni. Sì, nn è la maniera migliore, però nella prima fase dell'incubazione difficilmente ho problemi.

So che i Panaeolus Cyanescens sono piuttosto concentrati! Anche più della Semilanceata, sarebbe interessantissimo provarli, ma so che, anche se coltivabili, sono piuttosto difficili. Spero tu riesca!

Avatar utente
antropologo
Messaggi: 19
Iscritto il: gio dic 03, 2020 5:53 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da antropologo » gio dic 24, 2020 8:07 pm

Sicuramente opterò per una mini serra, anzi già sto progettando la parte elettrica, che consiste nell'automatizzare tutto (ventilazione, umidificatore, temperatura e illuminazione) tramite l'uso di arduino [uno], che quindi gestirebbe tutte le apparecchiature e i relativi sensori. Quest'idea me l'ha fatta venire questo stesso forum e, sebbene possa essere troppo per uno che deve cominciare per la prima volta, lo preferisco ad attaccare cinquecento prese con altrettanti cavi, timer igrometri e altre cose. Mi si pone quindi il problema di come riscaldare il tutto, contando che, raggiunta la temperatura ottimale, sarà in grado di spegnersi da solo; ma credo che a questo punto prenderò in considerazione il cavetto, anche perché se non sbaglio il tappetino è un mini pannello radiante e, effettivamente, un pannello radiante scalda direttamente gli oggetti che irradia con il calore e non l'aria, come il sole. Forse con il cavo è diverso dato che credo sia una serpentina, quindi magari scalderebbe l'atmosfera intorno. Ma forse volendo fare anche una coibentazione il problema non esiste?!
Comunque quest'idea dei vassoi mi intriga parecchio, posso farla pure io con la PFTek?

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 1792
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da asklepios » ven dic 25, 2020 2:19 pm

stalker976 ha scritto:
gio dic 24, 2020 11:41 am
Vedi com'è tutto riempito di micelio in superfice, mi sembra affogato come tub e nn penso sia una buona cosa per la fruttificazione.
Quando l'ho messo a fruttificare era solo il 15% a occhio, quindi se s'è riempito così temo che nn sia mai uscito dall'incubazione...
Il colore non è male. La foto è un po' sfocata quindi non riesco a vedere bene. Se i micelio cresce verso l'alto senza fruttificare può essere segno di scarso ricambio d'aria. A giudicare dal setup il monotub non riceve molta aria, ma comunque l'unico grosso problema mi sembra la contaminazione. È normale che colonizzi la superficie, a meno che non usi un casing quando già è in fruttificazione la superficie avrà quell'aspetto

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 1792
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da asklepios » ven dic 25, 2020 2:23 pm

antropologo ha scritto:
gio dic 24, 2020 8:07 pm
Comunque quest'idea dei vassoi mi intriga parecchio, posso farla pure io con la PFTek?
In teoria sì. Se posso permettermi però, se devi investire tempo e soldi nella coltivazione di funghi, prima di pensare a costruire una serra e automatizzarla, pensa a imparare a usare l'agar e a comprare una pentola a pressione. Immagina costruire tutto e poi ti esce poco e niente comunque

Avatar utente
stalker976
Messaggi: 68
Iscritto il: lun ott 12, 2015 11:46 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da stalker976 » ven dic 25, 2020 8:20 pm

antropologo ha scritto:
gio dic 24, 2020 8:07 pm
Sicuramente opterò per una mini serra, anzi già sto progettando la parte elettrica, che consiste nell'automatizzare tutto (ventilazione, umidificatore, temperatura e illuminazione) tramite l'uso di arduino [uno], che quindi gestirebbe tutte le apparecchiature e i relativi sensori. Quest'idea me l'ha fatta venire questo stesso forum e, sebbene possa essere troppo per uno che deve cominciare per la prima volta, lo preferisco ad attaccare cinquecento prese con altrettanti cavi, timer igrometri e altre cose. Mi si pone quindi il problema di come riscaldare il tutto, contando che, raggiunta la temperatura ottimale, sarà in grado di spegnersi da solo; ma credo che a questo punto prenderò in considerazione il cavetto, anche perché se non sbaglio il tappetino è un mini pannello radiante e, effettivamente, un pannello radiante scalda direttamente gli oggetti che irradia con il calore e non l'aria, come il sole. Forse con il cavo è diverso dato che credo sia una serpentina, quindi magari scalderebbe l'atmosfera intorno. Ma forse volendo fare anche una coibentazione il problema non esiste?!
Comunque quest'idea dei vassoi mi intriga parecchio, posso farla pure io con la PFTek?
Il tappetino che ho io è solo 5 watt, le serpentine si va sui 25 watt. Una serpentina nel box di polistirolo chiuso per l'incubazione mi alza tranquillamente la temperatura fino ai 27 gradi standard ottimi. Nella miniserra dipende ovviamente quanto la chiudi, però me ne sono servite due di serpentine per arrivare a 24, 25 gradi, messe per terra. Comunque sì, il loro lavoro lo fanno.

In ogni modo, dato che per te sono le prime volte, valuta anche di aspettare tranquillamente la primavera. Nei mesi primaverili estivi nn hai necessità nella fruttificazione di usare niente di artificiale, elettrico, eh. Avrai anzi il problema opposto, che potrebbe essere troppo caldo, ma i funghi crescerebbero lo stesso...

Avatar utente
stalker976
Messaggi: 68
Iscritto il: lun ott 12, 2015 11:46 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da stalker976 » ven dic 25, 2020 8:22 pm

asklepios ha scritto:
ven dic 25, 2020 2:23 pm
antropologo ha scritto:
gio dic 24, 2020 8:07 pm
Comunque quest'idea dei vassoi mi intriga parecchio, posso farla pure io con la PFTek?
In teoria sì. Se posso permettermi però, se devi investire tempo e soldi nella coltivazione di funghi, prima di pensare a costruire una serra e automatizzarla, pensa a imparare a usare l'agar e a comprare una pentola a pressione. Immagina costruire tutto e poi ti esce poco e niente comunque
Eh sì, penso aslkepios abbia proprio ragione.
Posso chiederti, asklepios, perchè reputi più importante l'agar, comunque?
Io nn ne sento ancora così la necessità...

Avatar utente
stalker976
Messaggi: 68
Iscritto il: lun ott 12, 2015 11:46 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da stalker976 » ven dic 25, 2020 8:25 pm

asklepios ha scritto:
ven dic 25, 2020 2:19 pm
Il colore non è male. La foto è un po' sfocata quindi non riesco a vedere bene. Se i micelio cresce verso l'alto senza fruttificare può essere segno di scarso ricambio d'aria. A giudicare dal setup il monotub non riceve molta aria, ma comunque l'unico grosso problema mi sembra la contaminazione. È normale che colonizzi la superficie, a meno che non usi un casing quando già è in fruttificazione la superficie avrà quell'aspetto
Sì, la contaminazione oramai è inarrestabile, con oggi siamo al decimo giorno e nn vedo niente. Mi sa lascio perdere.
Peccato perchè il micelio mi sembra vivo, ma è pienissimo e nn mi pare un buon segno.
Deve essere come dici e a questo punto passare ai vassoi o a lasciare aperto il coperchio mi sembra ancora di più un ottima idea.

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 1792
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da asklepios » ven dic 25, 2020 9:01 pm

stalker976 ha scritto:
ven dic 25, 2020 8:22 pm
Eh sì, penso aslkepios abbia proprio ragione.
Posso chiederti, asklepios, perchè reputi più importante l'agar, comunque?
Io nn ne sento ancora così la necessità...
Ti sei risposto da solo nel tuo post successivo. Con l'agar riduci di molto le possibilità di contaminazione, tutto qui, ti dà una marcia in più, soprattutto se usi cereali interi e non la farina di riso con la PFTek. Se ti piace come hobby poi è un traguardo obbligato, una volta che fai più di una o due grow e cominci ad avere la tua "banca" puoi fare degli isolati e selezionare genetiche più belle.

Avatar utente
stalker976
Messaggi: 68
Iscritto il: lun ott 12, 2015 11:46 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da stalker976 » sab dic 26, 2020 5:02 pm

E' un po' OT rispetto a questo post, ma guardate in che bel video di Monotub Hightech (guardare soprattutto gli ultimi minuti) mi sono imbattuto per caso:



Interessante anche un uso mi pare intelligente del casing fatto solo di fibra di cocco.
Lo posto anche perchè in questo video avere il micelio completamente sviluppato come ho avuto io è visto come uno step necessario e sopra ci viene applicato un casing bello inumidito.
Il casing, che io sappia, è un po' discusso, nn tutti sono d'accordo sulla sua utilità.
Questo video invece me lo fa apprezzare, mi sa provo anche questo...

Ecco, quello che fa negli ultimi minuti cercherò di estenderlo alla miniserra, escludendo le luci (penso quella solare basti) e aggiungendo le serpentine riscaldanti.

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 1792
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da asklepios » sab dic 26, 2020 7:06 pm

Avevo già visto questo video, forse se ne era parlato anche qua nel forum. Secondo me è un po' inutile, per il semplice fatto che se uno coltiva in monotub probabilmente ne fa più di una. Vale lo stesso discorso che per la PFTek, ovvero di non avere tutte le uova nello stesso paniere. Sicuramente un setup del genere ti dà un maggior controllo, ma non è scalabile. Dubito che la loro ditta (se è una ditta di produzione) usi effettivamente setup del genere

C'è poi anche da dire che i cubensis crescono senza bisogno di tutte queste attenzioni, mentre per specie più delicate come i Panaeolus allora sì che ha senso. Del casing mi pare ne avessi parlato anche nelle guide, è utile perché ti semplifica il lavoro di dover controllare le condizioni di umidità superficiale, ma non strettamente necessario. Per quanto riguarda i cubensis, ho ottenuto risultati similari con e senza casing.

bertino
Messaggi: 36
Iscritto il: lun giu 12, 2017 2:22 pm

Re: Mantenere la temperatura adatta per i funghi

Messaggio da bertino » lun gen 25, 2021 1:11 am

Io per la fase di fruttificazione sono più indirizzato verso la serpentina anzichè al tappetino, perchè considerando che il tappetino va sotto e sopra ci va la perlite umida, il calore sotto rischia o di non arrivare in superficie o di far evaporare troppo in fretta l'acqua della perlite, mentre mettere una o due serpentine introno alla camera di fruttificazione dovrebbe riscaldare l'aria in maniera uniforme intorno alle tortine colonizzate.

Rispondi