Estrazione LSA (by PlainCoil)

Estrazioni più o meno grezze di principi attivi
Marcoxna
Messaggi: 24
Iscritto il: ven set 14, 2018 2:06 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Marcoxna » lun dic 03, 2018 1:12 am

Io vorrei sentire qualche d uno che ha usato una tecnica ed ha funzionato è puo dare qualche consiglio esaustivo ..però non sono ancora riuscito a farmi un idea...

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
etilosauro
Messaggi: 173
Iscritto il: gio set 06, 2018 11:53 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da etilosauro » sab dic 22, 2018 5:53 pm

L'estrazione è uno spreco di tempo, meglio masticare 10 semi di Nervosa, non si rischia di sbagliare rispetto al dover maneggiare cl di alcool, aqua, tempi sul fuoco e in frigo ahahah ma chi ve lo fa fare. Un po' di nausea non ha mai ucciso nessuno e da quel che ho avuto modo di capire, neanche l'estrazione elimina la nausea, ergo, l'estrazione è del tutto inutile
#FreeAllDrugs :shock: <3

Smoka99
Messaggi: 1
Iscritto il: lun nov 19, 2018 12:07 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Smoka99 » gio nov 07, 2019 7:20 pm

E possibile una cristallizzazione per fumarla piuttosto che berla
Sinceramente non mi va di bere 60ml di alcol a 96^

Avatar utente
Invernomuto
Messaggi: 627
Iscritto il: lun lug 17, 2017 6:02 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Invernomuto » ven nov 08, 2019 1:06 pm

io quella tecnica l' ho usata, elimina l' effetto nauseante ma la nafta smorza un po la potenza dei semi, ma funziona te lo assicuro, l' ideale sarebbe avere etere di petrolio puro da analisi invece della nafta, l' ho fatta un paio di volte, sono arrivato alla conclusione che senza prodotti chimici puri (difficili da trovare e pericolosi da farsi arrivare...) quei semi non mi interessano, ho provato anche il classico estrazione acqua e limone ed è troppo nauseante per me, comunque se vuoi procedere e hai dubbi chiedi pure

Avatar utente
Arcano
Messaggi: 532
Iscritto il: sab set 26, 2015 2:11 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Arcano » ven nov 08, 2019 10:40 pm

Invernomuto ha scritto:
ven nov 08, 2019 1:06 pm
io quella tecnica l' ho usata, elimina l' effetto nauseante ma la nafta smorza un po la potenza dei semi,
hai fatto la Extraction 1995 edition quindi? Hai provato anche la tecnica dell'alcool? Vorrei tentare, ma temo che oramai i semi non maturino più, è arrivato il freddo :(
Le informazioni da me riportate sono esclusivamente a scopo informativo.
Non intendo incitare nessuno all'uso di sostanze stupefacenti. Peace

Avatar utente
Invernomuto
Messaggi: 627
Iscritto il: lun lug 17, 2017 6:02 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Invernomuto » lun nov 11, 2019 11:16 am

no quella solo con l' alcol non l' ho usata

Regene
Messaggi: 747
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Regene » mer gen 01, 2020 8:47 pm

questo è un vecchio thread ma vorrei comunque mettere qualche informazione utile.
l'LSA freebase è solubile in acetone ma il tartrato no.
ATTENZIONE tutto deve essere asciutto e meno acqua c'è meglio è, i contenitori che usate asciugateli benissimo e se potete riscaldateli su fiamma prima di iniziare così da rimuovere più acqua possibile. ovviamente dovete aspettare che si raffreddino prima di usarli.
si mescolano i semi tritati con acetone e acido citrico (va bene anche il cloridrico gassoso ma è qualcosa di davvero pericolso e difficile da produrre quindi meglio evitare, il solforico andrebbe bene ma bisogna che sia puro e non contenga acqua, l'acido solforico anidro non è impossibile da produrre ma è una gran rottura di coglioni, non ne vale la pena).
si filtrano i solidi da cui dopo si può fare un altra estrazione.
a questo punto bisogna aggiungere una base per passare dalla forma salina al freebase, il problema è che le normali scelte come idrossidi e carbonati sono insolubili in acetone. ci sono idrazina e guanidina ma si tratta di reagenti pericolosi (soprattutto l'idrazina che è carburante per razzi) e difficili da trovare. forse si potrebbe usare polvere di magnesio per ridurre ma non so quanto sia fattibile. apprezzo idee su come creare il freebase in questa situazione.
si aggiunge acido tartarico che si compra liberamente essendo un additivo alimentare (amazon per capirci)
comicia a precipitare un solido bianco che va filtrato, ecco a voi l'LSA tartrato (anche altri alcaloidi ma comunque la purezza è davvero elevata).
va sistemata ma è una buona idea che non richiede solventi o reagenti speciali.
@ThePharmacologist
@Invernomuto
@Arcano
dritte?
EDIT il cloridrico gassoso non va bene reagisce con l'acetone per dare condensazione aldolica (parola molto complessa per dire che fa un casino), e temo che anche il solforico potrebbe fare lo stesso.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Avatar utente
Invernomuto
Messaggi: 627
Iscritto il: lun lug 17, 2017 6:02 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Invernomuto » gio gen 02, 2020 12:45 pm

va bene si e va bene no, è simile a quello che feci io ma è incompleta, devi separare lsa dall altra molecola che fa venire la nausea, per me l'unica tek che ha senso è questa https://wiki.dmt-nexus.me/Kash%27s_Adva ... Extraction ma devi avere etere di petrolio puro da analisi se no la nafta rovina l lsa, e il passagio con la nafta lo devi fare per scartare la molecola che da la nausea, poi ti serve il diclorometano o il toulene, quest' ultimo usato anche per fare l tnt quindi magari controllato...io seguii questa tek ma senza basificare e estrarre col dco o toulene, avevo la nafta degli zippo, si ottenni qualcosa che diede un bell effetto ma feci uno sbattimento enorme con tipo 3000 semi e alla fine erano un paio di dosi invece delle 10 che dovevano essere (penso colpa della nafta che ha rovinato lsa), piu' il costo di nafta e acetone faccio prima a cucinarmi una aya o comprare acido

Regene
Messaggi: 747
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Estrazione LSA (by PlainCoil)

Messaggio da Regene » gio gen 02, 2020 3:23 pm

Sì conosco quella tek e per me i reagenti o i solventi non sono un problema: sono nel giro della chimica quindi non ho particolari limitazioni.
La mia più che altro era un idea per cercare di rendere più rapida la procedura è abbattere i costi dei solventi.
In generale il passaggio in cui si perde di più è quando si basifica. Per evitarlo potrebbe essere interessante una reazione di doppio scambio.
In pratica prima si estrae con acetone poi si elimina l'acetone (come nella tek che hai seguito te) poi si scioglie in acqua e si aggiunge acido iodidrico così da creare LSA ioduro. Si elimina l'acqua è si ridiscioglie in acetone poi si aggiunge tartrato di sodio. Si va a formare ioduro di sodio che è solubile in acetone e LSA tartrato che non lo è.
L'unico problema è che l'acido iodidrico non lo compri alla coop e che bisognerebbe controllare la solubilità dello ioduro di LSA in acetone.
Magari potrebbe funzionare anche l'acido solforico, di sicuro non quello cloridrico.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Rispondi