Visto l'interesse e il crescere di topic sul riconoscimento e la raccolta funghi spontanei ho creato una sezione per la raccolta dei funghi.

Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Discussioni generiche sulle piante
Rispondi
Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da Benway » ven nov 02, 2018 8:40 am

Falso gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/ ... disevo.jpg

https://it.wikipedia.org/wiki/Trachelos ... asminoides

Il falso gelsomino contiene arctina, tracheloside, nortracheloside, matairesinoside, dambonitolo, arctigenina, matariresinolo, trachelogenina, nortrachelogenina, coronaridina, voacangina, apparicina, conoflorina, vobasina, 19-epivoacangarina, ibogaina, voacangina-7-idrossindolenina, tabernaemontanina, apigenina, apigenin-7-O-glucoside, apigenin-7-O-gentiovioside, apigenin-7-O-neoesperidoside, luteolina, Beta-amyrina, Beta-amyrinacetato, lupeolo, lupeol acetato, Beta-sitosterolo, stigmasterolo, campesterolo, E-nerolidolo, Beta-fellandrene, trans-linalolo e citronellolo.

L’arctina è responsabile dell’effetto ipotensivo, vasodilatante ed antispastico.
Il principale alcaloide allucinogeno è l’ibogaina, ma anche voacangina, vobasina, tabernaemontanina e voacangina-7-idrossindolenina hanno delle accertate proprietà psicoattive.

Viene indicato in fitoterapia moderna come tonico, antireumatico, antitrombotico e rimedio per l’invecchiamento. Localmente si applica contro infiammazioni, dolori articolari, spasmi ed infezioni della pelle.

Dicono che sia la seconda migliore fonte di ibogaina dopo l'iboga...

Ho cercato sul web report di esperienze con questa pianta, ma non ho trovato nulla...per ora.

Uno psiconauta in fase di test mi disse che va trattata come la mimosa per quanto concerne la preparazione: soluzione acidificata e lenta bollitura.
Non ha saputo dirmi nulla di più sugli effetti perchè era ai primi test. Con dosaggi leggeri ( 3-7g in decotto ) dovrebbe avere un effetto stimolante ed antidepressivo abbastanza intenso.
A dosaggi alti non ne ho idea, ma posso supporre..

Come preparazione credo che il digiuno sia importantissimo come per l'assunzione di iboga..

Insomma, qualcuno di voi sta sperimentando o ha avuto esperienze con questa pianta?

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
legambedibukowski
Messaggi: 141
Iscritto il: mar ott 16, 2018 8:39 am

Re: Falso gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da legambedibukowski » ven nov 02, 2018 10:02 am

curioso. una vecchia "amica" (proprio nel senso che è una signora di 70 anni) mi parla sempre del rincospermo che ha in giardino...non sapevo nulla delle sue proprietà. a istinto che assunzione consiglieresti?
che è un gioco
non è un gioco

Avatar utente
tropopsiko_23
Moderatori
Messaggi: 1300
Iscritto il: mer ott 28, 2015 10:33 pm

Re: Falso gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da tropopsiko_23 » sab nov 03, 2018 12:16 am

dico, scherziamo, ne ho un cespuglio enorme a casa. In effetti la linfa è strana, odorosa e appiccicaticcia...che contenesse ibogaina è una sorpresona :ninja:
X

Avatar utente
legambedibukowski
Messaggi: 141
Iscritto il: mar ott 16, 2018 8:39 am

Re: Falso gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da legambedibukowski » sab nov 03, 2018 12:26 am

boom
che è un gioco
non è un gioco

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da Benway » mar dic 11, 2018 6:22 pm

Ho cercato altre informazioni in merito al Falso Gelsomino e ho scoperto che è inserito nella lista delle piante psicoattive di wikipedia:
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_p ... ive_plants

In più ho scoperto che in inglese si chiama Star Jasmine e che su DMT-NEXUS c'è un post simile al nostro:
https://www.dmt-nexus.me/forum/default. ... s&m=488003
Di cui estraggo e traduco una parte che potrebbe interessare:

"Star Jasmine, noto anche come Chinese Star Jasmine, Confederate Jasmine o Trachelospermum Jasminoides.
Questa pianta è completamente legale negli Stati Uniti e viene spesso coltivata e utilizzata per la sua fragranza accattivante.
È anche riferito che è facile da far crescere. Il problema, come sempre, è che il contenuto di alcaloidi di Ibogaina è molto piccolo; Shaman Australis lo colloca intorno allo 0,04%.

Riportato da Entheogen.com:

(Star Jasmine)
"Foglie e steli (50 kg) sono stati essiccati all'ombra ed estratti con etanolo. Gli estratti alcolici grezzi sono stati concentrati e ripartiti tra il 10% di acido cloridrico e cloroformio (pH 1).
Lo strato di cloroformio è stato essiccato con sodio solfato anidro e concentrato a una gomma (25 g) Lo strato acido acquoso fu basificato con ammoniaca acquosa ed estratto in cloroformio a vari valori di pH (5, 7, 9 e 11).
La frazione ottenuta a pH-5 (20 g) è stato trovato che contiene alcaloidi importanti. Abbiamo recentemente segnalato cinque alcaloidi indolo da questa pianta. "

"La frazione alcaloidale grezza (25 g) è stata sottoposta a cromatografia flash.
[...] L'alcaloide isolato è stato identificato come voacangina-7-idrossiindolenina rispetto ai suoi dati spettrali con quelli riportati in letteratura.
[ ...] La Voacangina-7-idrossiindolenina può essere stata formata dall'ossidazione dell'aria durante il processo di estrazione e isolamento".

"La frazione F2 (20 g) è stata anche caricata su una colonna di silice (750 g) ed è stata eluita con polarità crescenti di miscele di etere di petrolio, cloroformio, etil acetato e metanolo."
"La frazione ottenuta per eluizione con cloroformio: etilacetato (3:1) consisteva in una miscela di quattro alcaloidi.
Questa frazione è stata sottoposta a una cromatografia flash che è stata eluita con polarità crescenti di miscele di etere di petrolio in acetone.
l'eluizione con etere di petrolio al 70% in acetone è risultata contenere due principali alcaloidi.
Questi alcaloidi sono stati separati mediante TLC preparativa su gel di silice (etere di petrolio: acetone: ammoniaca, 6: 3,95: 0,05).
L'alcaloide in movimento più rapido è stato identificato come ibogaina da confronto dei suoi dati spettrali con quelli riportati in letteratura, mentre l'alcaloide in movimento più lento è stato identificato come tabernaemontanina"

"L'ulteriore eluizione della stessa colonna con etere di petrolio al 60% in acetone fornisce un altro alcaloide che è stato ulteriormente purificato mediante TLC preparativa su gel di silice (etere di petrolio: acetone: ammoniaca, 1: 1: 0)".

Riportato da Shaman Australis Botanicals:


Informazioni botaniche:
Un vitigno sempreverde, raggiunge un'altezza di 7 metri. Il fusto è legnoso e ramificato; le foglie sono verdi, ovate-acuminate e spesse; i fiori sono bianchi, a forma di stella, fragranti, 5 petali e inviolanti, che si verificano nei grappoli terminali.
Originario della Cina meridionale, è adattabile alla maggior parte dei terreni in una posizione aperta e soleggiata ed è resistente al gelo, ma la siccità è tenera.
La propagazione è per talea presa in primavera.

Usi tradizionali:
Nessuno segnalato.

Farmacologia:
Il principale alcaloide che si trova nelle foglie e nei gambi di Trachelospermum jasminoides è l'ibogaina, insieme a tabernaemontanina, vobasina e voacangina-7-idrossiindolenina (quest'ultima è probabilmente un artefatto di estrazione).
Il contenuto totale di alcaloidi è di circa lo 0,04%, ma non sono state fornite percentuali per gli alcaloidi separati.
Vi è almeno un riferimento aneddotico di un ricercatore che ingerisce una quantità di semi di questa specie, con conseguenti effetti forti (che non aggiunge più dettagli di quelli noti)."


Dunque un decotto darebbe risultati blandi anche se potenzialmente interessanti, ma potrebbe essere un buon punto di partenza per prendere confidenza con la pianta e i suoi effetti.
In molti nell'altro forum dicono che sarebbe meglio estrarre e poi utilizzare quello.

I dosaggi per il decotto dovrebbero essere: dose lieve 3-7gr \moderata 7-18gr \alta 18-40gr \altissima 40-60gr.
Confrontati con quelli della tintura e dell'estratto in aceto non ci sono grandi differenze ( pochi grammi ).

Come dicevo sopra mi veniva consigliato di metterlo a bagno qualche ora prima in soluzione leggermete acidificata e poi fare il decotto. Mi si suggeriva di mettere un pò più di h2o così da allungare i tempi di bollitura ( lenta e non energica ).
Penso che per dosaggi leggeri basti avere lo stomaco vuoto da qualche ora, mentre se si sale forse converrebbe applicare lo stesso digiuno che si pratica prima dell'iboga.

Non rimane che provare e capire di persona la portata degli effetti nel suo insieme ( tutto il pool di alcaloidi che sono solubili in h2o, non solo l'iboga.. ).
Intanto cerco altri report su internet...

Avatar utente
tropopsiko_23
Moderatori
Messaggi: 1300
Iscritto il: mer ott 28, 2015 10:33 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da tropopsiko_23 » mer dic 12, 2018 12:21 am

Vabbè io non uso più sostanze ma posso usare qualche amico come cavia :asd: l'ho potato due settimane fa, ogni potatura (3 volte all'anno) sono 2 carriole e mezzo di steli e foglie...posso avviare produzione? :lol:
X

Avatar utente
legambedibukowski
Messaggi: 141
Iscritto il: mar ott 16, 2018 8:39 am

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da legambedibukowski » mer dic 12, 2018 7:41 am

@Salvo98, l'ottimo e puntualissimo @Benway (grazie!) qua sopra ha progredito nella ricerca su questa pianta! mi sembra ottimo come punto di partenza


@tropopsiko_23
tropopsiko_23 ha scritto:
mer dic 12, 2018 12:21 am
Vabbè io non uso più sostanze ma posso usare qualche amico come cavia :asd: l'ho potato due settimane fa, ogni potatura (3 volte all'anno) sono 2 carriole e mezzo di steli e foglie...posso avviare produzione? :lol:
minchia :lol:
che è un gioco
non è un gioco

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da Benway » mer dic 12, 2018 7:34 pm

Con 2 carriole puoi permetterti tutti gli esperimenti che desideri!!
Supponendo la concentrazione nel materiale secco allo 0,04% si potrebbe optare per un x10 = 0,4% oppure ancora meglio ad un x100 = 4% e le cose inizierebbero a farsi interessati.. Tienici informati :D
Con i miei miseri 50g ci faccio ben poco se non qualche decotto. Però vale la pena provare anche quello.
Attendo il giorno giusto per cimentarmi. Vi farò sapere.

Avatar utente
tropopsiko_23
Moderatori
Messaggi: 1300
Iscritto il: mer ott 28, 2015 10:33 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da tropopsiko_23 » ven dic 14, 2018 11:44 am

Vabbè allora alla prossima potatura...:ninja:
X

Avatar utente
Mr-Sm4rT
Messaggi: 42
Iscritto il: mer nov 14, 2018 4:20 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da Mr-Sm4rT » lun mag 13, 2019 2:00 pm

Il nostro sponsor dice che dosaggi alti (40-50gr) conducono il soggetto in un viaggio introspettivo nel proprio passato che può durare fino a 24h.
Ma in che senso?
Del tipo che la sedazione fisica prende il sopravvento ed essendo costretto a stare allettato ti fai un viaggione a occhi chiusi sulla tua vita?
Qualcuno ha mai avuto questo tipo di esperienza in particolare o ne ha letto a riguardo su qualche forum,libro...?

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da Benway » mar mag 28, 2019 3:25 pm

Mr-Sm4rT ha scritto:
lun mag 13, 2019 2:00 pm
Ma in che senso?
Del tipo che la sedazione fisica prende il sopravvento ed essendo costretto a stare allettato ti fai un viaggione a occhi chiusi sulla tua vita?
Qualcuno ha mai avuto questo tipo di esperienza in particolare o ne ha letto a riguardo su qualche forum,libro...?
Domanda sensata. Andrebbe un intervento diretto dello sponsor per spiegarsi meglio.
Per ora è ancora imbustata. Mancanza totale di tempo per nuove sperimentazioni.
Se qualcuno ha provato faccia sapere...

Avatar utente
Mr-Sm4rT
Messaggi: 42
Iscritto il: mer nov 14, 2018 4:20 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da Mr-Sm4rT » ven giu 14, 2019 4:22 pm

Ho a disposizione 125 gr di Falso Gelsomino in polvere e vorrei seguire l'estrazione in aceto proposta sul sito dello sponsor:

Estratto in aceto:
-(Opzionale) Congelare il materiale inumidito con acqua distillata molto acida (PH 3).
-Mettere il falso gelsomino (opzionale)in polvere in un barattolo sigillabile e aggiungere aceto per un volume di due volte superiore al materiale vegetale.
-Scuotere quanto più spesso possibile (almeno 1 volta al giorno) e lasciare infondere fino a 1 settimane per la saturazione.
-Filtrare e scartare i solidi,
-Ripetere due volte l’infusione ed il filtraggio, riducendo a 2 giorni i tempi d’infusione ed unendone alla fine i liquidi puliti risultanti in un recipiente di vetro facilmente raschiabile.
-Concentrare ulteriormente in forno a 100-180C° per produrre un estratto atto ad essere incapsulato.


Non mi è molto chiara la parte subito dopo che abbiamo unito i liquidi dei tre filtraggi in questo recipiente di vetro facilmente raschiabile.
Devo far prima evaporare l'aceto e dopo raschiare ciò che resta (anche qui non ho capito esattamente cosa andrò a raschiare), oppure devo mettere il recipiente con i liquidi nel forno (per quanto tempo?) ?

Illuminatemi su come potrei fare al meglio questa estrazione.

P.S. @VisioneCurativa potresti spiegarti meglio dove dici "Infine conduce il soggetto in un viaggio introspettivo nel proprio passato che può durare fino a 24h" ? Questa frase mi ha creato mille domande.

Grazie.

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 92
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da VisioneCurativa » ven giu 14, 2019 11:40 pm

Metti il recipente in forno a 100C° (con lo sportello un minimo apero), non ti so dire fino a quando.
Controlla ogni tanto, attento a non farlo bruciare una volta che è evaporata l'acqua.
Andrai a raschiare un estratto secco dalla teglia di vetro. Dovrebbe contenere gli alcaloidi.

"Infine conduce il soggetto in un viaggio introspettivo nel proprio passato che può durare fino a 24h"
E' l'effetto di una flood dose di ibogaina, non so quanto falso gelsomino servirebbe... E' molto meno potente della rootbark
Nella parte area dovrebbe contenere circa lo 0,04 di ibogaina.

YoungPozzolino
Messaggi: 24
Iscritto il: gio mag 24, 2018 1:59 pm

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da YoungPozzolino » lun lug 08, 2019 7:34 pm

Si puó fumare? Nel caso in che quantitá per avere effetti leggeri?

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 92
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Falso Gelsomino (Trachelospermum Jasminoides)

Messaggio da VisioneCurativa » gio lug 11, 2019 8:51 pm

Non credo ne valga la pena, non è molto potente anche se contiene alcaloidi interessanti.

Rispondi