Prima coltivazione

Rispondi
Giacomino Giacomino
Messaggi: 6
Iscritto il: lun mar 11, 2019 8:16 pm

Prima coltivazione

Messaggio da Giacomino Giacomino » lun mar 11, 2019 10:07 pm

Salve a tutti, ho intenzione di iniziare una piccola coltivazione indoor. Non ho mai coltivato nulla fin'ora, se qualche esperto potesse darmi qualche consiglio gliene sarei molto grato. Avevo intenzione di acquistare presso il sito sensiseeds 3 semi di super skunk automatic autofiorenti e 3 di master kush femminizzati, qualcuno li conosce? I quesiti che vi pongo sono i seguenti.
Potrebbe dare problemi coltivare in un primo periodo le piantine outdoor (in vasi) per poi spostarle indoor in fase di fioritura? Tenerle sempre fuori mi farebbe risparmiare energia ma non potrei lasciarle lì una volta avviata la fioritura, essendo il luogo troppo esposto.
A che distanza dalle piante devo mantenere la lampada? Pensavo di usare una lampada HPS da 400 o 600W.
La stanza che andrò ad usare è dotata di una larga finestra, rimanendo sempre aperta, con l'aiuto di 1/2 ventilatori, potrebbe sostituire l'estrattore d'aria?
Quali strumenti mi consigliate di acquistare per tenere sotto controllo temperatura e umidità relativa della stanza?
Vi ringrazio in anticipo e mi scuso se alcune domande sono risultate stupide, come ho già scritto è la mia prima volta, buona serata :)

https://www.avalonmagicplants.com/

Dante
Messaggi: 76
Iscritto il: lun feb 11, 2019 8:49 am

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Dante » lun mar 11, 2019 11:18 pm

I semi vanno bene.
Passare dall'ambiente esterno all'indoor potrebbe provocargli forte stress, quindi ti consiglio di iniziare il ciclo in una maniera e finirlo nella stessa. Soprattutto l'inizio non ti costa molto in termini di tempo ed energia, in fioritura richiedono maggiori attenzioni.
La stanza con finestra e ventilatori andrà benissimo.
Le hps sono le classiche luci da coltivazione, tuttavia nonostante il basso prezzo dovrai poi fare i conti con temperatura e costi relativamente alti sulla bolletta (almeno una 50 euro bimestre) . Personalmente uso una quantum board da 180 watt, mi produce intorno ai 2 gr watt con le dovute attenzioni. (il led ha uno spettro diverso, più uniforme e completo...e l'energia tradotta in luce è maggiore rispetto alle hps, perciò producono meno calore, la conversione è maggiore in termini di performance) anche se tuttavia la spesa inziale è maggiore...dipende se ragioni in breve o in lungo termine.
La distanza della lampada varia in base allo stadio della pianta...solitamente:
Stadio piantino : 70 80 cm
Vegetativa : 40 50 cm
Fioritura: 25 30 cm (anche meno se la luce ha meno penetrazione)
Ma tutto dipende dalle caratteristiche del fornitore, ti consiglio di informarti molto prima di acquistarla, la calma e la pazienza ripagano sempre.
Per tenere sotto controllo temperatura ed umidità, puoi optare per un termoigrometro, lo trovi su qualsiasi sito di shopping online, oppure nei negozi della tua città /paese.

Giacomino Giacomino
Messaggi: 6
Iscritto il: lun mar 11, 2019 8:16 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Giacomino Giacomino » mar mar 12, 2019 10:55 am

Grazie mille gentilissimo! Quando avrò dei dubbi in futuro scriverò sempre sotto questo post. Se qualcuno volesse aggiungere qualcosa di qualsiasi tipo oppure sapesse di errori che un principiante potrebbe commettere all'inizio scriva pure, ogni consiglio è importante per me.

Jack black
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 04, 2019 6:50 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Jack black » mar mar 12, 2019 12:51 pm

Giorno a tutti...
Perchè mettere auto e femm insieme ??hanno tempistiche diverse con relativa illuminazione soprattutto in fioritura le femmine necessitano di 12/12 le auto 20/4 fino alla fine, se sei indoor vai di femmine che è meglio data la tua esperienza...
La distanza varia anche dalla potenza della lampada, un buon metodo è quello di mettere il dorso della mano sull apicale, aspetti 40 secondi, se rimane un terpore va bene se senti scottare alzi di conseguenza, un buon ventilatore sul bulbo lo raffredda e ti consente di stare più vicino....
Come ti è stato suggerito è giusto, all interno avrai un ambiente sterile e portare una pianta dall esterno è sempre un rischio, al massimo si inizia in indoor la prima fase e poi si butta all esterno...
Cerca di tenere stabili tutti i parametri...
Dall emergenza 80/90 ur, 23/25 gradi
Alla vegetativa 75 % ur 25 gradi
A fine foritura ( quando i bad sono gonfi) scendi di ur 50/60, questo dipende anche dall ambiente, diciamo che se hai una buona estrazione e ricircolo starai alto di ur altrimenti abbassi sotto i 60% per via della botrite
Non conoscendo dove coltivi ti raccomando di tenere sottocchio gli odori, sempre in prima linea la sicurezza...
Riempi sempre bene i vasi e attento alle irrigazioni, valuta dei travasi per migliorare la radicazione...
In vegetativa cosa usi ?? Hai scritto solo hps (quindi fioritura)

Giacomino Giacomino
Messaggi: 6
Iscritto il: lun mar 11, 2019 8:16 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Giacomino Giacomino » mar mar 12, 2019 3:32 pm

Ciao! Grazie per i consigli, non pensavo che autofiorenti e femminizzate avessero bisogno di un'illuminazione così differente, se per un principiante le autofiorenti non sono adatte prenderò solo le altre. In vegetativa pensavo di usare una lampada ad alogenuri metallici da 250W o 400W.

Jack black
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 04, 2019 6:50 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Jack black » mar mar 12, 2019 7:08 pm

Non fai prima a dire mh ? =P
Questo devi vederlo te, registri le temperatura e ti muovi di conseguenza ma se usi una stanza tanti problemi non dovresti averne anche se da me il pomeriggio fa già caldino...
Allora partiamo dal fatto che già devi avere in mente cosa fare quando inizi...
Che tecnica userai ??
Quante piante e quindi quanta vegetativa ?? Calcola che una 600w copre bene una grow di 100*100/120*120 dove puoi fare anche 12 o più piante in vaso da 6.5 per dire, per te sarebbe una pazzia star dietro da subito alle piante e per questo ti suggerisco di muoverti un po con umiltà, non esagerare coi wattaggi magari una 250w in vegetatita e 400w in fiorituta e viaggi più che bene, capisci la pianta e se vorrai andare avanti aumenti il setup, con un ballast dimmerabile ( 150€ circa) poi ti basta cambiare solo la lampada e aumenti il wattaggio, tanto se la cosa va avanti prima o poi ti tocca, è molto utile ;)
ma alla fine quanto è grande sta stanza ??
E quindi il litraggio quanto è ??

Le auto e le regolari/femminizzate sono molto diverse,
Le auto fioriscono da sole e crescono bene a 20/4 per tutto il ciclo, le altre le tieni a 18/6 ( dopo l emergenza a 24/0 ) per poi decidere quando fioriranno cambiando a 12/12 , capirai che se fai errori con le auto ne risentiranno e non potrai dar tempo loro di riprendersi dallo stress perche loro vanno cmq in fioritura...

Giacomino Giacomino
Messaggi: 6
Iscritto il: lun mar 11, 2019 8:16 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Giacomino Giacomino » mer mar 13, 2019 9:32 am

Userò la tecnica sog ho letto che è la più adatta per i semi che andrò ad acquistare. Prenderò 6 semi ma non è detto che tutti diventeranno piante data la mia esperienza ahah mi consigli di prenderne qualcuno in più di scorta? Vorrei sfruttare al meglio uno spazio di 120*120 con un massimo di 6 piante quindi di che grandezza dovrei scegliere i vasi? Per quanto riguarda i travasi per migliorare la radicazione non sono molto convinto in quanto potrei danneggiare le radici o commettere errori di altro tipo, se decidessi di farle crescere direttamente nel vaso finale quali sarebbero i contro?

Jack black
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 04, 2019 6:50 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Jack black » mer mar 13, 2019 12:55 pm

Allora ora non ho tempo, sono in pausa e rinizio tra poco, stasera vediamo un po, anche perchè quello che vuoi fare si fa con talee non da seme ( si fa ma secondo me è uno spreco, anche perchè i semi non li fai ma li paghi)...

Jack black
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 04, 2019 6:50 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Jack black » gio mar 14, 2019 1:20 pm

Allora la pianta adatta al sog è quella che tende a fare monocima, quindi metti tot vasi ( piccoli) 1 settimana di vegetativa e mandi in fioritura ma se parti da seme la pianta non è pronta sessualmente e ne ricavi relativamente poco, diversa storia se hai una madre e tagli i cut per poi riempire la grow e fare appunto sog, questo è il vero sog....
Se vuoi utilizzare 120* 120 la 600w casca a pennello ma devi sfuttare tutto lo spazio, calcola che io in un 100*100 metto 9 vasi da 11 ( 4 settimane vegetativa)
o 12 da 6,5 ( mi rimane anche lo spazio per umi e ventole che metto laterali, con meno vegetativa )
Volendo per il primo ciclo anche al naturale non è male ma se fai un po di lst portando più punti fiore alla stessa altezza sfrutti meglio la luce... Andare su sgrog o sog eviterei per il momento ma nulla tu vieta di farlo, sai cosa intendo per top e legature ??
Eh si i travasi sono importanti e non pensare che sia così difficile, se il panetto è ben cononizzato si sfila e rimane intatto ( non deve essere troppo bagnato però ), ti permette di regolare meglio le irrigazioni, un apparato radicale sano e forte è fondamentale per un buon ciclo, il contro sono piante meno performanti, crescono meno e rendono meno...
Sono incasinato tra lavoro e connessione, se hai dubbi tu scrivi, quando posso rispondo, se passa qualcuno meglio ancora...

Giacomino Giacomino
Messaggi: 6
Iscritto il: lun mar 11, 2019 8:16 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Giacomino Giacomino » sab mar 16, 2019 7:03 pm

Quindi il sog si può fare solo da talee oppure da seme richiedono soltanto più tempo in vegetativa? (più il costo dei semi) Penso di saperlo, sono tecniche per aumentare le rese, lst serve per modificare la forma della pianta tramite legature per sviluppare la crescita laterale ed avere più cime, l'avevo esclusa dato che mi sembra complicato per un principiante, non rischierei di rovinare le piante? Sui travasi mi hai convinto li farò. In questi giorni stavo valutando se acquistare una grow box da inserire nella stanza. Non dovrei più preoccuparmi degli odori dato che l'aria in uscita verrebbe filtrata dal filtro in carbone attivo inoltre controllerei meglio umidità e temperatura, tutto questo andrà ad aumentare di molto le spese però, cosa mi consigliate di fare?

Jack black
Messaggi: 34
Iscritto il: lun mar 04, 2019 6:50 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Jack black » lun mar 18, 2019 6:52 pm

Si può fare nel senso che è praticabile ma non ne vedo il motivo, 1 seme ti costa 10€ circa, a riempire una grow in sog sai quanto spendi solo in semi ??
Senza contare che avrai un sacco di lavoro giornaliero tra manutenzione e irrigazione...
Io andrei sul semplice, 6 piante con 400/600 w, le toppi dopo al 5/6 internodo, come riprendono le tiri e le apri, è più semplice a farlo che a dirlo...

Appunti...
1. La pianta deve essere manipolata in un momento di bassa lubrificazione ergo quando il terrenno è asciutto,
questo perchè il fusto e i rami opporranno meno resistenza avendo meno pressione dei liquidi all interno

2. Legare la base del fusto al vaso, ti permette di legare successivamente senza sforzare le radici

3. Lega l apicale e porta verso il basso ( senso contrario della base...punto 2) , usa le mani fino a quando non senti il limite ( magari poco meno) e solo ora fissa al vaso ( non tirare dal filo è importante sentire la pressione con la mano)

4. A questo punto passati 2 giorni ( a volte più, a volte meno ) la pianta ristabilisce le energie allungando i rami secondari, puoi toppare l apicale o no, l importande e che da ora in poi leghi tutti i rami in modo da aprirli e tenerli alla stessa altezza

Nt.
Per lagare va bene tutto, l importante è che non danneggi la pianta, es. Rafia, spago, fil di ferro gommato ecc... Non usare cose dure....

Per legare al vaso puoi usare il nastro americano ( perdonami il termine), fare dei fori nel vaso, o passare il fil di ferro attorno al vaso dove legarsi via via tutti i tiranti


La prima regola quando si coltiva è la sicurezza,
Odore e vibrazioni
Chiaro che se stai in campagna te ne sbatti ma se vivi un appartamento devi starci attento...
Se hai casa tua io ti consiglio di comprare estrattore e immisione, fai due fori sul muro, filtri tutto sia in ingresso (polveri, insetti ecc), che in uscita ( odori)...
In non conosco il tuo status, dove vivi, quanti soldi...
Va benissimo anche la stanza ( dipende poi quanto è grande ), se riesci a tenere i valori stabili risparmi sulla grow e puoi sempre ampliarti ma non pensare di tenere la finestra aperta con tutti gli odori verso i vicini...

Giacomino Giacomino
Messaggi: 6
Iscritto il: lun mar 11, 2019 8:16 pm

Re: Prima coltivazione

Messaggio da Giacomino Giacomino » lun mar 18, 2019 7:40 pm

Certo quello è ovvio ahahah sei stato molto chiaro ti ringrazio per il tempo che mi stai dedicando, il problema è che non avendole mai fatte e non avendo mai coltivato nulla mi sembrano comunque passaggi difficili anche se in realtà non lo sono, per prima cosa dovrò valutare in questi giorni se acquistare la grow box oppure no (lo spazio è in campagna ma ci sono comunque abitazioni vicine) ti farò sapere appena avrò deciso :)

Rispondi