4-ACO-MET - Saltare da una realtà all'altra

Rispondi
Avatar utente
Dante
Messaggi: 146
Iscritto il: lun feb 11, 2019 8:49 am

4-ACO-MET - Saltare da una realtà all'altra

Messaggio da Dante » ven mag 17, 2019 8:39 pm

Autore: Dante
Sostanza : 4-Aco-Met (Metacetina)
Dosaggio: 40 mg
Somministrazione: Orale

22.00: Peso e assumo 40 mg di 4-aco-met, sono con un amico (lui ne ha presi 25mg) decidiamo durante la salita di farci un giro in paese.
Dopo 15,20 minuti la sento già salire, i colori diventano più accesi e brillanti, lo spazio mentale è leggero, nessuna nausea, nessun dolore, solo sensazione di sedazione lieve fisica, che passa camminando e ritorna ogni volta che mi fermo, come se la sostanza rispondesse agli stimoli che riceve.

23.00: torniamo a casa, rolliamo un joint e lo fumiamo, sentiamo letteramente ogni tiro salire lentamente, una volta finito, l'effetto era divertente, ma c'era un po' di confusione. Nel frattempo gli oggetti cominciano a gonfiarsi, i pattern vanno in morphing, guardo il viso del mio amico e mi fisso per qualche minuto imperterrito, mentre gli si formavano figure geometriche attorno.

24.00: Ci buttiamo sul divano e per la restante ora ci siamo messi entrambi in uno stato meditativo profondo, perdiamo la cognizione del tempo. Durante questa fase, riesco facilmente a liberarmi di tutti i pensieri e ad avere uno spazio mentale abbastanza libero, ma quì è arrivata la parte interessante.
Mentre ero in questo stato di relax profondo, la mia immaginazione faceva da padrona, non mi era possibile immaginare qualcosa senza che l'immaginazione stessa prendesse il potere su di me, era senza freni, non potevo comandarla, così da quel momento ho cercato di rilassarmi e di guardare solo ciò che accadeva.
Ho notato me all'interno di un portale a forma di tubo, seduto a scrivere la storia della mia vita, ad un certo punto ho potuto sentire cosa sarebbe accaduto alla fine, così il mio "Io" immaginario ha lasciato cadere il libro in ciò che percepivo come un portale di realtà, e ha cominciato a trasportarsi verso la fine di questo tunnel di creazione cosmica, dov'era situata una grande, immensa luce, e più mi avvicinavo più riuscivo a scorgere cos'era, era quel che chiameremmo Creatore. Era raffigurato come un Occhio che dal futuro tirava le redini della creazione, come un treno che al suo transito crea realtà, mondi, universi. Cerco di avvicinarmi il più possibile, per cercare di parlargli, dirgli qualcosa, mentre mi avvicino sono eccitato all'idea di cosa accadrà. Arrivo vicino, ma l'occhio mi ignora, anche se sa della mia presenza, continua ad ignorarmi e sento una sensazione del tipo "non dovrei disturbarlo, ha troppo lavoro a cui badare"; nella mia immaginazione, immagino cosa accadesse se lo facessi, così mi appare per un singolo istante la rabbia che avrebbe provato, ma era solo un avvertimento e non ciò che stava accadendo. Mentre fisso l'occhio, ad un certo punto si apre, si scorge un varco...ci entro e mi ritrovo ad essere spettatore di una coppia al chiaro di luna, vicino al mare, ed io ero un violino suonato da un violinista, noto di avere la facoltà di liberarmi e di spostarmi ovunque io voglia, così decido di andare sott'acqua, entro in un pesce ma non riesco a rimanerci a lungo, e non riuscivo ad avere le redini di quel corpo, difatti vengo espulso dopo qualche secondo. Noto la luna e penso...visto che sono libero ora, voglio guardare l'universo. Mentre mi alzo verso il cielo tutto si fa chiaro, i pianeti che girano attorno al sole erano incastonati tra loro tramite figure geometriche complesse, come se facessero parte di un immenso sistema di ingranaggi, ognuno collegato, e la vista era spettacolare ed immensa, mi sentivo in un mondo sublime...mentre guardo quel che poteva essere Saturno, cerco di ricordare il come sono arrivato lì e ricordo così del Tunnel spazio temporale e dell'occhio...cerco di capire come tornarci, ho voglia di tornare lì e guardare altre realtà, perché so che lì risiede il mistero, ma come faccio a rivarcare quel portale...così mentre mi guardo attorno mi accorgo che ero già dentro, ci ero ritornato in coordinate geografiche definite...
A questo punto l'effetto si stava affievolendo e il trasporto non veniva più così spontaneo, cercavo di immaginare quel portale, ma non riuscivo più ad accerdervi.
Apro gli occhi, sono l'1.30, sono incredulo, mi sono sembrati un paio di minuti...
Durante la discesa ci siamo fatti un'altra canna, ci ha rilassato e stimolato a buttarci nel letto.

Considerazioni: Sostanza parecchio interessante, introspettiva il giusto,
mi è sembrato di vivere uno spettacolo ad occhi aperti, con una leggera sensazione che definirei come ubriachezza lucida.
Tra le varie cose, anche se non l'ho mai accennato, le risate, almeno le prime due ore, hanno fatto da padrona.
Onestamente ho bisogno di inquadrarla ancora per un po' per trarre un parere onesto.
Da riprovare ad un dosaggio maggiore :asd:
Ultima modifica di Dante il lun mag 20, 2019 5:42 pm, modificato 1 volta in totale.
" Sei un essere divino. Vieni da regni di potenza e luce inimmaginabili, e tornerai in quei regni. "

https://www.visionecurativa.it/

extreme
Messaggi: 94
Iscritto il: gio apr 14, 2016 2:11 pm

Re: 4-Aco-Met - Cos?

Messaggio da extreme » ven mag 17, 2019 8:51 pm

Ciao Dante! Come sempre ottima esperienza! Ciò che immaginavi lo "vedesi" ad occhi chiusi o apert?
Dovrei ricomprarla questa aco-met...Hai magari da riportare differenze con la aco-dmt allo stesso dosaggio? Oppure rispetto ai funghetti

Avatar utente
Dante
Messaggi: 146
Iscritto il: lun feb 11, 2019 8:49 am

Re: 4-Aco-Met - Cos?

Messaggio da Dante » sab mag 18, 2019 10:14 am

@extreme occhi chiusi, la 4 aco dmt è, a mio parere, più vicino all'effetto fungo e di conseguenza è più forte...penso che 40 mg di met siano gestibili e da rifare, 40 di aco dmt rimangono significativi.
Abitassimo vicino ti farei evitare l'acquisto :asd:
" Sei un essere divino. Vieni da regni di potenza e luce inimmaginabili, e tornerai in quei regni. "

extreme
Messaggi: 94
Iscritto il: gio apr 14, 2016 2:11 pm

Re: 4-Aco-Met - Cos?

Messaggio da extreme » mar mag 21, 2019 9:03 pm

Dante ha scritto:
sab mag 18, 2019 10:14 am
@extreme occhi chiusi, la 4 aco dmt è, a mio parere, più vicino all'effetto fungo e di conseguenza è più forte...penso che 40 mg di met siano gestibili e da rifare, 40 di aco dmt rimangono significativi.
Abitassimo vicino ti farei evitare l'acquisto :asd:
meeting "abbestia"

Pregiudicato
Messaggi: 96
Iscritto il: lun ago 13, 2018 4:29 pm

Re: 4-ACO-MET - Saltare da una realtà all'altra

Messaggio da Pregiudicato » gio mag 23, 2019 10:28 am

Dante ha scritto:
ven mag 17, 2019 8:39 pm
Autore: Dante
Sostanza : 4-Aco-Met (Metacetina)
Dosaggio: 40 mg
Somministrazione: Orale

22.00: Peso e assumo 40 mg di 4-aco-met, sono con un amico (lui ne ha presi 25mg) decidiamo durante la salita di farci un giro in paese.
Dopo 15,20 minuti la sento già salire, i colori diventano più accesi e brillanti, lo spazio mentale è leggero, nessuna nausea, nessun dolore, solo sensazione di sedazione lieve fisica, che passa camminando e ritorna ogni volta che mi fermo, come se la sostanza rispondesse agli stimoli che riceve.

23.00: torniamo a casa, rolliamo un joint e lo fumiamo, sentiamo letteramente ogni tiro salire lentamente, una volta finito, l'effetto era divertente, ma c'era un po' di confusione. Nel frattempo gli oggetti cominciano a gonfiarsi, i pattern vanno in morphing, guardo il viso del mio amico e mi fisso per qualche minuto imperterrito, mentre gli si formavano figure geometriche attorno.

24.00: Ci buttiamo sul divano e per la restante ora ci siamo messi entrambi in uno stato meditativo profondo, perdiamo la cognizione del tempo. Durante questa fase, riesco facilmente a liberarmi di tutti i pensieri e ad avere uno spazio mentale abbastanza libero, ma quì è arrivata la parte interessante.
Mentre ero in questo stato di relax profondo, la mia immaginazione faceva da padrona, non mi era possibile immaginare qualcosa senza che l'immaginazione stessa prendesse il potere su di me, era senza freni, non potevo comandarla, così da quel momento ho cercato di rilassarmi e di guardare solo ciò che accadeva.
Ho notato me all'interno di un portale a forma di tubo, seduto a scrivere la storia della mia vita, ad un certo punto ho potuto sentire cosa sarebbe accaduto alla fine, così il mio "Io" immaginario ha lasciato cadere il libro in ciò che percepivo come un portale di realtà, e ha cominciato a trasportarsi verso la fine di questo tunnel di creazione cosmica, dov'era situata una grande, immensa luce, e più mi avvicinavo più riuscivo a scorgere cos'era, era quel che chiameremmo Creatore. Era raffigurato come un Occhio che dal futuro tirava le redini della creazione, come un treno che al suo transito crea realtà, mondi, universi. Cerco di avvicinarmi il più possibile, per cercare di parlargli, dirgli qualcosa, mentre mi avvicino sono eccitato all'idea di cosa accadrà. Arrivo vicino, ma l'occhio mi ignora, anche se sa della mia presenza, continua ad ignorarmi e sento una sensazione del tipo "non dovrei disturbarlo, ha troppo lavoro a cui badare"; nella mia immaginazione, immagino cosa accadesse se lo facessi, così mi appare per un singolo istante la rabbia che avrebbe provato, ma era solo un avvertimento e non ciò che stava accadendo. Mentre fisso l'occhio, ad un certo punto si apre, si scorge un varco...ci entro e mi ritrovo ad essere spettatore di una coppia al chiaro di luna, vicino al mare, ed io ero un violino suonato da un violinista, noto di avere la facoltà di liberarmi e di spostarmi ovunque io voglia, così decido di andare sott'acqua, entro in un pesce ma non riesco a rimanerci a lungo, e non riuscivo ad avere le redini di quel corpo, difatti vengo espulso dopo qualche secondo. Noto la luna e penso...visto che sono libero ora, voglio guardare l'universo. Mentre mi alzo verso il cielo tutto si fa chiaro, i pianeti che girano attorno al sole erano incastonati tra loro tramite figure geometriche complesse, come se facessero parte di un immenso sistema di ingranaggi, ognuno collegato, e la vista era spettacolare ed immensa, mi sentivo in un mondo sublime...mentre guardo quel che poteva essere Saturno, cerco di ricordare il come sono arrivato lì e ricordo così del Tunnel spazio temporale e dell'occhio...cerco di capire come tornarci, ho voglia di tornare lì e guardare altre realtà, perché so che lì risiede il mistero, ma come faccio a rivarcare quel portale...così mentre mi guardo attorno mi accorgo che ero già dentro, ci ero ritornato in coordinate geografiche definite...
A questo punto l'effetto si stava affievolendo e il trasporto non veniva più così spontaneo, cercavo di immaginare quel portale, ma non riuscivo più ad accerdervi.
Apro gli occhi, sono l'1.30, sono incredulo, mi sono sembrati un paio di minuti...
Durante la discesa ci siamo fatti un'altra canna, ci ha rilassato e stimolato a buttarci nel letto.

Considerazioni: Sostanza parecchio interessante, introspettiva il giusto,
mi è sembrato di vivere uno spettacolo ad occhi aperti, con una leggera sensazione che definirei come ubriachezza lucida.
Tra le varie cose, anche se non l'ho mai accennato, le risate, almeno le prime due ore, hanno fatto da padrona.
Onestamente ho bisogno di inquadrarla ancora per un po' per trarre un parere onesto.
Da riprovare ad un dosaggio maggiore :asd:
Fantastica esperienza complimenti! Mi viene sempre più la colina in bocca! :drink:
Il viaggio quanto è durato circa? Hai provato 4-ho-met? Sapresti definirmi per te le differenze se l’hai provata? Non dosaggi ne nulla, una cosa personale che ti ha lasciato...proprio come effetti!
Saluti,
Pregiudicato

Avatar utente
Dante
Messaggi: 146
Iscritto il: lun feb 11, 2019 8:49 am

Re: 4-ACO-MET - Saltare da una realtà all'altra

Messaggio da Dante » gio mag 23, 2019 5:02 pm

Circa 6 ore in totale, anche se ad un certo punto l'erba non ci faceva capire se il trip era finito o meno :asd:
4-aco e 4-ho sono simili se non per durata ed intensità...è come se il trip di 6 ore della 4 aco, lo racchiudessi in 3 ore con la ho...difatti 4 aco devi aumentare il dosaggio per compensare.

Come ho potuto specificare, non sono riuscito ancora ad inquadrarla, ma mi ha dato spunti significativi ed una voglia creativa pazzesca. Sta di fatto però che di mio sono un creativo, amo l'arte e la lettura, mi ha dato idee nuove per i miei progetti...
E' meno introspettivo di altre sostanze che ho provato, ma ha un grande fascino, appunto, a livello ricreativo e creativo.

Quando la testerò nuovamente, se sarà importante, faro un thread sull'esperienza :asd:
" Sei un essere divino. Vieni da regni di potenza e luce inimmaginabili, e tornerai in quei regni. "

Pregiudicato
Messaggi: 96
Iscritto il: lun ago 13, 2018 4:29 pm

Re: 4-ACO-MET - Saltare da una realtà all'altra

Messaggio da Pregiudicato » gio mag 23, 2019 5:51 pm

Dante ha scritto:
gio mag 23, 2019 5:02 pm
Circa 6 ore in totale, anche se ad un certo punto l'erba non ci faceva capire se il trip era finito o meno :asd:
4-aco e 4-ho sono simili se non per durata ed intensità...è come se il trip di 6 ore della 4 aco, lo racchiudessi in 3 ore con la ho...difatti 4 aco devi aumentare il dosaggio per compensare.

Come ho potuto specificare, non sono riuscito ancora ad inquadrarla, ma mi ha dato spunti significativi ed una voglia creativa pazzesca. Sta di fatto però che di mio sono un creativo, amo l'arte e la lettura, mi ha dato idee nuove per i miei progetti...
E' meno introspettivo di altre sostanze che ho provato, ma ha un grande fascino, appunto, a livello ricreativo e creativo.

Quando la testerò nuovamente, se sarà importante, faro un thread sull'esperienza :asd:
Adoro!!! hahaha la weeda accompagna solo!
Ho sempre più voglia di provarla <3

Rispondi