Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Rispondi
Avatar utente
ildruido
Messaggi: 104
Iscritto il: mar ago 10, 2021 3:46 pm

Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da ildruido » lun mag 09, 2022 12:46 pm

Sostanza: Ruta siriana+DMT Freebase
Quantità: 3gr di ruta + 50mg DMT ingerita + 18mg DMT fumata
Set&Setting: casa mia insieme alla moglie

PREMESSA
Dopo innumerevoli tentativi con i più svariati device (gvg, dab rig, mighty+) sono finalmete incappato nello strumento definitivo che mi permette di vaporizzare la dmt in modo efficiente, ovvero un apx volt con blubber con il quale ho effettuato solo un paio di test (10mg) andati molto bene (tutto il materiale ben vaporizzato ed inalato)

Ieri però volevo provare la pharmahuasca, quindi ho messo a bollire 3gr di ruta siriana, passata al macinacaffè, per un'ora abbondante, poi ho filtrato e bevuto solo il liquido. nel frattempo mi sono preparato una pillola con dentro 55mg di DMT e un'altra di 30mg in caso avessi voluto aumentare la dose. Dopo 40 minuti dalla bevuta il tea, ho ingerito la prima pillola; ho aspettato 50 minuti e non sentivo praticamente nulla, anche se i lievi effetti della ruta riuscivo a percepirli ma nulla di psichedelico quindi ho ritenuto che la DMT per qualche motivi non mi avesse fatto effetto. Se avessi avuto una percezione anche lieve avrei provato la seconda pastiglia ma siccome avvertivo zero cambiamenti ho ritenuto che qualcosa fosse andato storto o nella quantità/bollitura della ruta o nella DMT.. fatto sta che a quel punto ho voluto provare a fare una svapatina col mio nuovo giocattolo e ho caricato poco meno di 18mg.

Ho fatto prima sciogliere la DMT poi ho montato il bubbler tenuto premuto 4-5 secondi e aspirato, neanche tutto perché un po' di vapore è rimasto nel bubbler e a fine giornata ho visto che un bel po' di sostanza era rimasta nel braciere. fatto sta che ne ho fumata una quantità piccolissima, eppure.. dopo pochi secondi il soggiorno si è traformato in un fumetto colorato, all'inizio molto divertente anche se molto forte come sensazione, poi la vignettatura è aumentata i colori sono diventati intollerabili e purtroppo poco mi ricordo della parte centrale del viaggio e quel poco che ricordo è difficile da esprimere ma ci provo: immaginate di trovarvi dentro a una esplosione nucleare in cui la realtà si vaporizza per far posto ad una zuppa quantica in cui esistevano non piû oggetti quotidiani ma singole particelle e radiazioni di ogni colore; di me era rimasta solo una nuvoletta di coscienza ma ero esploso insieme a tutta la materia, facevo parte della stessa zuppa quantica. Come essere vivi all'interno di una esplosione di una supernova senza subire alcun danno perché ero io stesso parte di quella esplosione e mio punto di vista era quello delle particelle non di un essere umano.. meglio di cosi non riesco a descriverlo, comunque è stato terrorizzante e meraviglioso allo stesso tempo, come stare su una montagna russa interstellare dove ti diverti e ti terrorizzi allo stesso momento. Piu tardi la moglie ha segnalato che avevo respiro molto accelerato e corto come se stessi annaspando, io non ricordo nulla perche NON ERO.

Poi la realtà ha cominciato a ricomporsi, dapprima come forme geometriche familiari. la moglie era formata da triangoli e quadrati e lentamente a pezzi si è ricomposta insieme al resto; appena ho capito che era possibile ritornare in questo mondo di realtà semplice e filtrata sono diventato euforico, non mi sembrava possibile e stavolta ho un ricordo più nitido del passaggio. Prima stavo come dentro una stella di neutroni, poi ho attraversato un varco e mi sono ritrovato nel mio soggiorno dove eoni fa abitavo ed ero un essere umano con una realtà da essere umano, veramente strabiliante ragazzi.

Qui però arriva il bello, che giustifica il MA del titolo; mi sono accovacciato sul divano contento di essermi ricomposto e di ritrovare mia moglie con tutte le sue particelle al loro posto come l'avevo lasciata e ho pensato 'cazzo che trip, meno male che è finita'. mentre pensavo questo do' uno sguardo alla finestra e, cazzo, l'albero di fronte casa mia era diventato un enorme drago/demone pieno di squame di un verde intollerabile che veniva nella mia direzione; la grandezza era titanica, per dirvi sarà stato grosso come grattacielo e le sue squame formavano ora dei visi incazzati grigi (forse le foglie). Allora ho detto alla moglie, 'mi sa che non è finito proprio per niente anzi è appena cominciato', ricordardomi di aver preso la DMT in pastiglia. Lei mi ha guardato un po' spaventata e io ho riguardato il drago dalla finestra: era ancora più minaccioso e per la prima volta ho avuto paura/preoccupazione di una visione, perché era veramente enorme e minacciosa e aveva qualcosa di demoniaco/negativo. Ho detto alla moglie, per favore stai tranquilla che la tua preoccupazione fa incazzare sto drago, fra un po' arriva e ci fa un culo tanto. allora lei mi ha fatto un sorriso e la mia preoccupazione per il drago è passata.

Il resto del trip è stato molto simile ad una dose di 3/4 grammi di fungo ma con delle differenze: meno introspezione e piú visuals. il pavimento era ricoperto da un campo di forza alto circa un metro, i capelli della moglie erano blu/viola e i quadri di casa cambiavano in continuazione; tutto questo sarà durato altre due ore e mezzo, molto bello e interessante. come sempre durante i trip i contatti fisici con la moglie mi provocavano picchi di estasi quasi intollerabili.

CONSIDERAZIONI
Sicuramente ho sbagliato a non aspettare prima di fumare la DMT, ora il dubbio che rimane è:
1) il trip che ho avuto in seguito al breaktrough della fumata, è stato causato dalla fumata stessa o dalla pastiglia che avevo preso?? possibile che dopo 50 minuti non aveva ancora fatto nessun effetto se fosse stato quello? Insomma, ho fatto una Pharmahuasca o una Vaporhuasca?? :-D la prossima volta riproveró con le stesse dosi senza fare la fumata
2) l'esperienza che ho fatto con la fumata è radicalmente diversa dalle precedenti con la dmt: no frattali, no presenze, soltanto dissoluzione terrorizzante; col maoi mi aspettavo un trip più lento e gestibile quindi questa esperienza è arrivata del tutto inaspettata; bella eh, pero mi sono cagato sotto. il maoi ha modificato sostanzialmente l'esperienza con la DMT, mi ha ricordato di più i report che ho letto sul 5-MeO-DMT
3) se volessi riprovare con maoi+vaporizzatore metterei un voltaggio più basso e farei delle svapatine più piccole e distanziate invece di una sola aspirata
4) quello che mi sono portato a casa dal breakthrough, rispetto alla realtà che ho vissuto: forse sono influenzato dalle innumerevoli letture, però ho avuto la netta sensazione che quella che ho vissuto sia la reatà vera e non filtrata, ovvero un flusso quantico di particelle e radiazioni a cui noi diamo ordine e senso attraverso alcuni filtri della nostra mente; noi ne facciamo parte allo stesso modo di una sedia o di un raggio di luce, solo cambia la consistenza e l'ordine delle particelle che vanno a formare i nostri corpi e tutti gli altri oggetti quotidiani. Tutto è una costruzione mentale

Buoni viaggi a tutti :chitarra: :chitarra:
Ultima modifica di ildruido il mar mag 10, 2022 12:03 am, modificato 2 volte in totale.


Avatar utente
Abeja G.
Messaggi: 1971
Iscritto il: mer ott 14, 2015 2:42 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da Abeja G. » lun mag 09, 2022 5:07 pm

Bell'esperienza!! (Hai spiegato molto bene la realtà scomposta!!)

Ciao!!

Avatar utente
anche
Messaggi: 29
Iscritto il: dom feb 13, 2022 9:49 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da anche » lun mag 09, 2022 8:30 pm

Che esperienza... allucinante! Ma hai usato DMT pura o in qualche pianta?

Avatar utente
ildruido
Messaggi: 104
Iscritto il: mar ago 10, 2021 3:46 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da ildruido » lun mag 09, 2022 9:41 pm

anche ha scritto:
lun mag 09, 2022 8:30 pm
Che esperienza... allucinante! Ma hai usato DMT pura o in qualche pianta?
Freebase estratta da me medesimo da mimosa hostilis :drink: :drink:

Avatar utente
Arcano
Messaggi: 686
Iscritto il: sab set 26, 2015 2:11 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da Arcano » mer mag 11, 2022 8:20 pm

Quella sensazione di "colori intollerabili", la provai nel mio viaggio massimo di DMT, in cui ricordo che tutto era insopportabile per via della quantità di informazioni/colori che ricevevo, di fatti...svenìì e fui rinvenuto a schiaffi e acqua in faccia.

Il tutto mentre la mia coscienza, ignara di starsene su un corpo svenuto, continuava il suo viaggio..
Le informazioni da me riportate sono esclusivamente a scopo informativo.
Non intendo incitare nessuno all'uso di sostanze stupefacenti. Peace

Avatar utente
xxxshivaxxx
Messaggi: 201
Iscritto il: dom apr 12, 2020 6:44 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da xxxshivaxxx » gio mag 12, 2022 5:27 pm

Fantastico report! Adoro il modo in cui hai voluto descrivere l'indescrivibile, con la consapevolezza (si spera) che le parole non potrebbero mai sostituire il contatto diretto con "l'oggetto dell'esperienza". Forse una delle cose più difficili nell'ambito della psiconautica è proprio l'ineffabilità e l'impossibilità di trasmettere il sapere attraverso la parola. Mi ricorda un po la descrizione che dante fa del paradiso, della quale non ricorda quasi nulla e di cui non riesce a descriverne la materia che ipotizza essere etere.
Ad ogni modo, anche io sono alle prese con questa fantastica sostanza che non smette mai di sorprendermi. Ultimamente mi rendo conto che la dimensione alla quale accedo, ogni volta che fumo dmt, è sempre la stessa e sono sempre più convinto che questa dimensione interna faccia parte costantemente della mia vita, palesandosi sotto l'effetto della sostanza. Fino ad ora l'ho sempre assunta vaporizzata, senza mai eccedere con le dosi e senza mai sperimentare (ne ricercare di proposito) il breackthrough. Tutt'ora mi ritrovo nella costante attesa di trovare il modo e il coraggio di assumerla sotto forma di pharmauasca.
Hai mai pensato di utilizzare l'armalina al posto della ruta?

Avatar utente
DM Tripson
Sponsor
Messaggi: 557
Iscritto il: ven ott 11, 2019 11:19 am

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da DM Tripson » gio mag 12, 2022 7:06 pm

Eh, quando pensi che è finita ma poco dopo scopri che non è affatto così :lol:
Un vero flash questa esperienza, se appena dici "alt, un attimo che mi devo ripigliare" è finita, meglio stare in quello che c'è, resistere è caldamente sconsigliato.
Brava tua moglie, ottima sitter 8-)
DM Tripson è uno scrittore italiano che ama i Funghi Magici.
Come usarli? Leggi qui: https://amzn.to/3kshUvI
Come preparare e integrare un viaggio psichedelico? Leggi qui: https://amzn.to/3EHkbvo
Blog: https://shroomcircle.com

Avatar utente
ildruido
Messaggi: 104
Iscritto il: mar ago 10, 2021 3:46 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da ildruido » ven mag 13, 2022 9:41 am

xxxshivaxxx ha scritto:
gio mag 12, 2022 5:27 pm
Fantastico report! Adoro il modo in cui hai voluto descrivere l'indescrivibile, con la consapevolezza (si spera) che le parole non potrebbero mai sostituire il contatto diretto con "l'oggetto dell'esperienza". Forse una delle cose più difficili nell'ambito della psiconautica è proprio l'ineffabilità e l'impossibilità di trasmettere il sapere attraverso la parola.
Già, è come cercare di dipingere un quadro di una battaglia: chi lo vede puo solo immaginarsi cosa ha provato il soldato che l'ha vissuta veramente!
Fino ad ora l'ho sempre assunta vaporizzata, senza mai eccedere con le dosi e senza mai sperimentare (ne ricercare di proposito) il breackthrough.

Giusto cosî, anche io ho aspettato molto sperimentando varie dosi. cosa usi per vaporizzare? per me trovare lo strumento giusto è stato un delirio
Tutt'ora mi ritrovo nella costante attesa di trovare il modo e il coraggio di assumerla sotto forma di pharmauasca.
In realtà dovrebbe essere molto meno azzardato di una forte dose vaporizzata, inoltre manca l'elemento di ansia pre-flight tipico della vaporizzazione
Hai mai pensato di utilizzare l'armalina al posto della ruta?
Ho provato un estratto 10X ma non ho avuto un effetto come con il tea, forse ho sbagliato la dose
Cmq l'armalina sembrerebbe tabellata o sbaglio: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id ... 2A01608/sg

Avatar utente
ildruido
Messaggi: 104
Iscritto il: mar ago 10, 2021 3:46 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da ildruido » sab mag 14, 2022 10:03 am

DM Tripson ha scritto:
gio mag 12, 2022 7:06 pm
meglio stare in quello che c'è, resistere è caldamente sconsigliato.
Si si, il mio motto è assolutamente 'LET IT GO' non mi metto mai a sindacare con gli essere ultradimensionali. Interessante come essi siano rappresentazioni del tuo inconscio: appena finito il picco di DMT subito ho percepito una sorta di 'paura' della moglie per quello che per lei deve essere stato un 10 minuti di stress a vedermi strafatto, io mi sono sentito in colpa e il drago si è manifestato dirigendosi verso di me quasi a volermi punire; visione tanto spaventosa quanto meravigliosa però, in quanto questa figura rettile (che vedevo a metá a causa della tenda della finestra) aveva una dimensione titanica, la parte inferiore partiva chissa dove oltre l'orizzonte e brulicava di squame verdi in movimento che formavano visi minacciosi.. meno male che ho la coscienza più o meno pulita :lol: :lol:
DM Tripson ha scritto:
gio mag 12, 2022 7:06 pm
Brava tua moglie, ottima sitter 8-)
Abbiamo un patto: lei mi lascia fare queste esperienzucce ma mai da solo, vuole essere sempre presente; da una parte mi fa comodo avere un sitter dall'altra molte volte percepisco la sua preoccupazione e mi da qualche problema. I momenti di estasi più intensi sono quando mi sorride o mi tiene la mano quindi alla fine il bilancio è positivo <3 <3

Avatar utente
Abeja G.
Messaggi: 1971
Iscritto il: mer ott 14, 2015 2:42 pm

Re: Ho provato la Pharmahuasca, ma...

Messaggio da Abeja G. » sab mag 14, 2022 3:58 pm

ildruido ha scritto:
sab mag 14, 2022 10:03 am
DM Tripson ha scritto:
gio mag 12, 2022 7:06 pm
meglio stare in quello che c'è, resistere è caldamente sconsigliato.
Si si, il mio motto è assolutamente 'LET IT GO' non mi metto mai a sindacare con gli essere ultradimensionali. Interessante come essi siano rappresentazioni del tuo inconscio: appena finito il picco di DMT subito ho percepito una sorta di 'paura' della moglie per quello che per lei deve essere stato un 10 minuti di stress a vedermi strafatto, io mi sono sentito in colpa e il drago si è manifestato dirigendosi verso di me quasi a volermi punire; visione tanto spaventosa quanto meravigliosa però, in quanto questa figura rettile (che vedevo a metá a causa della tenda della finestra) aveva una dimensione titanica, la parte inferiore partiva chissa dove oltre l'orizzonte e brulicava di squame verdi in movimento che formavano visi minacciosi.. meno male che ho la coscienza più o meno pulita :lol: :lol:
Prova a comunicarci con il drago!! È un'entità che fa parte delle visioni dell'Ayahuasca!! Secondo me apotropaica... puoi anche chiedergli di tornare in sogno, come per gli Animali Totem...

Ciao!!

Rispondi