Amanita muscaria

Discussioni generiche sui funghi
Rispondi
Gattamatta888
Messaggi: 2
Iscritto il: ven gen 13, 2023 9:42 pm

Amanita muscaria

Messaggio da Gattamatta888 » ven gen 13, 2023 9:48 pm

Buonasera colleghi psiconauti...

è da qualche mese che mi sto interessando alla storia e alle leggende legati all'uso tradizionale dell'Amanita Muscaria, dalla Siberia, alla scandinavia e forse anche Grecia, India e le Americhe...
Che dire, interessante! Sebbene il fungo si possa acquistare online dall'est europeo, vorrei attendere l'estate/autunno per raccogliere proprio il "mio" qui.

Ora, le difficoltà. Pare che la concentrazione di muscarina sia molto variabile da fungo a fungo. Inoltre ci sono diverse modalità di preparazione per ridurre l'acido ibotenico e degradarlo in ulteriore muscarina.
Diciamo che è un fungo che richiede una certa attenzione nella preparazione.

Esperienze? Consigli?


Avatar utente
Bimbomix
Messaggi: 181
Iscritto il: mer ago 10, 2022 12:37 pm

Re: Amanita muscaria

Messaggio da Bimbomix » sab gen 14, 2023 8:38 pm

Gattamatta888 ha scritto:
ven gen 13, 2023 9:48 pm
Buonasera colleghi psiconauti...

è da qualche mese che mi sto interessando alla storia e alle leggende legati all'uso tradizionale dell'Amanita Muscaria, dalla Siberia, alla scandinavia e forse anche Grecia, India e le Americhe...
Che dire, interessante! Sebbene il fungo si possa acquistare online dall'est europeo, vorrei attendere l'estate/autunno per raccogliere proprio il "mio" qui.

Ora, le difficoltà. Pare che la concentrazione di muscarina sia molto variabile da fungo a fungo. Inoltre ci sono diverse modalità di preparazione per ridurre l'acido ibotenico e degradarlo in ulteriore muscarina.
Diciamo che è un fungo che richiede una certa attenzione nella preparazione.

Esperienze? Consigli?
Ciao amico...l'acido ibotenico si "degrada" in muscimolo non in muscarina, quest'ultimo colinergico diretto privo di qualsiasi azione sul sistema nervoso centrale.
La muscarina nell'agarico moscario è presente in quantità basse ed è responsabile al limite degli effetti periferici quali nausea sudorazione salivazione ecc. e non centrali.
Cresce abbondante anche nella nostra penisola sui nostri monti principalmente sotto conifere in autunno ma anche faggi e betulle.
Sempre nello stesso periodo cresce pure l'amanita pantherina, più comune a latitudini anche inferiori sia di aghifoglie che latifoglie e che contiene acido ibotenico mediamente 4 volte superiore alla muscaria e sembrerebbe in più privo di muscarina.
Sono funghi che contengono neurotossine che interagiscono con alcuni nostri recettori e sopratutto la pantherina (che da il nome alla sindrome) può causare intossicazioni anche molto gravi o mortali o danni permanenti sopratutto considerando il fatto che è impossibile calcolare il contenuto del tossico, per cui il mio consiglio è di lasciar perdere entrambe.
Ciao.

Avatar utente
anche2
Messaggi: 27
Iscritto il: mer ago 17, 2022 6:39 pm

Re: Amanita muscaria

Messaggio da anche2 » dom gen 15, 2023 6:44 pm

Non so se lo conosci, ma ti segnalo questo libro di Giorgio Samorini sulla amanita muscaria. Non ho letto questo libro in particolare ma ne ho letti altri due di Samorini e posso solo consigliarlo 👍

Avatar utente
Bimbomix
Messaggi: 181
Iscritto il: mer ago 10, 2022 12:37 pm

Re: Amanita muscaria

Messaggio da Bimbomix » lun gen 16, 2023 9:53 am

Gattamatta888 ha scritto:
ven gen 13, 2023 9:48 pm
Buonasera colleghi psiconauti...

è da qualche mese che mi sto interessando alla storia e alle leggende legati all'uso tradizionale dell'Amanita Muscaria, dalla Siberia, alla scandinavia e forse anche Grecia, India e le Americhe...
Che dire, interessante! Sebbene il fungo si possa acquistare online dall'est europeo, vorrei attendere l'estate/autunno per raccogliere proprio il "mio" qui.

Ora, le difficoltà. Pare che la concentrazione di muscarina sia molto variabile da fungo a fungo. Inoltre ci sono diverse modalità di preparazione per ridurre l'acido ibotenico e degradarlo in ulteriore muscarina.
Diciamo che è un fungo che richiede una certa attenzione nella preparazione.

Esperienze? Consigli?

Se capisci un pò l'inglese (fatti aiutare da Google translate magari) e hai un pò di pazienza ti consiglio questo libro 👉 https://www.bookmegastore.com/it/microd ... j3EALw_wcB

oppure visita il sito YouTube "Amanita dreamer" lei saprà darti ogni genere di risposta sull' Amanita Muscaria

Sì, sembra che l'Amanita Muscaria fosse il principale componente del "met" o idromele, la bevanda inebriante che mandava in "trance" il Dio Odino e sopratutto i leggendari guerrieri "berserkir".

psycoscaper
Messaggi: 42
Iscritto il: lun set 05, 2022 10:00 pm

Re: Amanita muscaria

Messaggio da psycoscaper » lun gen 16, 2023 8:09 pm

ciao @Gattamatta888 !

Personalmente è qualche mese che mi sto interessando alla Muscaria, una "pianta" maestra incredibilmente comune, potente e legale.

Dopo tante ricerche su forum e blog, ora sto leggendo un'interessantissima monografia dedicata alla Muscaria, scritta da Gianluca Toro per Nautilus Edizioni. E' uscita da poco ed è aggiornatissima, includendo anche tanti riferimenti al testo di Samorini che ti hanno consigliato sopra. Parla sia di tutti i riferimenti storici ed archeologi dell'Amanita, sia ne fa un analisi chimica e di assunzione molto approfondita. Penso sia il testo più completo attualmente disponibile sul tema.

Personalmente ho iniziato a fare anche qualche esperienza, anche mi sto approcciando con molta gradualità e rispetto.
Per adesso ho provato a fumare il fungo (da 1 a 2 g) essiccato e polverizzato in associazione a cannabis sativa di diversi gradi di THC, con effetti blandi ma interessanti tra cui visual nella visione periferica e la costante impressione di essere osservato (un po' inquietante, che mi suggerisce prudenza). Proprio per questi motivi non ho ancora provato l'assunzione orale, anche se a basse dosi sembra sia un tonico, la componente enteogena si fa sentire con dosi più massicce (da quello che ho ritrovato, sopra i 10g).

Per la raccolta e la preparazione, anche alla luce del libro di Toro di cui sopra, ti do qualche dritta che ho messo a punto:
- raccogliere le amanite quando sono ancora giovani (prima che sporino)
- tenere solo le cappelle
- essiccare le cappelle in essiccatore, meglio se tagliate a fette sottili (sui 45 gradi va benissimo)
- tostare le cappelle in forno per convertire le sostanze e annullare la tossicità (120 gradi per 20 minuti)
- polverizzare nel macinino da caffé
- mettere in barattolo ermetico con una busta cattura umidità

Più cappelle lavori ed imbarattoli insieme, più avrai una polvere di potenza omogenea, che ti permetterà di sperimentare con maggiore precisione. Io ho fatto due barattoli da 50g di polvere l'uno da (se ricordo bene) una decina di cappelli e li sto usando piano piano.

Ho detto la mia da principiante ma molto attirato da questo fungo :)
Ultima modifica di psycoscaper il lun gen 16, 2023 10:51 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ildruido
Messaggi: 426
Iscritto il: mar ago 10, 2021 3:46 pm

Re: Amanita muscaria

Messaggio da ildruido » lun gen 16, 2023 9:55 pm

confermo la assoluta padronanza di certe tematiche di Gianluca Toro, ho letto il suo librone "DMT. Usi, fenomenologia e ipotesi” ed è aggiornato e completo di tutti gli aspetti antropologici, chimici, psiconautici ecc. editore lo stesso che ha menzionato @psycoscaper si tratta in pratica di autoproduzioni
Only a Sith deals in absolutes; I will do what I must.

Rispondi