Erba calmante

Discussioni generiche sulle piante
Marconi25
Messaggi: 1
Iscritto il: gio gen 13, 2022 9:22 am

Erba calmante

Messaggio da Marconi25 » gio gen 13, 2022 9:26 am

Qualche caalmante contro attacchi di panico in erbe esiste forte tale come tipo *messaggio modificato per link venditore. Time* xanax
Ultima modifica di Time il gio gen 13, 2022 7:14 pm, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: link venditore


Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 323
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Erba calmante

Messaggio da VisioneCurativa » gio gen 13, 2022 9:54 am

La forza non centra con i farmaci, al massimo si può parlare di efficacia e potenza.
Anche se dubito che esistano alternative naturali che hanno la stessa potenza (mg su mg) dello xanax, ce ne sono tantissime che sono risultatate parimenti efficaci (in acuto ma preferibili sotto il profilo cronico e collaterale).
Per farti un esempio:

Our findings demonstrated that all doses of OMEO (10, 20, and 40 mg/kg; P=0.078, P=0.019 and P=0.001, respectively) as well as alprazolam (0.5 mg/kg; P=0.003) compared to the control (vehicle) group significantly increased the number of entries in
the open arms. Moreover, there were no significant differences between the OMEO groups and alprazolam group (Figure 1).
https://www.sid.ir/en/Journal/ViewPaper.aspx?ID=845753

Fai attenziona perchè lo xanax da dipendenza e non va tolto mai di botto se lo si assume da tempo, conviene fare del tapering appoggiandosi ad un professionista.
Questo post riguarda nozioni teoriche riservate solo ad educazione ed intrattenimento, non vuole incoraggiare nessuna attività pericolosa o illegale.
I nostri articoli non vanno assunti in nessun modo https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 1097
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Tirar Puede Matar » gio gen 13, 2022 9:56 am

Nessun erba ha il potenziale dello xanax, contro gli attacchi di panico.
Però alcune erbe, ad esempio la passiflora, o ancora meglio la corteccia di Mulungu (la trovi dal nostro sponsor VisioneCurativa), agiscono sugli stessi recettori dello Xanax (Gaba-A), quindi anche se in maniera più blanda, hanno lo stesso effetto.
Da contro, non danno dipendenza fisica e psichica, al contrario dello xanax.
Ricorda comunque sempre che naturale non significa senza controindicazioni, e anche le cure erboristiche e di fitoterapia, andrebbero seguite e consigliate da uno specialista.
Un saluto
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

Regene
Moderatori
Messaggi: 1382
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Regene » gio gen 13, 2022 4:12 pm

da quello che so il mulungu è un antagonista nicotinico non un GABAa PAM (positive allosteric modulator) che invece è il meccanismo di funzionamento delle benzo.

nell'acuto il phenibut (e simili) sono la cosa più vicina ma hanno molti degli stessi problemi delle benzo.
alternativamente ci sono alcune piante con azione gabaergica interessante ma non paragonabile alle benzo, mi viene in mente la lemon balm (melissa officinalis) che agisce come inibitore dell'enzima GABA transaminasi come il vigabatrin. ce ne sono altre come la magnolia (che è un agonista diretto dei recettori GABA anche se non mi ricordo se ha selettività), la passiflora e la valeriana.
io onestamente ti consiglio di cercare un altro farmaco per l'ansia, se ti serve qualcosa per un uso occasionale le benzo vanno bene se invece ti serve qualcosa per tutti i giorni un SSRI è una buona idea. tieni conto che gli SSRI su alcune persone non funzionano (a causa di alcuni polimorfismi) e che servono almeno 3 mesi per avere un idea concreta della loro efficacia meglio 6.
poi ci sono moltissimi farmaci di "seconda scelta"
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Avatar utente
Abeja G.
Messaggi: 2088
Iscritto il: mer ott 14, 2015 2:42 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Abeja G. » gio gen 13, 2022 4:15 pm

Giuste respirazioni (qui degli esempi dal nostro forum) e miorilassanti?

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 1097
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Tirar Puede Matar » gio gen 13, 2022 4:49 pm

Regene ha scritto:
gio gen 13, 2022 4:12 pm
da quello che so il mulungu è un antagonista nicotinico non un GABAa PAM (positive allosteric modulator) che invece è il meccanismo di funzionamento delle benzo.

nell'acuto il phenibut (e simili) sono la cosa più vicina ma hanno molti degli stessi problemi delle benzo.
alternativamente ci sono alcune piante con azione gabaergica interessante ma non paragonabile alle benzo, mi viene in mente la lemon balm (melissa officinalis) che agisce come inibitore dell'enzima GABA transaminasi come il vigabatrin. ce ne sono altre come la magnolia (che è un agonista diretto dei recettori GABA anche se non mi ricordo se ha selettività), la passiflora e la valeriana.
io onestamente ti consiglio di cercare un altro farmaco per l'ansia, se ti serve qualcosa per un uso occasionale le benzo vanno bene se invece ti serve qualcosa per tutti i giorni un SSRI è una buona idea. tieni conto che gli SSRI su alcune persone non funzionano (a causa di alcuni polimorfismi) e che servono almeno 3 mesi per avere un idea concreta della loro efficacia meglio 6.
poi ci sono moltissimi farmaci di "seconda scelta"
Il fatto che agisca sui recettori Gaba-A l'ho letto sul sito di @VisioneCurativa , dove tra l'altro ho conosciuto questa utilissima pianta.
Per esperienza personale posso dire che è la pianta che più si avvicina alle benzodiazepine come effetto, al di là delle valutazioni farmacodinamiche, seguita dalla passiflora e infine dalla Valeriana.

Sono pienamente d'accordo sul tuo consiglio sugli SSRI per curare l'ansia cronica.
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 323
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Erba calmante

Messaggio da VisioneCurativa » gio gen 13, 2022 5:23 pm

L'alternativa naturale più farmacologicamente simile ad una benzodiazepina e priva di potenziale di dipendenza credo sia il muscimolo dell'Amanita muscaria, un prodotto che sto studiando appunto in questi giorni.
Lascio qui il link ad una pubblicazione https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/21353710/

Gli alcaloidi delle Erythrina hanno azioni farmacologiche diversificate e complesse che non sono ancora state chiarite del tutto e comprendono anche una certa affinità col GABA, è anche un antagonista nicotinico come ho notato dalle mie personali sperimentazioni (rende il fumare orribile).
Questa pubblicazione è interessante "The underlying mechanisms involved in the anxiolytic effects of the erythrinian alkaloids was not the scope of the present study and remain to be determined. Hypothetically,
erythrinian alkaloids may act at GABA/benzodiazepine receptor complex. It has been reported that the alkaloids present in several species of Erythrina affect GABAergic neurotransmission.
15) However, since GABA/benzodiazepine receptor complex agonists usually produce motoric disruption (i.e. moderate doses increase locomotion and high doses impair locomotion) and crude extract of EM as well as its isolated alkaloids failed to alter locomotor behavior, it is unlikely that the anti-anxiety effects provoked with E. mulungu (mainly with higher doses) involve GABA/benzodiazepine complex mechanisms. It has been demonstrated that the crude extract of Erythrina vespertilio inhibited platelet 5-HT release.
13) Platelets have been used as a useful model for studying Ca2-dependent 5-HT release,13) the main action of
serotonin at 5-HT3 receptors. In addition, it has been demonstrated the dihydro-b-erythroidine, an erythrinian alkaloid,
antagonizes the effects of 5-HT in eliciting currents related
to 5-HT3 receptor stimulation.
14) In view of this evidence, it is tempting to speculate that the anxiolytic profile obtained in the present study can be attributed to an antagonist action of erythrinian alkaloids at 5HT3 receptors."
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17268084/

Attenzione anche agli SSRI, possono indurre dipendenza e spesso consolidano un quadro patologico transitorio o situazionale. Sono trattamenti da considerare solo in extremis a mio avviso.
Parlo da profano, non sono un professionista e non consiglio di iniziare o terminare nessuna terapia in autonomia in caso di problematiche serie.
Questo post riguarda nozioni teoriche riservate solo ad educazione ed intrattenimento, non vuole incoraggiare nessuna attività pericolosa o illegale.
I nostri articoli non vanno assunti in nessun modo https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Avatar utente
Time
Messaggi: 462
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Erba calmante

Messaggio da Time » gio gen 13, 2022 7:19 pm

Chi ha aperto la discussione voleva solo spammare un sito di vendita. Ormai cercano di mimetizzarsi.
Lascio la discussione per le informazioni raccolte.

Regene
Moderatori
Messaggi: 1382
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Regene » gio gen 13, 2022 10:28 pm

Chi ha aperto la discussione voleva solo spammare un sito di vendita. Ormai cercano di mimetizzarsi.
Lascio la discussione per le informazioni raccolte.
ahah non avevo neanche letto con attenzione il messaggio iniziale, va beh ne è uscito comunque qualcosa di buono

il muscimolo sicuramente potrebbe sostituire una benzo ma non so come sia a livello di sicurezza e dosaggi

il mulungu anche dall'estratto che hai postato non sembrerebbe avere particolari interazioni con i recettori GABA, poi magari c'è qualche cascata ma comunque il meccanismo principale che è stato evidenziato è l'antagonismo nicotinico. secondo me è un meccanismo sufficiente per spiegare i suoi effetti poi sicuramente ci sono altre iterazioni ma non so quanto siano rilevanti
Attenzione anche agli SSRI, possono indurre dipendenza e spesso consolidano un quadro patologico transitorio o situazionale. Sono trattamenti da considerare solo in extremis a mio avviso.
Parlo da profano, non sono un professionista e non consiglio di iniziare o terminare nessuna terapia in autonomia in caso di problematiche serie.
dipendenza da SSRI non l'ho mai sentita: non sono sostanze che causano effetti immediati quindi non mi sembrano propensi a causare dipendenza. in generale sono il meglio per l'ansia sul lungo periodo (da un punto di vista farmacologico): aumentano la plasticità del cervello aumentando i livelli di serotonina. in generale servono proprio per permettere il cambiamento non per evitarlo, poi ovviamente non fa il lavoro al tuo posto ma lo rende più semplice.
poi ovviamente bisogna rivolgersi ad uno specialista
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 323
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Erba calmante

Messaggio da VisioneCurativa » ven gen 14, 2022 12:01 am

E' una fallacia logica considerarli privi di potenziale di dipendenza solo perchè non hanno nessuna potenzialità ricreazionale o effetti immediati, c'è tutta una sintomatologia da withdrawal (decisamente più grave di quella da cannabis) ben nota e già questo è quanto basta.
Sinceramente penso vengano prescritti con troppa leggerezza, in molti casi l'ansia si può gestire senza nessun trattamento farmacologico o con roba meno efficace forse ma meno impattante sul proprio equilibrio. Alle volte è solo la risposta non patologica a stimoli ansiogeni.
Ovvio che poi ci siano casi in cui lasciare il disturbo non trattato è peggio, non voglio generalizzare.

Per quanto riguarda il mulungu ti ripeto che dire che è solo un antagonista nicotinico è estremamente riduttivo, i singoli alcaloidi eritrinici non sono stati studiati bene ma su quello sono sicuro. Probabilmente l'effetto complessivo è il risultato di più meccanismi, tra cui, probabilmente, anche la modulazione del GABA-A.
"Another important finding of the present work is that the contraction evoked by AE was significantly reduced by bicuculline, a GABAA receptor blocker. Guinea-pig ileum myenteric plexus contains GABAA receptors linked to chloride ion channels which are pharmacologically similar to those in the central nervous system (Frye et al., 1990). Moreover, similar to that observed for AE in the present report, the contractions elicited by gamma-aminobutyric acid (GABA) and GABAA agonists in the guinea-pig ileum are blocked by atropine and tetrodotoxin, respectively (Frye et al., 1990). Taking into account, our results support the hypothesis that AE response is mediated, at least partially, by GABAA receptor activation in the guinea-pig ileum."
https://www.sciencedirect.com/science/a ... 4108006934

Il muscimolo puro avrebbe un alto profilo di sicurezza (saputo dosare), ma non si trova neanche a comprarlo. L'Amanita invece ha una certa tossicità anche se, secondo me, è molto esagerata.
Questo post riguarda nozioni teoriche riservate solo ad educazione ed intrattenimento, non vuole incoraggiare nessuna attività pericolosa o illegale.
I nostri articoli non vanno assunti in nessun modo https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Avatar utente
FrecciaNelGinocchio
Messaggi: 361
Iscritto il: dom lug 12, 2020 1:27 am

Re: Erba calmante

Messaggio da FrecciaNelGinocchio » ven gen 14, 2022 12:28 am

gli ssri di certo non causano dipendenza forte come quella delle benzo ma sicuramente hanno un potente effetto rebound (quando li togli stsi peggio di prima). le benzo pure hanno effetto rebound, ancora più marcato.

il cervello si abitua alle sostanze, qualunque esse siano. quando le togli sono ca**i amari ahahahah
“A sciacquare la testa all'asino ci si rimette solo tempo e sapone”

Avatar utente
FrecciaNelGinocchio
Messaggi: 361
Iscritto il: dom lug 12, 2020 1:27 am

Re: Erba calmante

Messaggio da FrecciaNelGinocchio » ven gen 14, 2022 12:30 am

il mulungu devo ancora provarlo.
posso consigliare il loto blu, ad alte dosi o estratti potenti (50, 100 o 200x)
“A sciacquare la testa all'asino ci si rimette solo tempo e sapone”

Avatar utente
FrecciaNelGinocchio
Messaggi: 361
Iscritto il: dom lug 12, 2020 1:27 am

Re: Erba calmante

Messaggio da FrecciaNelGinocchio » ven gen 14, 2022 12:35 am

il muscimolo è una molecola dal grande potenziale, ma non ha solo effetto calmante...è attivo su diversi sistemi per cui non mi sentirei di consigliarlo a scopo terapeutico..
ora voglio approfondire la taurina, che promette molto bene. taurina pura, non energy drink...la caffeina sporca l'effetto.
la taurina, da quel che leggo, sarebbe un ottimo calmante...è utilizzata anche contro l'epilessia
“A sciacquare la testa all'asino ci si rimette solo tempo e sapone”

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 1097
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Tirar Puede Matar » ven gen 14, 2022 8:55 am

Non concordo assolutamente col discorso sugli SSRI, e do pienamente ragione a @Regene .
Io li ho assunti per un periodo (sotto prescrizione medica), e come tutto ciò che assumo l'ho studiato, e non ha né potenziale di dipendenza psichica ( non interessa il sistema della ricompensa, cosa necessaria affinché si instauri qualunque dipendenza psicologica), né effetto rebound alla sospensione. Se alla sospensione i sintomi tornano, è perché non se ne sono mai andati.
Tuttavia su alcune persone non funzionano, o danno effetti collaterali pesanti, quindi sicuramente non vanno assunti in autonomia, ma vanno prescritti da un medico psichiatra specializzato e seguiti durante l'uso.
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 323
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Erba calmante

Messaggio da VisioneCurativa » ven gen 14, 2022 9:45 am

Non è questione di essere o no d'accordo con la loro efficacia o se la tua persona se trovata bene o meno.
C'è una sintomatologia da astinenza ben precisa (determinata da diversi fattori, in primis la durata della terapia) e come, ho detto, molto più seria di quella indotta da alcune sostanze d'abuso che agiscono sul sistema della ricompensa come la cannabis.
Lascio il link qualche pubblicazione https://link.springer.com/article/10.21 ... 5040-00006 https://www.sciencedirect.com/science/a ... 661930032X " SSRI withdrawal syndrome occurs often and can be severe, and might compel patients to recommence their medication."

La storia di identificare la dipedenza farmacologica con le potenzialità ricreazionali o il centro della ricompensa è una semplificazione grossolana su cui giocano molto i proibizionisti. La dipendenza è qualsiasi condizione di bisogno di un farmaco o droga (sono la stessa cosa appunto), che ti costringe a continuare a prenderlo per non andare in astinenza.

Inoltre non si parla solo di rebound dei sintomi: "the withdrawal syndrome can be distinguished from a relapse or
recurrence of the underlying disorder by its quickness of onset (days rather than weeks),3,7,8 rapid response to reintroduction of the SSRI (generally within hours, certainly within days),3,7,9 and the presence of somatic and psychological symptoms quite distinct from the original illness (including dizziness, nausea, and shock-like sensations)."
Questo post riguarda nozioni teoriche riservate solo ad educazione ed intrattenimento, non vuole incoraggiare nessuna attività pericolosa o illegale.
I nostri articoli non vanno assunti in nessun modo https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 323
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Erba calmante

Messaggio da VisioneCurativa » ven gen 14, 2022 9:50 am

E' la tua esperienza personale Matar e non la metto mica in dubbio. Ma non partiamo da premesse soggettive per trarre coclusioni oggettive.
Questo post riguarda nozioni teoriche riservate solo ad educazione ed intrattenimento, non vuole incoraggiare nessuna attività pericolosa o illegale.
I nostri articoli non vanno assunti in nessun modo https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 1097
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Tirar Puede Matar » ven gen 14, 2022 10:24 am

@VisioneCurativa non parlo solo per esperienza soggettiva, ma per dati di trial clinici.
Per quanto riguarda la dipendenza, bisogna distinguere tra dipendenza fisica e dipendenza psicologica, che all'apparenza possono sembrare la stessa cosa, ma non lo sono affatto.
La dipendenza fisica, ovvero il bisogno di assumere una tal sostanza solo per evitare una sindrome da astinenza, è una passeggiata, se esistesse solo quella, sarebbe una pacchia per tutti. Si risolverebbe semplicemente scalando gradualmente la sostanza.
Il vero problema è la dipendenza psicologica, ovvero quella che interessa il meccanismo della ricompensa, alterandolo, e facendo si che una persona non riesca più a smettere di assumere la sostanza nonostante questa gli comporti problemi, e non solo, anche se si disintossica, porta alle continue ricadute dovute al craving, ovvero il desiderio incoercibile di assumere la droga, a prescindere dall'astinenza fisica, che chiunque è passato per una dipendenza da sostanze d'abuso conosce purtroppo perfettamente.
Io non sono un proibizionista, anzi odio il proibizionismo, però questa distinzione è riconosciuta scientificamente e non solo frutto di esperienza personale.
Per quanto riguarda l'astinenza fisica da SSRI, io non ho mai detto che non esista, anzi è più che nota, e sono d'accordo che sia molto più severa di tante droghe da abuso, non solo cannabis e cocaina, che praticamente non danno astinenza fisica, ma anche di sostanze come oppiacei o metanfetamine. Non è invece noto che causino dipendenza psicologica e craving, al contrario di TUTTE le sostanze d'abuso .Ad ogni modo Io parlavo di effetto Rebound, ovvero il manifestarsi degli stessi sintomi che inizialmente si volevano curare, in forma amplificata, non durante la crisi d'astinenza (cosa che sarebbe normale), ma bensì dopo la completa disintossicazione, o addirittura durante l'uso della sostanza.
Questo fenomeno è noto che succeda con le benzodiazepine, se usate per periodi prolungati e ad alto dosaggio, ma non per gli SSRI.
Un saluto :)
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

Regene
Moderatori
Messaggi: 1382
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Regene » ven gen 14, 2022 2:29 pm

c'è molta carne al fuoco quindi proverò ad essere sintetico

il mulungu ero convinto avesse quasi solo proprietà da antagonista nicotinico perché è quello che è stato più studiato. effettivamente lo studio che hai postato sembrerebbe mostrare un qualche tipo di attività a livello dei recettori GABA. sicuramente servirebbero altri 20 studi per cominciare ad avere un'idea di come funziona.

legare la capacità di una sostanza di causare dipendenza alla dipendenza fisica (che comunque esiste) è decisamente riduttivo, secondo questo ragionamento la cocaina o le anfetamine non dovrebbero avere quasi nessun rischio. è assolutamente vero e ben documentato che c'è un withrawal quando si smettono gli SSRI anche se ovviamente l'intensità e la durata cambiano notevolmente in base a diversi fattori come durata del trattamento, quale SSRI si sta usando e dose. questo però vale per molti altri psicofarmaci come gli antipsicotici atipici (ES. quetiapina) ma non penso che si possano classificare come soggetti ad abuso.

secondo me la differenza fondamentale è se si prende quella sostanza per evitare i sintomi d'astinenza o perché se ne ricerca l'effetto. in alcuni casi come le benzo o gli oppiacei le due cose possono coesistere mentre negli SSRI c'è solo il primo fattore.
confermo inoltre quello che dice @Tirar Puede Matar sul rebound

poi riguardo alla loro diffusione la ragione è che sono relativamente efficaci e hanno pochi effetti collaterali (soprattutto se paragonati alle alternative), con questo non voglio dire che non esistono interventi non farmacologici efficaci per l'ansia ma non è questo il punto.

il muscimolo è sicuramente interessante peccato che costi un occhio della testa, altro che coca

la taurina è una buona molecola e io mi ero trovato bene, non aspettarti niente di sorprendente. per fare un paragone l'l-teanina è decisamente più potente.

@FrecciaNelGinocchio potresti fare un breve riassunto della tua esperienza col loto blu? sono interessato alla pianta ma ho trovato molte informazioni contraddittorie.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Avatar utente
VisioneCurativa
Sponsor
Messaggi: 323
Iscritto il: mer gen 24, 2018 10:20 am

Re: Erba calmante

Messaggio da VisioneCurativa » sab gen 15, 2022 12:51 am

Credo ci siamo un po incartati con questioni semantiche tra dipendenza ed abuso, io parlavo di soltanto dipendenza appunto. Capisco i vostri punti di vista e in fondo so di essere un po influenzato da bias personali, ma siamo almeno daccordo sul fatto che inducano una pesante dipedenza fisica nonostante la completa mancanza di potenziale d'abuso o meglio ricreazionale. C'è chi li abusa in realtà, ho sentito soprattutto nelle carceri americane, con vie di somministrazione e dosaggi impropri ma credo sia un atteggiamento privo di una reale componente ricreazionale come sniffare solventi e roba simile quando non hanno proprio altro.

Personalmente mi vedo meglio a gestire la componente psicologica di quella fisica, dipende dal soggetto immagino, se sia vulnerabile o meno.
Questo post riguarda nozioni teoriche riservate solo ad educazione ed intrattenimento, non vuole incoraggiare nessuna attività pericolosa o illegale.
I nostri articoli non vanno assunti in nessun modo https://www.visionecurativa.it/termini-e-condizioni/

Regene
Moderatori
Messaggi: 1382
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Erba calmante

Messaggio da Regene » sab gen 15, 2022 11:00 pm

VisioneCurativa ha scritto:
sab gen 15, 2022 12:51 am
Credo ci siamo un po incartati con questioni semantiche tra dipendenza ed abuso, io parlavo di soltanto dipendenza appunto. Capisco i vostri punti di vista e in fondo so di essere un po influenzato da bias personali, ma siamo almeno daccordo sul fatto che inducano una pesante dipedenza fisica nonostante la completa mancanza di potenziale d'abuso o meglio ricreazionale. C'è chi li abusa in realtà, ho sentito soprattutto nelle carceri americane, con vie di somministrazione e dosaggi impropri ma credo sia un atteggiamento privo di una reale componente ricreazionale come sniffare solventi e roba simile quando non hanno proprio altro.

Personalmente mi vedo meglio a gestire la componente psicologica di quella fisica, dipende dal soggetto immagino, se sia vulnerabile o meno.
non c'è nessun problema, l'importante è discutere civilmente. sul fatto che la dipendenza fisica sia pesante dipende cosa prendi come rifetimento: rispetto alla cannbis di sicuro rispetto alle benzo non ne sarei così certo.
tendenzialmente la dipendenza psicologica è davvero terribile, basta chiederlo a chiunque abbia cercato di smettere di fumare. poi ognuno è diverso e magari per te è il contrario.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

Rispondi