Primi articoli

Discussioni sulla creazione del blog di psiconauti
Rispondi
Avatar utente
Aryaman
Messaggi: 1429
Iscritto il: sab set 12, 2015 6:52 pm

Primi articoli

Messaggio da Aryaman » sab mag 30, 2020 10:02 am

Sarebbe carino se avessimo un'idea di cosa scrivere già al momento della messa in live, così si spara subito un articolo e partiamo col botto.
Una volta fatto il primo poi possiamo scrivere quelli che vogliamo e li teniamo in riserva, li pubblichiamo piano piano.

Mettete giù tutte le idee che avete per articoli dai!


Avatar utente
Time
Messaggi: 364
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Primi articoli

Messaggio da Time » sab mag 30, 2020 4:48 pm

Io propongo come primo articolo la storia di psiconauti, dagli inizi ad ora.

Avatar utente
era
Messaggi: 1581
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da era » sab mag 30, 2020 5:54 pm

Forse sarebbe interessante fondere le varie esperienze riportate trasformandole in una storia di viaggio unico. Si creerebbe un'introduzione che permetterebbe di immedesimarsi in cio' che si legge.
Non ho tempo.

Avatar utente
Aryaman
Messaggi: 1429
Iscritto il: sab set 12, 2015 6:52 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da Aryaman » sab mag 30, 2020 7:29 pm

Time ha scritto:
sab mag 30, 2020 4:48 pm
Io propongo come primo articolo la storia di psiconauti, dagli inizi ad ora.
Quindi dovrei scriverlo io. Sarebbe un po' difficile perché non c'è tantissimo da dire, verrebbe un articolo breve, per me la storia di psiconauti è più legata a momenti autobiografici che cose accadute nelle comunità (se non in momenti proprio importanti)

Forse sarebbe interessante fondere le varie esperienze riportate trasformandole in una storia di viaggio unico
Non ho capito, varie esperienze di varie persone unite? Non avrebbe più senso pubblicare le più belle esperienze una alla volta?

Avatar utente
Time
Messaggi: 364
Iscritto il: mer apr 05, 2017 8:03 am

Re: Primi articoli

Messaggio da Time » sab mag 30, 2020 7:45 pm

Capisco. Magari si può mettere in forma di breve prefazione, un articoletto introduttivo. Tipo:
Il forum è nato parecchi anni fa, riunito con altri esteri. Poi si è distaccato (perché?) ed ha assunto la forma attuale. Ora si sta espandendo in varie forme.

Ma magari è solo una mia curiosità, quindi ceste.

Avatar utente
Aryaman
Messaggi: 1429
Iscritto il: sab set 12, 2015 6:52 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da Aryaman » sab mag 30, 2020 7:59 pm

Sì un articoletto breve ci può stare, perché no

Avatar utente
era
Messaggi: 1581
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da era » sab mag 30, 2020 11:13 pm

Aryaman ha scritto:
sab mag 30, 2020 7:29 pm
Non ho capito, varie esperienze di varie persone unite? Non avrebbe più senso pubblicare le più belle esperienze una alla volta?
Sì, fondamentalmente i vari trip hanno molte cose in comune.
Questo soltanto per introdurre alle varie esperienze pubblicate una per volta.
Fornendo un'ampia veduta magari dai contorni fiabeschi si dovrebbe catturare l'attenzione del lettore.
Non ho tempo.

Avatar utente
Aryaman
Messaggi: 1429
Iscritto il: sab set 12, 2015 6:52 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da Aryaman » dom mag 31, 2020 4:09 pm

Potrebbe essere carino, se ti va di scriverlo lo pubblichiamo, magari da un'idea di insieme di varie esperienze con una sostanza

Avatar utente
Alfa
Moderatori
Messaggi: 288
Iscritto il: dom mar 11, 2018 9:58 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da Alfa » lun giu 01, 2020 6:01 pm

Aryaman ha scritto:
sab mag 30, 2020 10:02 am
Sarebbe carino se avessimo un'idea di cosa scrivere già al momento della messa in live, così si spara subito un articolo e partiamo col botto.
Una volta fatto il primo poi possiamo scrivere quelli che vogliamo e li teniamo in riserva, li pubblichiamo piano piano.

Mettete giù tutte le idee che avete per articoli dai!
Come avevo detto botanica psiconautica differenze tra lisergici però forse non come primo articolo
Batti tempo :axe:

Avatar utente
era
Messaggi: 1581
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Primi articoli

Messaggio da era » sab giu 06, 2020 7:59 pm

Aryaman ha scritto:
dom mag 31, 2020 4:09 pm
Potrebbe essere carino, se ti va di scriverlo lo pubblichiamo, magari da un'idea di insieme di varie esperienze con una sostanza
Non ho la stoffa per trasmutare più esperienze riportate in un qualcosa di unico, ma esprimerò un'opinione:

Era da tempo che sentivo una voce che mi sussurrava che cercare la verità mi avrebbe condotto a comprendere meglio perchè siamo ancora così stigmatizzati dai modelli di pensiero che impariamo ad assimilare in questa esperienza terrena. Così un giorno ho visto una pianta che crescendo cominciava a salire come se volesse toccare il cielo e senza pensare troppo mi sono arrampicato su di essa.
L'intento ci può però portare a commettere errori, caratteristici per chi ha deciso di intraprendere una via ripida ma ricca di emozioni. Più salivo e più quel mondo surreale chiamato normalità diventava piccolo.

Cominciavo a sentire un lieve mal di testa che mi ha portato a cercare su internet qualche possibile risposta. Un sito ha richiamato la mia attenzione, così mi sono unito alla comunità di psiconauti.
La risposta al mio quesito non si è fatta attendere e ho compreso di aver assunto degli inibitori MAO. Sapevo più o meno cosa sono, ma se qualcuno mi avrebbe detto che sono dei bloccanti di sostanze che abbiamo acquisito dai gatti ci avrei creduto.

Riprendeva così l'avventura senza fine, incominciata a tratti e solitamente interrotta.
Trovare chi ha cominciato a dare un volto a quella voce che sussurra, chi ha compreso che in una condizione immateriale si può viaggiare in quello che potrebbe essere chiamato multiverso è come trovare un tesoro sepolto dai nostri antenati.

Quell'errore quindi è stato necessario, ha originato un intenso desiderio nonchè la necessità di informarsi.
Chi ha visto l'ambiente circostante sciogliersi come se stesse fondendo oppure chi ha conosciuto le entità che si manifestano mentre si viaggia potrebbe considerarsi agli inizi dell'illuminazione, se non sbaglio.

La natura ci istruisce e fornisce le chiavi per accedere a un immenso portale: quello dell'immaterialità, della coscienza collettiva, del misticismo. Abbiamo imparato a imitare tali chiavi di accesso, con discreto successo.

L'intento di ciascuno dei viaggiatori presenti nella comunità è soggettivo, le esperienze vissute invece hanno spesso in comune il distacco da ciò che è ordinario. Niente di strano quindi se prossimamente le figure, le entità che si nascondono dietro un velo di sensi e sensazioni stupefacenti ci condurranno in un luogo dove ci ritroveremo sotto forma eterica...
Non ho tempo.

Rispondi