Noopept e cortisonici

Regene
Moderatori
Messaggi: 1121
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Regene » dom set 19, 2021 10:45 pm

tripwish ha scritto:
sab set 18, 2021 6:12 pm
Immaginavo, in ogni caso non ho intenzione di assumerli contemporaneamente. Anzi avrei aspettato almeno un mese dalla fine del ciclo di noopept.

Pensi possa essere come per te con l’erba? Cioè che anche dopo un po’ tempo rischio di essere comunque super sensibile? Perché allora si che potrebbe essere un problema capire la microdose.

Per ora nessuna cinestesia se non qualcosa sulla vista molto leggero.

Grazie come sempre.
non saprei proprio dirti, con una microdose comunque non rischi di esagerare
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B


tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » lun set 20, 2021 8:39 am

non saprei proprio dirti, con una microdose comunque non rischi di esagerare
Grazie lo stesso.
Ho dovuto sospendere il noopept. Sabato ho avuto la pressione davvero alta, mai avuta così neanche durante il ciclo di cortisone che tendenzialmente la alza. Di base, preciso, ho una pressione normale o tendente al basso.

Mi spiace perché cominciavo a percepire il boost ed essere soddisfatto del risultato.

tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » mar set 21, 2021 9:41 am

tripwish ha scritto:
lun set 20, 2021 8:39 am
non saprei proprio dirti, con una microdose comunque non rischi di esagerare
Grazie lo stesso @Regene .
Ho dovuto sospendere il noopept. Sabato ho avuto la pressione davvero alta, mai avuta così neanche durante il ciclo di cortisone che tendenzialmente la alza. Di base, preciso, ho una pressione normale o tendente al basso.
Mi spiace perché cominciavo a percepire il boost ed essere soddisfatto del risultato.

Hai qualche consiglio su qualcosa di simile, magari facilmente acquistabile, che possa sostituire al Noopept?
Ho letto un tuo post su L-dopa molto interessante, può aver senso per le mie esigenze?

Regene
Moderatori
Messaggi: 1121
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Regene » mer set 22, 2021 1:19 pm

mi dispiace un sacco per la pressione, io non ho mai avuto questo problema ne ne ho mai sentito parlare. te la sei misurata?

l'L-DOPA io mi sento di sconsigliartela se hai problemi di pressione, l'L-DOPA è il farmaco di riferimento per il parkinson però può causare discinesia (più o meno gli stessi sintomi del parkinson). io la uso ancora di tanto in tanto ma non la consiglio e probabilmente mi sto facendo del male. l'unica ragione per cui non l'ho eliminata del tutto è perché sfrutta un meccanismo di stimolazione che si sposa bene con altri nootropi e non ha effetti incrociati. però dopo qualche giorno che la uso comincio ad avere tremori alle mani come se avessi preso troppa caffeina (questi effetti potrebbero essere permanenti quindi bisogna stare davvero attenti). l'unica situazione in cui forse potrebbe avere senso è per abbassare i livelli di omocisteina e solo se le vitamine del gruppo b hanno fallito.

magari fai altre prove col noopept, oppure se mi descrivi più o meno quello che vorresti ottenere come effetto posso darti un consiglio.

puoi chiedere anche a @Lamp
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » mer set 22, 2021 8:32 pm

Regene ha scritto:
mer set 22, 2021 1:19 pm
mi dispiace un sacco per la pressione, io non ho mai avuto questo problema ne ne ho mai sentito parlare. te la sei misurata?
Tengo abbastanza spesso sotto controllo la pressione per via del cortisone che di solito mi fa fare strani sbalzi.
In realtà non ho problemi di pressione se non quelli indotti dal farmaco.
Comunque sabato sera ad un certo punto mi son reso conto che provavo un caldo assurdo e sudavo parecchio, ma la temperatura ambiente non era così elevata, anzi. Ho quindi provato la pressione e avevo 170/105 :shock:
Dopo qualche ora è rientrata nella norma.
l'L-DOPA io mi sento di sconsigliartela se hai problemi di pressione, l'L-DOPA è il farmaco di riferimento per il parkinson però può causare discinesia (più o meno gli stessi sintomi del parkinson). io la uso ancora di tanto in tanto ma non la consiglio e probabilmente mi sto facendo del male. l'unica ragione per cui non l'ho eliminata del tutto è perché sfrutta un meccanismo di stimolazione che si sposa bene con altri nootropi e non ha effetti incrociati. però dopo qualche giorno che la uso comincio ad avere tremori alle mani come se avessi preso troppa caffeina (questi effetti potrebbero essere permanenti quindi bisogna stare davvero attenti). l'unica situazione in cui forse potrebbe avere senso è per abbassare i livelli di omocisteina e solo se le vitamine del gruppo b hanno fallito.
Grazie delle informazioni, non avevo percepito avesse questi side effect così rischiosi. Devo dire che mi hai fatto passare subito la voglia :lol:
magari fai altre prove col noopept, oppure se mi descrivi più o meno quello che vorresti ottenere come effetto posso darti un consiglio.
Sinceramente non so se riprovare, forse con 5mg e basta al giorno non si presenta questo problema della pressione. Ci rifletterò.

Quello che mi serve è focus, memoria, e rilassatezza/buon umore. Non voglio sostanze che mi possano agitare perché lo sono già di mio. Motivo per il quale vado d'accordo con lo xanax.

Il discorso del microdosing con psylocibina avrebbe in teoria lo stesso obiettivo e non nego che mi piacerebbe provare anche un viaggio vero per aiutarmi ad analizzare la mia parte interiore parecchio tormentata. Ma su quello ho parecchia paura di fare un bad trip, infatti quando mai deciderò di farlo vorrò un sitter.

Regene
Moderatori
Messaggi: 1121
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Regene » mer set 29, 2021 8:22 pm

scusa se ci ho messo tanto a rispondere, sono stato parecchio occupato
peccato per la pressione comunque fai benissimo a tenerla sotto controllo. lo faccio anch'io anche se non ho alcun problema pregresso, terapia che la influenza o familiarità
Quello che mi serve è focus, memoria, e rilassatezza/buon umore. Non voglio sostanze che mi possano agitare perché lo sono già di mio. Motivo per il quale vado d'accordo con lo xanax.
non sono mai stato un fan delle benzo per via degli effetti sulla memoria ma sono ridicolmente efficaci e sicure se non si fanno idiozie. hai provato altre benzo a durata più lunga come il diazepam (valium), danno tolleranza più in fretta ma ti permettono di mantenere un buon livello per un lungo periodo.

normalmente ti consiglierei un adattogeno come l'ashwagandha o la rhodiola ma hanno effetti immunostimolanti e l'ashwagandha è famosa per la sua azione sul cortisolo quindi non so se sarebbe saggio nel tuo caso usare cose del genere. una molecola unica che faccia tutto quello che dici non mi viene in mente però sicuramente potresti provare l'l-teanina che è molto sicura, economica e rilassa senza sedare (in alcuni contesti è anche meglio dello xanax https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15378679/)
magari anche della bacopa o della gotu kola per la memoria ma anche queste potrebbero avere degli effetti sul cortisolo. per il focus penso che un ottima opzione (ma difficile da procurarsi) sia il bromantano alternativamente uperzina-A che io personalmente amo alla follia.
Il discorso del microdosing con psylocibina avrebbe in teoria lo stesso obiettivo e non nego che mi piacerebbe provare anche un viaggio vero per aiutarmi ad analizzare la mia parte interiore parecchio tormentata. Ma su quello ho parecchia paura di fare un bad trip, infatti quando mai deciderò di farlo vorrò un sitter.
mi ha sempre intrigato ma non ho mai avuto l'occasione, se hai uno spazio tutto per te puoi coltivarli con una spesa parecchio contenuta e nessuna difficoltà particolare. se hai paura di un bad trip preparati una benzo, sono un exit button perfetto.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » mer set 29, 2021 8:48 pm

@Regene non devi scusarti, ci mancherebbe. Pure io sono in un periodo davvero denso.
A questo proposito mi sono accorto che ho la pressione ballerina a prescindere dal Noopept, la sto tenendo sotto controllo costantemente ma ultimamente è spesso alta. Son già in contatto con il medico per un controllo più approfondito.
non sono mai stato un fan delle benzo per via degli effetti sulla memoria ma sono ridicolmente efficaci e sicure se non si fanno idiozie. hai provato altre benzo a durata più lunga come il diazepam (valium), danno tolleranza più in fretta ma ti permettono di mantenere un buon livello per un lungo periodo.
Non è che io sian un fan, ma ho visto che mi hanno davvero aiutato in molti periodi. Gli effetti negativi sulla memoria sono concreti e l'ho visto in prima persona.
Il valium non l'ho mai provato. Ho testato fino ad oggi Lexotan, xanax e prazene.
normalmente ti consiglierei un adattogeno come l'ashwagandha o la rhodiola ma hanno effetti immunostimolanti e l'ashwagandha è famosa per la sua azione sul cortisolo quindi non so se sarebbe saggio nel tuo caso usare cose del genere. una molecola unica che faccia tutto quello che dici non mi viene in mente però sicuramente potresti provare l'l-teanina che è molto sicura, economica e rilassa senza sedare (in alcuni contesti è anche meglio dello xanax https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15378679/)
magari anche della bacopa o della gotu kola per la memoria ma anche queste potrebbero avere degli effetti sul cortisolo. per il focus penso che un ottima opzione (ma difficile da procurarsi) sia il bromantano alternativamente uperzina-A che io personalmente amo alla follia.
L'Ashwagandha l'avevi citata da usare quando devo fare il ciclo di cortisone, in supporto. Tutte le sostanze che hai citato non le conosco ma meritano un approfondimento, soprattutto mi sembra interessante l-teanina.
Devo studiare :D
mi ha sempre intrigato ma non ho mai avuto l'occasione, se hai uno spazio tutto per te puoi coltivarli con una spesa parecchio contenuta e nessuna difficoltà particolare. se hai paura di un bad trip preparati una benzo, sono un exit button perfetto.
Saranno almeno 20 anni che sono intrigato, ma ad oggi non ho mai fatto nulla. Quando avevo la possibilità avevo una paura folle anche perché avrebbe avuto un utilizzo puramente ricreativo in setting non proprio ottimali. Ora che sono convinto ad un uso terapeutico in prima battuta perché ho letto libri e parecchi papers in merito, non riesco ad averne l'occasione.
Se le benzo funzionano in quel caso allora quello non è più un problema, ho più benzo a casa che quelle che ci sono in una farmacia :roll:

Avatar utente
Tirar Puede Matar
Messaggi: 840
Iscritto il: mer mar 28, 2018 3:22 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Tirar Puede Matar » ven ott 08, 2021 11:54 pm

@tripwish scusa se mi intrometto, ho letto alla veloce tutto il topic, ma magari mi sono perso qualche passaggio, quindi se dovessi dire una cretinata, mi scuso in anticipo 😁.
Da quel che ho capito tu hai bisogno di qualcosa che ti aiuti nella concentrazione e nella memoria, hai già provato o valutato il modafinil? È molto utile per questi scopi.
Certo cozza un po’ col problema dell’ipertensione, che devi prima risolvere assolutamente, magari anche intervenendo farmacologicamente, non lo so, quello devi valutarlo col tuo medico.
Per quanto riguarda il tuo uso/bisogno di benzodiazepine, visto che leggevo che ti consigliavano il valium per la lunga emivita, e che tu ti trovi bene con lo xanax, potresti provare lo xanax a rilascio prolungato, in pratica la pastiglia rilascia xanax costantemente per le 24h. Ci sono diversi dosaggi, partono da 1mg fino a 3mg, mi pare.
Per quanto riguarda invece il discorso bad trip in fungo, le benzo sicuramente aiutano perchè tranquillizzano, ma non interrompono il trip. Per interrompere il trip serve un antipsicotico, di solito nei pronto soccorso, quando arriva qualcuno in psicosi tossica, somministrano clorpromazina. Credo funzioni anche per interrompere all’istante un qualunque trip psichedelico. Adesso la clorpromazina forse è più difficile procurarsela, ma il talofen lo prescrivono con relativa facilità, e dovrebbe funzionare anch’esso, essendo un antipsicotico anche lui. Certo sono comunque farmaci che vanno usati con cautela, possono avere effetti collaterali anche molto gravi, non dimentichiamolo. Non voglio quindi incitare nessuno ad usarli senza consulto medico, si fa solo per fantasticare e ipotizzare sul funzionamento. 😉
Spero di esser stato utile.
Un saluto
Non amavo quello che mostravi di essere, ma quello che pensavo tu fossi...

Regene
Moderatori
Messaggi: 1121
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Regene » sab ott 09, 2021 3:21 pm

Se le benzo funzionano in quel caso allora quello non è più un problema, ho più benzo a casa che quelle che ci sono in una farmacia
ha ragione tirar puede matar sulla questione delle benzo, effettivamente non interrompono il trip ma impediscono bad trip e sensazioni spiacevoli. mi rendo conto che sia una semplificazione ma un trip è praticamente la proiezione sensoriale delle emozioni quindi se tu usi una sostanza che "blocca" emozioni negative come paura, ansia (anche se non è proprio un'emozione ma ci siamo capiti) e simili eviti che il trip sia negativo. ovviamente questo toglie "profondità" al trip ed è per questo che generalmente vengono prese come panic button e non insieme già dall'inizio. anche gli antipsicotici funzionano ma è una misura un po' eccessiva IMHO, inoltre non ti godi le visual :asd:
Da quel che ho capito tu hai bisogno di qualcosa che ti aiuti nella concentrazione e nella memoria, hai già provato o valutato il modafinil? È molto utile per questi scopi.
non l'avevo nominato per una ragione: il modafinil è un agonista H1. l'istamina è uno dei principali segnali infiammatori e quindi vista la condizione di infiammazione cronica di tripwish potrebbe essere deleterio.

mi è venuto in mente che potresti provare con la vinpocetina. è un derivato semisintetico della vincamina un alcaloide contenuto nella Vinca Minor normalmente conosciuta come pervinca. è una molecola estremamente interessante normalmente utilizzata per recuperare dopo un ictus o un infarto oppure per migliorare la funzione cognitiva in persone che hanno subito danni (in italia è sotto prescrizione e la trovi anche come preparato galeanico, in ogni caso non è particolarmente difficile acquistarla online e non è soggetta a particolari controlli visto che non è oggetto di abuso). si tratta di un inibitore del PDE1 (simile agli inibitori del PDE5 come sildenafil o tadalafil, rispettivamente viagra e cialis), il PDE1 è un enzima appartenente alla famiglia delle fosfodiesterasi presente principalmente nel cervello, quando viene inibito causa la dilatazione dei vasi sanguigni il che porta ad un aumento dell'afflusso di nutrienti e quindi ad una miglior prestazione. https://examine.com/supplements/vinpocetine/
qui trovi altre informazioni se ti interessa
alcune persone hanno notato (ma si tratta solo di aneddoti niente ricerche scientifiche) che diminuisce l'attività del sistema immunitario, questo normalmente sarebbe un elemento negativo ma nel tuo caso potrebbe essere una cosa gradita.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » sab ott 09, 2021 4:02 pm

Grazie mille @Tirar Puede Matar
Per quanto riguarda il tuo uso/bisogno di benzodiazepine, visto che leggevo che ti consigliavano il valium per la lunga emivita, e che tu ti trovi bene con lo xanax, potresti provare lo xanax a rilascio prolungato, in pratica la pastiglia rilascia xanax costantemente per le 24h. Ci sono diversi dosaggi, partono da 1mg fino a 3mg, mi pare.
Il mio uso purtroppo è legato ad ansia e attacchi di panico generati, o quanto meno enfatizzati perché una base mia c'è sicuro, dall'uso di cortisonici. Non sono innamorato delle benzo, anzi, direi che cerco proprio di non usarle se non quando la situazione è difficilmente sostenibile. Se non ricordo male (e qui ci si potrebbe già fare la battuta :D sulla memoria e benzo) ho provato negli anni anche lo xanax a rilascio lento ma forse perché l'effetto era anche più lento l'ho abbandonato. proprio per il discorso fatto prima che lo prendo solo in emergenza.

Vi ringrazio per le precisazioni sulla via d'uscita dal bad trip, in ogni caso sono informazioni fondamentali per una persona come me. Solo di aver l'idea di aver la possibilità di una exit, anche se parziale con le benzo, rende tutto differente e mi tranquillizza non poco.

Il Modafinil l'ho sentito parecchio e un amico l'ha usato per un periodo. Devo dire che il suggerimento di @Regene mi fa pensare che non sia la strada migliore per la mia condizione.

In ogni caso ho fatto un monitoring della pressione in autonomia con la supervisione del cardiologo e alla fine, salvo qualche eccezione, risulta nella norma. Molto probabilmente è lo stress che sto vivendo in questo periodo che sta agendo in modo del tutto negativo. Questo è alla fine il motivo per cui stavo cercando qualcosa che mi aiutasse nel focus, nella memoria e nel relax. Devo dire che il Noopept alla fine rispondeva a tutti i requisiti, per questo motivo riproverò con calma.
mi è venuto in mente che potresti provare con la vinpocetina. è un derivato semisintetico della vincamina un alcaloide contenuto nella Vinca Minor normalmente conosciuta come pervinca. è una molecola estremamente interessante normalmente utilizzata per recuperare dopo un ictus o un infarto oppure per migliorare la funzione cognitiva in persone che hanno subito danni (in italia è sotto prescrizione e la trovi anche come preparato galeanico, in ogni caso non è particolarmente difficile acquistarla online e non è soggetta a particolari controlli visto che non è oggetto di abuso). si tratta di un inibitore del PDE1 (simile agli inibitori del PDE5 come sildenafil o tadalafil, rispettivamente viagra e cialis), il PDE1 è un enzima appartenente alla famiglia delle fosfodiesterasi presente principalmente nel cervello, quando viene inibito causa la dilatazione dei vasi sanguigni il che porta ad un aumento dell'afflusso di nutrienti e quindi ad una miglior prestazione. https://examine.com/supplements/vinpocetine/
qui trovi altre informazioni se ti interessa
alcune persone hanno notato (ma si tratta solo di aneddoti niente ricerche scientifiche) che diminuisce l'attività del sistema immunitario, questo normalmente sarebbe un elemento negativo ma nel tuo caso potrebbe essere una cosa gradita.
Questa proprio non l'ho mai sentita, anche qui devo approfondire. Da quello che scrivi sembra molto interessante.
Per la reperibilità non mi sembra un problema.
Sono in imbarazzo davvero rispetto alla vostra preparazione, sono mondi a me del tutto sconosciuti per cui vi ascolto con grande attenzione.

Regene
Moderatori
Messaggi: 1121
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Regene » sab ott 09, 2021 7:25 pm

Il Modafinil l'ho sentito parecchio e un amico l'ha usato per un periodo. Devo dire che il suggerimento di @Regene mi fa pensare che non sia la strada migliore per la mia condizione.
volevo ampliare un po' il discorso sul modafinil, in realtà è un ottima molecola ma presenta alcuni problemi sia di natura intrinseca come il rischio di insonnia e un eccessiva soppressione delle emozioni sia di natura estrinseca infatti è venduto in italia solo come medicinale quindi bisogna farselo arrivare dall'estero col rischio che venga confiscato alla dogana ed in ogni caso è parecchio costoso. la mia osservazione sulla possibilità di effetti collaterali è solo una congettura, diciamo che forse ci sono altre opzioni che sarebbe meglio vagliare prima.
In ogni caso ho fatto un monitoring della pressione in autonomia con la supervisione del cardiologo e alla fine, salvo qualche eccezione, risulta nella norma. Molto probabilmente è lo stress che sto vivendo in questo periodo che sta agendo in modo del tutto negativo. Questo è alla fine il motivo per cui stavo cercando qualcosa che mi aiutasse nel focus, nella memoria e nel relax. Devo dire che il Noopept alla fine rispondeva a tutti i requisiti, per questo motivo riproverò con calma.
meglio così, posso chiederti se prendi qualcosa per la pressione o se hai in mente di farlo?
comunque facci sapere coma va col noopept
Sono in imbarazzo davvero rispetto alla vostra preparazione, sono mondi a me del tutto sconosciuti per cui vi ascolto con grande attenzione.
nessun bisogno di sentirsi in imbarazzo, solo il frutto di una morbosa ossessione con una discreta utilità nella quotidianità.
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » lun ott 11, 2021 6:37 am

volevo ampliare un po' il discorso sul modafinil, in realtà è un ottima molecola ma presenta alcuni problemi sia di natura intrinseca come il rischio di insonnia e un eccessiva soppressione delle emozioni sia di natura estrinseca infatti è venduto in italia solo come medicinale quindi bisogna farselo arrivare dall'estero col rischio che venga confiscato alla dogana ed in ogni caso è parecchio costoso. la mia osservazione sulla possibilità di effetti collaterali è solo una congettura, diciamo che forse ci sono altre opzioni che sarebbe meglio vagliare prima.
Ho approfondito con il mio amico il discorso sul Modafinil, in realtà lui usava il Modalert. Per curiosità ha provato il Noopept e l’ha trovato molto più efficace rispetto al Modalert.
Per il fatto che possa creare insonnia è già un parametro che valuto negativamente perché già non è che dorma chissa quanto. Motivo per cui il Noopept non l’ho mai preso la sera come consigliato.

meglio così, posso chiederti se prendi qualcosa per la pressione o se hai in mente di farlo?
comunque facci sapere coma va col noopept
Mi sono comprato le classiche pastiglie all’aglio, biancospino e via dicendo. Nulla di farmacologico. Sembra che per adesso facciano mantenere la pressione più stabile. In questi giorni ho però iniziato um mini cliclo con il Bentelan per via del solito peggioramento respiratorio.

Forse imbarazzo è anche eccessivo come termine, ma la mia ignoranza su questo ambito è davvero ampia. Mi spiace solo che apprendo nuove cose senza poter contribuire in modo significativo.

ELIA58
Messaggi: 19
Iscritto il: sab mar 27, 2021 8:40 am

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da ELIA58 » lun ott 11, 2021 5:50 pm

Stavo leggendo che noopept agiscono anche sulla mielina

Regene
Moderatori
Messaggi: 1121
Iscritto il: lun nov 26, 2018 6:20 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da Regene » lun ott 11, 2021 11:28 pm

Stavo leggendo che noopept agiscono anche sulla mielina
mielinizzando o demielinizzando la guaina? e in che parte del cervello?
l'ashwagandha ha questo tipo di azione

il modalert è solo il nome di un farmaco a base di modafinil così come lo xanax è uguale all'alprazolam

non a tutti da problemi di insonnia ma essendo un farmaco contro la narcolessia non c'è da stupirsi, comunque sono contento che anche lui abbia apprezzato il noopept. non voglio andare OT ma il noopept essendo il precursore del CPG (cicloprolylglycine) cioè un neuropeptide è molto più "complesso" rispetto al modafinil che invece è una sostanza relativamente semplice.
Mi sono comprato le classiche pastiglie all’aglio, biancospino e via dicendo. Nulla di farmacologico. Sembra che per adesso facciano mantenere la pressione più stabile
non so se lo sai ma il kyolic (un estratto brevettato di aglio invecchiato) ha dimostrato in diversi studi un'ottima attività antipertensiva. in ogni caso la pressione alta è un problema da non trascurare quindi è imperativo agire per mantenerla bassa, meglio se con cambiamenti nello stile di vita o con composti meno pesanti possibile. se questo approccio fallisce anche strategie più aggressive non sono da escludere. parlo di composti come diuretici, calcio-antagonisti e reserpina (ho intenzione di sperimentare con quest'ultima ma per ora non l'ho ancora provata)
Si vis pacem, para bellum
PGP public key fingerprints: 3F52A3F8C3CDECF7AF5CB0D6FA60568AA311F38B

tripwish
Messaggi: 22
Iscritto il: lun set 06, 2021 2:09 pm

Re: Noopept e cortisonici

Messaggio da tripwish » mar ott 12, 2021 9:05 pm

Sul discorso della mielina non dico nulla per ignoranza, non mi sembrava però di aver letto nulla a riguardo. Ma potrebbe benissimo essermi sfuggito.
non a tutti da problemi di insonnia ma essendo un farmaco contro la narcolessia non c'è da stupirsi, comunque sono contento che anche lui abbia apprezzato il noopept. non voglio andare OT ma il noopept essendo il precursore del CPG (cicloprolylglycine) cioè un neuropeptide è molto più "complesso" rispetto al modafinil che invece è una sostanza relativamente semplice.
Ha apprezzato parecchio, trovando con il noopept una sensazione molto più intensa di lucidità.

non so se lo sai ma il kyolic (un estratto brevettato di aglio invecchiato) ha dimostrato in diversi studi un'ottima attività antipertensiva. in ogni caso la pressione alta è un problema da non trascurare quindi è imperativo agire per mantenerla bassa, meglio se con cambiamenti nello stile di vita o con composti meno pesanti possibile. se questo approccio fallisce anche strategie più aggressive non sono da escludere. parlo di composti come diuretici, calcio-antagonisti e reserpina (ho intenzione di sperimentare con quest'ultima ma per ora non l'ho ancora provata)
@Regene praticamente ogni cosa che scrivi non la so, quindi vai tranquillo sui suggerimenti :lol:
Il Kyolic non l'avevo ovviamente mai sentito. Quando finisco le pastiglie che ho preso testerò anche quello. Devo dire che per ora mi sembrano andare bene anche se sto prendendo il cortisone.
Ho analizzato la pressione per vari giorni come dicevo e i risultati medi erano nella norma, quindi il cardiologo mi ha detto che non è nulla di preoccupante. Io per sicurezza ho preso queste per cercare di limitare, nel caso, gli sbalzi causati da stress e cortisone.
Su farmaci veri e propri non mi sono affacciato e non vorrei farlo se non per vera necessità.

Rispondi