Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Coltivazione e conservazione di funghi e tartufi
Rispondi
Avatar utente
anche
Messaggi: 29
Iscritto il: dom feb 13, 2022 9:49 pm

Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da anche » mer mag 11, 2022 2:43 pm

Ho terminato la mia prima coltivazione dopo che i miceli si sono spenti dopo il secondo flush e si sono contaminati (PF Tek, 7 tortine di BRF+vermiculite, shotgun growing box con fondo di perlite).
Non sono rimasta granché soddisfatta nè dalla qualità nè dalla quantità (circa 20g secchi).

Ho già pronta un'altra siringa di spore di B+, e vorrei provare a fare qualcosa di diverso per cercare di dare una spinta alla coltivazione. La fase dell'inoculazione e formazione del micelio mi è andata bene, mentre secondo me la fase di crescita aveva delle difficoltà; forse una combo di condizioni di umidità+temperatura+arieggiamento imperfette. Ma la vedo anche dura produrre dei bei fungoni fuori da delle tortine così sode come ce le avevo io.

Insomma vorrei provare a fruttificare avendo un'unico micelio, mi pare si chiami monotub?

Cosa ho in casa:
- vasetti di vetro con il tappo forato
- vermiculite
- farina di riso integrale
- perlite
- SAB
- shotgun growing box
- varie ed eventuali per la PF tek

Cosa NON ho:
- pentola a pressione / autoclave
- aggeggio per il sottovuoto.

Posso fare qualcosa di diverso o è meglio se faccio un altro giro di PF tek?


ilviaggiatore
Messaggi: 13
Iscritto il: mer ott 27, 2021 2:23 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da ilviaggiatore » mer mag 11, 2022 5:51 pm

ciao
l'alternativa è questa : https://psiconauti.net/wiki/funghi/fruttificazione
ci sono vantaggi e svantaggi...come su tutte le cose.
potresti anche partire con vasetti da PF tek per poi trasformarli in bulk.
oppure : Monotub

"È possibile fruttificare anche in una monotub se già la si ha a disposizione. Le tortine vengono tenute nei rispettivi vasetti e viene aggiunto uno strato di casing di vermiculite.
Come ho menzionato nella guida introduttiva, è possibile frantumare le tortine e mescolarle a un substrato di bulk. È un buon modo per sperimentare le tecniche di coltivazione in bulk se non si è in possesso di una pentola a pressione adatta."

P.S. una pentola a pressione, stile europeo, non costa molto...fai attenzione ai litri e soprattutto alla sua circonferenza. io la preferisco larga così ci puoi mettere più vasetti.

P.P.S. scusatemi se scriverò anche cose non corrette...sono molto novello nel campo.

Avatar utente
albert ergot
Messaggi: 10
Iscritto il: sab apr 03, 2021 2:14 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da albert ergot » mer mag 11, 2022 6:29 pm

forse una combo di condizioni di umidità+temperatura+arieggiamento imperfette
Ciao @anche, posso chiederti quali erano queste condizioni e lo stato della SGFC (cioè, se in mezzo a una stanza, in un armadio, etc.)?

Avatar utente
anche
Messaggi: 29
Iscritto il: dom feb 13, 2022 9:49 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da anche » mer mag 11, 2022 8:12 pm

albert ergot ha scritto:
mer mag 11, 2022 6:29 pm
forse una combo di condizioni di umidità+temperatura+arieggiamento imperfette
Ciao @anche, posso chiederti quali erano queste condizioni e lo stato della SGFC (cioè, se in mezzo a una stanza, in un armadio, etc.)?
Dentro il box tenevo un termometro e igrometro economico, quindi la misurazione va presa con le pinze ma mi segnava 18-20°C e mai sopra il 70% di umidità. Suppongo che l'areazione non fosse il massimo perché ogni fungo era incrostato di micelio alla base, e mi hanno detto che questo è un sintomo chiaro di questo problema.

Avatar utente
albert ergot
Messaggi: 10
Iscritto il: sab apr 03, 2021 2:14 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da albert ergot » mer mag 11, 2022 10:58 pm

La temperatura sembra essere un po' bassa in effetti, almeno da quello che ho potuto leggere in giro... tuttavia sembra essere un argomento controverso, dove non si trova una prevalente opinione condivisa. Molti si limitano a insistere sul fatto che una "room temperature" va bene, che di per sé non vuol dire nulla. Senza poi considerare il fatto che tenere una stanza a 28-30 °C non è così semplice e economico. Anche per questo sto ritardando un po' il mio tentativo, aspettando temperature più alte.

Ho provato frettolosamente la soluzione che credo si chiami "tub in a tub" (due contenitori uno dentro l'altro, separati da uno strato d'acqua contenente un riscaldatore per acquari), ma con scarsi risultati: portare l'acqua a 28 °C ha contribuito ad alzare la temperatura nello spazio sovrastante da circa 20 °C a circa 21 °C...

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 2783
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da asklepios » gio mag 12, 2022 10:50 pm

Insomma vorrei provare a fruttificare avendo un'unico micelio, mi pare si chiami monotub?
@anche se ti va in wiki nella prima guida della serie (COLTIVAZIONE - Dove iniziare) parlo delle diverse opzioni, potrebbe aiutarti a decidere. Non scoraggiarti comunque, secondo me può valere la pena di insistere sulla PFTek, la pratica rende perfetti. Ora poi le temperature cominciano a salire in casa quindi si raggiungono quei 23/24 gradi che sono ideali.
Senza poi considerare il fatto che tenere una stanza a 28-30 °C non è così semplice e economico
@albert ergot I 28-30 °C (che sono davvero tanti) sono più che altro per la fase di colonizzazione. Non è necessario portare un'intera stanza a quelle temperature, al massimo una scatola come dicevi tu. La difficoltà invece nasce quando bisogna mantenere le temperature sopra i 20 in fase di fruttificazione, in quanto a quel punto non è solo il calore a servire ma anche il ricambio d'aria, che viene a mancare in spazi troppo ristretti. Se il tuo sistema tub in tub non funziona come dovrebbe ha bisogno di qualche aggiustamento. Prova magari a mettere delle foto, eventualmente in un topic dedicato. Intanto ti direi già il termometro a cui è collegato il termostato di metterlo non nell'acqua ma nella scatola più interna, in modo che l'acqua venga scaldata finché la scatola interna non raggiunge la temperatura desiderata. Poi conta molto l'isolamento in sistemi del genere. Una volta che sono bene isolati, la temperatura una volta raggiunta richiede poca energia per essere mantenuta. In ogni caso, finché le temperature saranno sopra i 20 °C, la colonizzazione avverrà ugualmente, solo più lentamente.

Avatar utente
albert ergot
Messaggi: 10
Iscritto il: sab apr 03, 2021 2:14 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da albert ergot » gio mag 12, 2022 11:50 pm

@asklepios grazie mille per le dritte.

Sì come dicevo è stata una prova del TIT piuttosto approssimativa, c'era sicuramente un bel margine di miglioramento, primo tra tutti, e devo darti ragione, l'isolamento. Poi forse anche i materiali, era in pratica una teglia alta da forno con sopra/dentro un'altra teglia più bassa. Questo perché speravo di poter, nel caso, riusare questo aggeggio sia nella fase di colonizzazione, sia in quella di fruttificazione (e un contenitore alto non mi sembrava il caso, per questioni di ricambio d'aria), giusto per stemperare un po'.

Ma il risultato è stato ben poco promettente anche considerando che il riscaldatore (da pochi soldi; con il termometro del suo termostato integrato) arriva fino a 35 °C, e la prova l'ho fatta a 28 °C, dubito che quei 7 gradi possano fare chissà quale differenza in queste condizioni.

Tra l'altro, se posso buttar qui una domanda, non capisco cosa ci sia di così sbagliato nel lasciare i barattoli a germinare e colonizzare immersi nell'acqua riscaldata dal riscaldatore, a patto di (ovviamente) aver cura che l'acqua non entri nei fori dei tappi.

Comunque sì, preferisco per ora lasciar fare ai primi caldi estivi. Poi credo che le mezze stagioni siano un po' più problematiche, con temperature non abbastanza alte ma nemmeno abbastanza basse da giustificare l'accensione dei riscaldamenti.

ilviaggiatore
Messaggi: 13
Iscritto il: mer ott 27, 2021 2:23 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da ilviaggiatore » ven mag 13, 2022 7:37 am

buongiorno
io come camera di colonizzazione ho creato una cosa del genere:
-contenitore di polisterolo con dimensioni circa 30*40*40 cm
-tappetino scaldante da 7 watt
-termostato con sonda impostato a 28 °C
-griglia con piedi
-piccoli appoggi per tappetino scaldante
-cartone di dimensioni leggermente piu grande del box di polisterolo.
materialle tutto di recupero, tranne il tappetino ed il termostato con sonda.

ho messo i piccoli sostegni sotto al tappetino, sopra di esso la griglia con i piedi ma non a diretto contatto con la stessa, sopra la griglia ho messo i vasetti , infilata la sonda del termostato e quasi chiuso il contenitore con il suo coperchio. il coperchio l'ho lasciato leggermente aperto giusto per un ricircolo di aria.
infine il cartone per non far filtrare alcuna fonte luminosa.
la cosa funziona...credo che la mia fasa di colonizzazione così lunga e ancora non terminata (siamo quasi a 70 giorni) sia dovuta a sfortuna o non me lo so ancora spiegare.
farò delle foto per farvi capire meglio il mio sistema.

Avatar utente
asklepios
Messaggi: 2783
Iscritto il: mer gen 01, 2020 7:56 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da asklepios » ven mag 13, 2022 8:23 am

Tra l'altro, se posso buttar qui una domanda, non capisco cosa ci sia di così sbagliato nel lasciare i barattoli a germinare e colonizzare immersi nell'acqua riscaldata dal riscaldatore, a patto di (ovviamente) aver cura che l'acqua non entri nei fori dei tappi.
Finché non entra acqua dentro i barattoli e questi restano ragionevolmente fermi potrebbe essere un'opzione anche quella secondo me

Avatar utente
anche
Messaggi: 29
Iscritto il: dom feb 13, 2022 9:49 pm

Re: Pronta per una nuova coltivazione, ma vorrei cambiare le cose

Messaggio da anche » ven mag 13, 2022 9:34 am

asklepios ha scritto:
gio mag 12, 2022 10:50 pm
@anche se ti va in wiki nella prima guida della serie (COLTIVAZIONE - Dove iniziare) parlo delle diverse opzioni, potrebbe aiutarti a decidere. Non scoraggiarti comunque, secondo me può valere la pena di insistere sulla PFTek, la pratica rende perfetti. Ora poi le temperature cominciano a salire in casa quindi si raggiungono quei 23/24 gradi che sono ideali.
Grazie per la risposta, @asklepios. Ho letto la wiki e mi pare di aver capito che in ogni caso di coltivazione monotub bisogna sterilizzare i cereali con la pentola a pressione, che non ho.
Penso che riproverò con la PF tek ;)

Rispondi